Iva ravvedimento operoso

Avranno tempo fino al 2 gennaio 2018 i contribuenti che, dopo aver ricevuto nei mesi scorsi le lettere di compliance dall’Agenzia delle Entrate, hanno deciso di scegliere il ravvedimento operoso. Il nuovo termine di scadenza è fissato per il 31 dicembre, che cade di domenica e quindi slitta al 2 gennaio 2018.

Le lettere di compliance

Tra maggio e settembre l’Agenzia ha inviato circa 300mila lettere di compliance per anomalie sui redditi relativi all’anno 2013. Dopo aver stabilito la scadenza il 2 ottobre la stessa Agenzia ha concesso una proroga, comprendendo anche le comunicazioni inviate di recente sia per posta ordinaria sia tramite Pec.

Le comunicazioni inviate riguardavano redditi da locazione anche con cedolare secca, redditi da lavoro dipendente inclusi gli assegni corrisposta dall’ex coniuge, redditi prodotti in forma associata, redditi da capitale, redditi da lavoro autonomo abituale e redditi d’impresa.


Consulta lo Speciale Agenzia delle Entrate

Cosa fare in caso di errori del contribuente

L’Agenzia delle Entrate fornisce alcune istruzioni sulle risposte dei contribuenti:

  • i contribuenti che vogliono rimediare all’errore possono inviare all’Agenzia una
    dichiarazione integrativa, beneficiando di una notevole riduzione delle
    sanzioni. Ogni contribuente può accedere al proprio cassetto fiscale sul servizio Fisconline nel quale troverà l’F24 integrativo già compilato, da stampare per il pagamento degli importi dovuti e per l’invio. Il documento precompilato è disponibile solo per alcuni tipi di reddito, per gli altri sarà possibile utilizzare un prospetto disponibile sempre nel cassetto fiscale;
  • i contribuenti che ritengono che l’errore sia da parte dell’Agenzia, devono inviare  i documenti giustificativi direttamente agli uffici o tramite il canale Civis, per chiudere la
    posizione del contribuente.

Ricordiamo che per ottenere chiarimenti i contribuenti possono rivolgersi a uno dei Centri di assistenza multicanale (Cam) dell’Agenzia,  numero tel. 848.800.444 da telefono fisso e
06.96668907 da cellulare (costo in base al piano tariffario applicato dal gestore), dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, oppure in uno  degli uffici territoriali della Direzione Provinciale
dell’Agenzia delle Entrate.

Maggiori informazioni sulle lettere di compliance sono disponibili anche sul sito dell’Agenzia seguendo il percorso: Cosa devi fare > Compliance, controlli, contenzioso e strumenti deflativi > Attività per la promozione della compliance.


CONDIVIDI
Articolo precedenteBitcoin, spunti per una regolamentazione antiriciclaggio
Articolo successivoConcorso OSS, pubblicato bando da 146 posti all’Asp di Bolgna

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here