Scade oggi il termine per presentare la nuova domanda per Ape Social o Lavoratori Precoci da parte di chi ha già i requisiti o li maturerà entro fine dicembre 2017. Dopo aver respinto il 70% delle domande presentate entro metà luglio (su oltre 66mila domande respinte circa 44mila 306) l’Inps ha ricevuto dal Ministero nuovi parametri di valutazione più ampi sul periodo di disoccupazione e i contributi per attività lavorative all’estero.

Con il messaggio n. 4195 del 25 ottobre scorso l’Ente previdenziale ha pubblicato le nuove istruzioni operative: eventuali rapporti di lavoro subordinato fino a 6 mesi, svolti dopo la conclusione della prestazioni di disoccupazione, non determinano il venir meno dello stato di disoccupazione.

Leggi anche Ape social e Precoci, domanda accolta ma l’assegno non arriva

Nei prossimi giorni si conoscerà il numero delle domande arrivate entro oggi e anche i risultati del riesame sulle circa 26mila domande respinte in prima battuta. I lavoratori che hanno ricevuto già risposta positiva per la propria domanda di Ape social dovranno aspettare fino a Gennaio 2018 per i primi pagamenti, prima saranno erogati i mesi di arretrati 2017 e da febbraio  il pagamento mensile dell’indennità.

Sulle domande dei Lavoratori Precoci gli ultimi dati Inps, aggiornati al 16 ottobre scorso, hanno rilevato solo un 28% di domande accolte dall’Inps: su un totale di 26.251 domande arrivate, solo 7.356 sono state accolte e 18.411 quelle respinte.

Resta aggiornato con il nostro Speciale Pensione Anticipata 

Come fare domanda per Ape social

Il lavoratore deve presentare in via telematica la “Domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio“. Dopo il parere positivo potrà presentare l’istanza di accesso all’APE social (documento in: Altre prestazioni, anticipo pensione, APE sociale), allegando le dichiarazioni sostitutive o autodichiarazioni (lettera di disoccupazione, di dimissioni, cessazione del rapporto di lavoro, ecc.)

Dal mese successivo alla presentazione della domanda di accesso l’Inps erogherà l’indennità, pagando anche gli arretrati. I lavoratori già in possesso dei requisiti al momento della domanda, possono inoltrare le due domande contemporaneamente.

Come fare domanda per Lavoratori Precoci

Anche la presentazione della domanda per le Pensioni Precoci deve avvenire in via telematica (autenticandosi con le proprie credenziali di accesso), o tramite il patronato, con procedura e documentazione uguale a quelle previste per l’Ape social, così come la retroattività dal mese di maggio.

Ricordiamo che sarà data priorità a chi è più vicino alla maturazione del requisito per la pensione di vecchiaia e alla data di presentazione della domanda.

Ape social nella Legge di Bilancio 2018

Dopo l’incontro con esito negativo con i sindacati la scorsa settimana, l’Esecutivo Gentiloni ha presentato un emendamento alla Legge di Bilancio, attualmente in discussione in aula al Senato. Il provvedimento prevede l’ampliamento della platea dell’Ape social per 15 categorie di lavoratori gravosi e lo sconto per le donne lavoratrici di 6 mesi per ogni figlio, fino ad un massimo di 2 anni.

Consigliamo il volume

Previdenza 2017

Previdenza 2017

Gabriele Bonati - Pietro Gremini, 2017, Maggioli Editore

Il volume rappresenta un vero e proprio instant book, che ha l’obiettivo di offrire un quadro generale e di immediata intuitività circa le ultime novità intervenute nel sistema previdenziale italiano, oggetto di numerosi provvedimenti, di cui alcuni ancora in corso di...



© RIPRODUZIONE RISERVATA


1 COOMENTO

  1. Rifiutata la domanda dei precoci usuranti è quota 41 a mio marito dopo aver fatto 42 anni e 6 mesi di lavoro edile vi sembra giusto? Mi sembra sia una presa in giro!

SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome