legge 104

Il lavoratore che usufruisce dei permessi legati alle Legge 104 per accudire un parente o coniuge disabile o malato grave, ha diritto alla tredicesima e quattordicesima (se prevista) mensilità e ai premi di produzione.

Ricordiamo che è possibile una riduzione delle ferie e della tredicesima solo nel caso in cui i permessi della legge 104 siano cumulati con il congedo parentale o quello per la malattia del figlio.

In tutti gli altri casi non deve esserci alcun tipo di riduzione o decurtazione.

Il lavoratore che usufruisce dei permessi legati alla legge 104 ha diritto anche ai premi di produttività, ovviamente se sono stati raggiunti i risultati.

Diverso il discorso per quel che riguarda i buoni pasto: per averne diritto il lavoratore deve svolgere attività lavorativa effettiva sia al mattino sia al pomeriggio con una pausa non maggiore di 2 ore e non inferiore a 30 minuti.

Secondo la normativa di riferimento i permessi legati alla legge 104 non possono aver valore come attività lavorativa.

Ricordiamo anche che con l’ordinanza n. 14187/2017 i giudici della corte di Cassazione hanno confermato che il dipendente che usufruisce dei giorni di permesso legati alla legge 104, matura le ferie anche durante i giorni di permesso quando è assente dall’azienda.

Nel testo dell’ordinanza i giudici precisano che “il diritto alle ferie assicurato dall’art. 36, u.c. garantisce il ristoro delle energie a fronte della prestazione lavorativa svolta, e che tale ristoro si rende nei fatti necessario anche a fronte dell’assistenza ad un invalido, che comporta un aggravio in termini di dispendio di risorse fisiche e psichiche”.

Suggeriamo la lettura di

Applicare la legge 104/1992

Applicare la legge 104/1992

Marta Bregolato, 2015, Maggioli Editore

Questa nuovissima Guida pratica sull’applicazione della Legge n. 104/92 - Legge-quadro dedicata interamente alle persone affette da handicap (diritti per l’integrazione sociale, per assicurarne l’assistenza e la tutela e per l’inserimento nel campo della formazione...



© RIPRODUZIONE RISERVATA


15 COMMENTI

  1. Anche io sono nella stessa situazione. Usufruisco del congedo straordinario e oltre alla decurtazione della tredicesima e delle ferie che già sapevo era giusta, non mi sono stati mai pagati i premi di produzione perchè le giornate di congedo le considerano come assenze e quindi usufruendo a giorni non continuativi del dlgs 151 hanno sempre affermato che a me non spettavano perchè assente.
    Posso far valere questo diritto? Dove trovo i riferimenti legislativi o sentenze che posso portare all’ufficio personale per reclamare il premio?
    Grazie

  2. Anche io sto fruendo dei 2 anni di congedo, ma non ho percepito né 13^ né ratei nello stipendio. Che devo fare? Grazie

  3. Sono dipendente di una fondazione lirica ed usufruisco della legge 104 x mio fratello quando mi assento mi levano la percentuale diviso 26 del premio di rendimento la direzione dice che non mi spetta xche e basato sulla presenza è così o no?

  4. Le posso assicurare che il mio stipendio è rimasto tale e quale a quello quando ero al lavoro regolarmente. Dopo richiesta al Comune dove lavoro,mi è stato risposto che ,in base alle normative vigenti io ,e quelli come me che hanno usufruito dei 2 anni di congedo retribuito, non abbiamo diritto a percepire la tredicesima mensilita Cosa devo fare ed a che normativa mi devo appellare?.Grazie. Aggiungo che mia moglie,dipendente di scuola pubblica ha percepito il rateo di tredicesima usufruendo dello stesso congedo. Grazie ancora

  5. Non ti spetta assolutamente, in quanto durante il congedo hai percepito una retribuzione maggiorata comprensiva dei ratei della tredicesima, quindi già l’hai presa. Puoi verificare quanto detto comparando la paga oraria standard con quella relativa al congedo Inps, vedrai che è più alta di1/6.

  6. Ho usufruito dei 2 anni di congedo retribuito per assistere mio padre gravemente malato. Chiedo,dato che non mi è stata mai erogata,se avevo diritto alla tredicesima mensilità ed eventualmente alle giornate di ferie maturate nei 2 anni.Ricordo che sono un dipendente di un ente locale. Grazie

  7. Seguo. Anche a me è stata decurtata tredicesima mensilità e ferie per congedo per assistenza di mamma.

  8. Ho usufruito di 10 mesi di congedo straordinario della 104 come mai che per riavere i tre giorni al mese devo rifare la domanda di questi permessi?

  9. Buonasera sono una dipendente di struttura sanitaria privata da 36 anni nel 2015 a dcembre mio marito ha avuto un ictus e dal 3 marzo del 2016 sono in cogedo con la legge 104 che dovrebbe terminare ai primi di marzo del 2018 nell’ultima visita hanno confermato l’ invalidità al 100% inabilita al lavoro e assistenza continua , in questo pperiodo non ho percepito ne la 13 e neanche il premio di produzione, mi avevano detto che non mi spettava potrei sapere se è realmente cosi e cosa posso.fare adesso che mio marito ha ancora bisogno di assistenza continua ha la parte sinistra paralizzata e non riesce a lavarsi vestirsi ,ho 56 anni di età anticipatamente ringrazio anna

  10. Nel caso caso di congedo biennale per assistere il proprio figlio è corretta la decurtazione totale della 13^ operata dal Comune?

  11. Buongiorno,sono un operaio a tempo indeterminato della FCA Italia. Qualche anno fa ho usufruito di circa 16 mesi di concedo straordinario per assistere mia figlia con disabilita’. Nel corso di quel periodo non mi è stata pagata la 13esima mensilità. È stato giusto così,oppure devo intraprendere vie legali? Grazie anticipatamente

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome