Dopo la pubblicazione in Gazzetta nei giorni scorsi del Regolamento per il Concorso Dirigenti Scolastici (d.m. 138/2017), c’è grande attesa per l’arrivo del bando che svelerà anche il numero dei posti disponibili. Quest’ultimo dovrebbe essere intorno ai 2.000 per coprire almeno in buona parte i posti vacanti, coperte negli ultimi anni dalle reggenze. Leggi Oggi vi terrà aggiornati in tempo reale sull’uscita del bando di Concorso

In attesa della pubblicazione del bando analizziamo meglio cosa prevede il Regolamento del Concorso per Dirigenti scolastici, a partire dai requisiti per partecipare.

Nell’articolo 6 del Regolamento sono elencati i requisiti che i candidati devono possedere per poter accede al Concorso:

  • essere assunti nelle scuole statali con contratto a tempo indeterminato, confermato in ruolo ai sensi della normativa vigente,
  • essere in possesso di diploma di laurea magistrale, specialistica, o di laurea conseguita in base al previgente ordinamento, di diploma accademico di secondo livello rilasciato dalle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, o di diploma accademico di vecchio ordinamento congiunto con diploma di istituto secondario superiore,
  • aver effettivamente reso, nelle scuole del sistema nazionale di istruzione un servizio di almeno cinque anni.

Precisiamo che per raggiungere i 5 anni di servizio possono essere considerati anche gli anni di precariato e che un anno di servizio consiste in almeno 180 giorni o, dice il Regolamento, dal 1° febbraio fino alla fine delle operazioni di scrutinio finale.

Da rilevare anche che nel Regolamento si dice che il servizio sia stato reso “nelle istituzioni scolastiche ed educative del sistema nazionale di istruzione”, quindi è valido anche quello svolto nelle scuole paritarie.

Restano esclusi dal Concorso per Dirigenti Scolastici i precari nonostante siano abilitati e abbiano 5 anni di servizio, e i neo immessi in ruolo, almeno fino al superamento dell’anno di prova.

Per la preparazione consigliamo

Dirigente scolastico

Dirigente scolastico

Alessandro Basso - Piervincenzo Di Terlizzi, 2017, Maggioli Editore

Il volume intende essere un testo operativo e di sintesi e fornire una rapida panoramica delle questioni principali da affrontare nelle varie prove dl concorso per dirigenti scolastici, con suggerimenti di tipo pratico sui temi imprescindibili agli occhi di una commissione...




CONDIVIDI
Articolo precedenteClausola di irresolubilità e sole remedy: profili di ammissibilità
Articolo successivoApe volontaria, tutte le novità del decreto

1 COOMENTO

  1. Considerazione: chi è in ruolo da anni come funzionario pedagogico dei servizi educativi di un comune , ha i 5 anni nella scuola paritaria come requisito non può partecipare ….. Assurdo considetato che il compito del ruolo ricoperto di un funzionario dell’aera servizi educativi richiede la gestione dei servizi dell’infanzia, il raccordo con le scuole primarie ed inoltre svolge parecchie attività amministrative e pedagogiche legate al mondo della scuola !!!!

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here