concorso agenzia delle entrate

Negli ultimi giorni si sta parlando di un eventuale rinvio dei concorsi dell’Agenzia delle Entrate, a causa dell’approvazione del Decreto milleproroghe (ovvero del Decreto legge numero 244 del 30 dicembre 2016).

ATTENZIONE, però: il Decreto milleproroghe non contempla norme che possano influenzare la selezione dei nuovi FUNZIONARI AMMINISTRATIVO-TRIBUTARI, ma fa riferimento principalmente ai due concorsi per l’individuazione dei nuovi DIRIGENTI, che sono già in atto (il concorso per 175 posti del 2010 e il concorso per 403 posti del 2014) e sui quali pendono alcuni ricorsi che stanno rallentando l’iter concorsuale (lo screenshot seguente è relativo al DODICESIMO avviso di rinvio di una delle due procedure concorsuali. Nel frattempo, per sopperire alla carenza dei dirigenti, l’Agenzia delle Entrate ha proceduto con l’assegnazione di POS e POT (le POS sono posizioni organizzative speciali e le POT posizioni organizzative a tempo: praticamente, con questi incarichi, ad alcuni funzionari sono stati conferiti “poteri speciali” in attesa che vengano selezionati i nuovi dirigenti).

Agenzia delle Entrate screen

Sul nuovo concorso per funzionari amministrativo-tributari bisogna ancora pazientare un po’, ma non moltissimo: intanto nelle prossime settimane verranno svolte le prove orali dei concorrenti che hanno svolto il tirocinio “con riserva” (si tratta dei concorrenti a cui la magistratura ha concesso la misura cautelare); poi l’agenzia procederà all’esaurimento della graduatoria del precedente concorso (quello per 892 funzionari amministrativo-tributari); poi, tra giugno e luglio, è probabile che vengano pubblicate le sentenze definitive inerenti i ricorsi pendenti, sentenze che potrebbero modificare la struttura dei prossimi bandi, in merito allo svolgimento dell’iter concorsuale. Dopo questi passaggi sarà pubblicato il nuovo bando per funzionari amministrativo-tributari.

Concorso per funzionari amministrativo-tributari

Nell’attesa che venga attivata la nuova procedura concorsuale (è questione di alcuni mesi), vi consiglio di ricominciare con l’allenamento, soprattutto sui quiz attitudinali, che richiedono conoscenze, competenze e abilità per poter essere svolti correttamente e celermente: nell’ultimo concorso, aldilà della difficoltà dei quiz assegnati, molti concorrenti hanno avuto difficoltà a gestire in modo ottimale il tempo a disposizione, 40 minuti per 50 quiz. A breve avrò modo di fornirvi consigli specifici sull’approccio ottimale da adottare con questa tipologia di prove.


CONDIVIDI
Articolo precedenteDdl Gelli: leggi il Testo della Nuova Legge sulla Responsabilità Medica
Articolo successivoFisco, il Reddito Medio aumenta ma il 45% è sotto i 15.000 euro

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here