legge di bilancio

Nei giorni scorsi il Senato ha dato il via libera definitivo con 146 sì e 113 no, al Ddl Concorrenza. Il provvedimento, dopo un iter di quasi 900 giorni e diverse modifiche, è finalmente diventato legge. Diverse sono le novità per il lavoro, i professionisti, le assicurazioni, le tariffe di luce e gas, vediamole nel dettaglio.

Preventivo scritto obbligatorio per i professionisti

Il ddl concorrenza ha introdotto l’obbligo per gli avvocati di fornire a tutti i clienti un preventivo relativo alla prestazione richiesta con i costi dettagliati per ogni voce di spesa, sempre in forma scritta. È esteso a tutti i liberi professionisti l’obbligo di comunicare ai committenti il grado di complessità dell’incarico e gli estremi della polizza assicurativa.

Sulle società tra avvocati, il ddl limita il ruolo dei soci di solo capitale stabilendo che almeno i due terzi del capitale sociale e dei diritti di voto devono essere ritenuti da soci professionisti. In mancanza di questo requisito, la società di avvocati verrà cancellata dall’apposita sezione dell’albo.

Cambiamenti  in vista anche per i notai: il criterio che determina la loro distribuzione sul territorio italiano in rapporto alla popolazione scende da 1 ogni 7.000 abitanti a 1 ogni 5.000.

Sconti per le assicurazioni auto

Il provvedimento appena approvato prevede degli sconti sull’assicurazione auto per i cittadini che non causano incidenti da 4 anni pur vivendo in province ad alto tassi di sinistri stradali. La tariffa ridotta sarà applicata se gli automobilisti installeranno sul loro veicolo la scatola nera, il cui obbligo sarà regolamentato da un apposito decreto entro un anno dall’entrata in vigore della norma.

Avranno accesso allo sconto gli automobilisti che acconsentiranno all’ispezione del veicolo e all’installazione del meccanismo che impedisce l’avvio dell’auto in caso di elevato tasso alcolemico.

Previsto anche il rinnovo tacito delle polizze assicurative (escluse le Rc auto) del ramo danni e rischi accessori al momento della loro scadenza naturale.

Luce e gas e Telefonia

Dal 2019 avremo solo società che operano nel mercato libero di Luce e Gas.

Per quanto riguarda le modalità di sottoscizione e di recesso dai contratti di telefonia e pay tv saranno semplificate le procedure per le migrazioni dei clienti da un operatore telefonico all’altro. Introdotto il recesso o il cambio di gestore via internet senza bisogno di inviare raccomandate o di andare a un centro clienti.

Banche, prezzi comparati sul sito gestito del Mef

Un sito internet gestito dal Mef  mostrerà la comparazione dei prezzi dei servizi offerti dagli istituti bancari. I clienti avranno il diritto di sostituire la polizza accessoria al mutuo offerta dall’istituto di credito con una propria.

Farmacia, nuovi orari di apertura

Parte la liberalizzazione degli orari di apertura delle farmacie, fatti salvi gli obblighi di apertura. Viene eliminato il tetto di 4 licenze per titolare.

Multe e citazioni ricevute anche con poste private

Dal 10 settembre prossimo potremo ricevere multe, atti giudiziari come citazioni e decreti ingiuntivi anche con i servizi di poste private, non c’è più quindi l’esclusiva riservata dalla legge a Poste italiane nella notifica a mezzo posta.


CONDIVIDI
Articolo precedenteVoluntary bis, scadenza prorogata al 2 ottobre
Articolo successivoConcorso Polizia di Stato, cosa studiare per la prova scritta

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here