Concorso a Cattedra 2017

Concorso a Cattedra. Pubblicate le date d’esame per lo svolgimento delle prove suppletive del concorso a cattedra 2016, rivolte a quei candidati che hanno ottenuto dal giudice la possibilità di partecipazione al concorso.

È disponibile il calendario dei giorni e dei luoghi in cui si svolgeranno gli esami, tra il 3 e i 20 aprile 2017: proprio per questo motivo, infatti, è appena stata procrastinata la data di inizio dei corsi di specializzazione del TFA Sostegno, finora previsto in concomitanza con le date del concorso a cattedra. Ciò aveva infatti precluso agli insegnanti interessati di partecipare ad entrambe le procedure, violandone così un diritto (leggi di più).

Concorso a cattedra: si inizierà con le classi

  • A16 (Disegno artistico e modellazione odontotecnica)
  • A51 (Scienze, tecnologie e tecniche agrarie)
  • B17 (Laboratori di scienze e tecnologie meccaniche)
  • AI24 (Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di II grado (Cinese)
  • A56 (Strumento musicale nella scuola secondaria di I grado, Clarinetto).

Gli USR, che devono rendere noti gli elenchi delle sedi presso le quali svolgere le prove e l’abbinamento sedi-candidati, hanno iniziato a pubblicare gli avvisi, come ad esempio l’USR per il Lazio e quello per l’Emilia Romagna.

Prove d’esame: quali sono?

Per quanto riguarda le prove, si riepiloga quanto segue:

  • la prima prova scritta o scritto-grafica per i posti comuni e di sostegno sarà “computer based” (quindi il candidato potrà leggere i quesiti e rispondere attraverso una piattaforma online). La durata è stata determinata in 150 minuti e consterà di 8 quesiti, di cui 6 a “risposta aperta” di carattere metodologico – didattico – organizzativo – legislativo.
  • le prove scritte sono inerenti alla trattazione articolata di tematiche disciplinari, culturali e professionali, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento

A concorrere nella determinazione del punteggio ci sarà anche la valutazione dei titoli personali dei candidati, che avverrà sulla base della Tabella A allegata ai singoli bandi, ma non si possono superare complessivamente i 20 punti.

Si ricorda, infine, che i candidati dovranno presentarsi presso le sedi in cui si svolgeranno gli esami muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità, codice fiscale, nonché di copia della ricevuta del versamento dei diritti di segreteria, da esibire e consegnare al momento delle operazioni di riconoscimento.

L’ora di lezione non basta

L’ora di lezione non basta

Marco Orsi, 2015, Maggioli Editore

Galileo aveva vestito il suo occhio con il cannocchiale: ciò gli permise di scoprire la configurazione delle cose celesti. In questo libro l’autore propone di vestire a nuovo le classi delle nostre scuole.Se la formazione è così fondamentale come si dice, allora gli...




CONDIVIDI
Articolo precedenteTFA 2017: tutto rinviato. Sospesi i bandi per il sostegno
Articolo successivoRiforma responsabilità medica 2017: cosa è cambiato con il Ddl Gelli

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here