ape volontaria

Dal 2018 anche i lavoratori stagionali, che perderanno il lavoro per scadenza del contratto a termine, potranno fare richiesta dell’Ape social, se ovviamente saranno in possesso di tutti gli altri requisiti.

La novità è presente nel testo della Legge di Bilancio 2018, che dopo l’ok del Senato passerà nei prossimi giorni alla Camera dei Deputati all’interno del maxiemedamento. Fino ad oggi la disoccupazione doveva essere determinata solo da licenziamento o dimissioni per giusta causa.

Consulta il nostro Speciale Pensione Anticipata

Ricordiamo che per accedere all’Ape social i requisiti richiesti sono:

  • avere 63 anni di età
  • 30 anni di contributi
  • essere al massimo tre anni e sette mesi alla pensione di vecchiaia
  • stato di disoccupazione involontaria e tre mesi di inoccupazione successivi al termine degli ammortizzatori sociali.

Come presentare domanda per l’Ape social

Nel 2018 per accedere all’anticipo pensionistico è necessario inviare la domanda per via telematica all’Inps entro il 31 marzo 2018, come previsto dalla Circolare n. 100/2017

Per avere accesso all’Ape Social nel 2018, deve presentare domanda all’INPS entro il 31 marzo 2018, in via telematica. Entro il 30 giugno l’INPS risponderà certificando o meno il diritto.

In caso di risposta positiva si potrà presentare la domanda definitiva. Se si è in possesso di tutti i requisiti si possono presentare le 2 domande contemporaneamente, ma si dovrà comunque attendere l’esito dell’Inps.

Dal mese successivo alla presentazione della domanda di accesso l’Inps erogherà l’indennità, pagando anche gli arretrati.

Volume consigliato

Previdenza 2017

Previdenza 2017

Gabriele Bonati - Pietro Gremini, 2017, Maggioli Editore

Il volume rappresenta un vero e proprio instant book, che ha l’obiettivo di offrire un quadro generale e di immediata intuitività circa le ultime novità intervenute nel sistema previdenziale italiano, oggetto di numerosi provvedimenti, di cui alcuni ancora in corso di...




CONDIVIDI
Articolo precedenteLa cartella esattoriale senza motivazione è nulla?
Articolo successivoLegge 104, il dipendente può rifiutare il trasferimento

1 COOMENTO

  1. Allargare la platea degli aventi diritto è un fatto di civiltà. Bisogna tener conto delle nuove e sempre più diffuse forme contrattuali presenti nel mondo del lavoro.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here