concorso scuola 2016

Prenderà il via lunedì prossimo la prova scritta del Concorso Polizia di Stato per 1148 agenti. Ecco tutte le informazioni utili per arrivare in tempo e preparati alla prima prova del Concorso.

Prima prova, cosa studiare

La prova scritta consiste nella compilazione di un questionario di 80 domande a risposta multipla di cui una sola corretta. Le domande di ciascun questionario, sono tratte dalla banca dati di 6000 quesiti, riguardano:
– lingua italiana: 10;
– letteratura italiana: 10;
– storia: 10;
– geografia: 6;
– scienze: 4;
– cittadinanza e Costituzione: 10;
– aritmetica: 5;
– geometria: 5;
– lingua inglese o francese: 10;
– informatica: 5;
– tecnologia: 5.

Ogni questionario sarà diverso dagli altri,  nel rispetto del numero di quesiti per ciascuna materia.
Il tempo a disposizione dei candidati per la prova è di 60 minuti.

A partire dal giorno successivo della prova ogni candidato potrà prendere visione, scaricare e stampare di:

  • proprio questionario,
  • “modulo risposte” e “modulo anagrafico”,
  • punteggio conseguito e della griglia di correzione riferita al proprio
    questionario dal sito Polizia di Stato, sezione concorsi, effettuando una
    procedura di autenticazione.

I risultati di ogni seduta d’esame saranno pubblicati, appena disponibili, sul sito della Polizia di Stato, nella sezione concorsi sotto forma di elenco anonimo sul quale è riportato il punteggio conseguito in corrispondenza del numero identificativo di ciascun candidato.

Documenti da portare

Per sostenere la prova scritta i candidati devono presentarsi, muniti di un valido documento d’identità e della ricevuta della domanda di partecipazione al concorso, nella sede, nel giorno e nell’ora indicati nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4a serie speciale “Concorsi ed Esami” del 18 luglio 2017.
Il candidato che non si presenta nel luogo, nel giorno e nell’ora stabiliti per sostenere la prova scritta è escluso dal concorso con decreto, quale che sia la ragione dell’assenza, ai sensi dell’art. 60, c. 1, D.M. 129/2005.

Come arrivare alla sede d’esame

I candidati al concorso, per raggiungere i padiglioni-aule d’esame, dovranno accedere attraverso l’ingresso EST  della Nuova Fiera di Roma sito in via A.G. Eiffel (traversa Via Portuense). Per i candidati che arriveranno in treno, sarà messo a disposizione un Bus-Navetta gratuito dalla stazione ferroviaria “FERMATA FIERA DI ROMA” fino al suindicato ingresso Est.
Sono disponibili quattro aree di parcheggio a pagamento (P2, P1, P5, P6) alle quali possono accedere, con le proprie autovetture,  sia i candidati che gli eventuali accompagnatori. Ecco le indicazioni su come arrivare alla Fiera di Roma.

Altre indicazioni utili

Le donne in evidente stato di gravidanza o con esigenze di allattamento con la necessità di essere assistite da un accompagnatore sono invitate a darne immediata comunicazione all’arrivo nella sede d’esame.

È vietato introdurre nell’aula d’esame valige, borse, borselli, telefoni cellulari, carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni di qualsiasi genere, ivi compresi codici, leggi, decreti e dizionari linguistici, nonché strumenti elettronici idonei a memorizzare, trasmettere o elaborare dati senza eccezione alcuna.

Sarà consentito portare al seguito esclusivamente: cibo, bevande e farmaci strettamente necessari.

Ricordiamo che successivamente i candidati dovranno affrontare altre 3 prove:  efficienza fisicaaccertamenti psico-fisici e accertamento attitudinale. Come specificato dal bando, il mancato superamento anche di una sola delle prove comporta, l’esclusione dal concorso.


CONDIVIDI
Articolo precedenteIl ddl Concorrenza è legge, cosa cambia per gli avvocati
Articolo successivoDdl Concorrenza, tutte le novità sui fondi pensione

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here