Garanzia Giovani 2017

A cura di Davide Basile

Garanzia Giovani 2017. Buone notizie per i giovani in cerca di lavoro: nel 2017 sono previste una serie di agevolazioni per le imprese che assumono lavoratori al di sotto dei 30 anni iscritti al programma. L’iniziativa, che mira a contrastare il fenomeno sempre più grave della disoccupazione giovanile, è finanziata dall’Unione Europea e coordinata in Italia dall’anno scorso dall’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (Anpal).

Ma vediamo in cosa consistono le agevolazioni sull’assunzione di giovani lavoratori per il 2017.

Garanzia Giovani: Le agevolazioni per le assunzioni degli under 30

L’Anpal ha confermato per il 2017 lo stanziamento di 200 milioni dai fondi europei per il finanziamento del progetto di lotta alla disoccupazione giovanile.

Nello specifico, l’agevolazione riguarderà le assunzioni di lavoratori tra i 15 e i 29 anni iscritti al programma Garanzia Giovani. Nel 2017, i datori di lavoro che assumeranno a tempo indeterminato giovani disoccupati, non impegnati in percorsi di istruzione e iscritti al programma avranno diritto allo sgravio contributivo fino a un massimo di 8.060 euro per lavoratore.

Garanzia Giovani: Bonus anche per i contratti a tempo determinato e part-time

Gli sgravi contributivi non riguarderanno, però, solo le assunzioni a tempo indeterminato. Come riporta il sito dell’Anpal, sono previsti bonus anche “per chi assume nel 2017 con un contratto a tempo determinato di almeno 6 mesi o di apprendistato professionalizzante”.

Nel caso di contratto a tempo determinato, il bonus si ridurrà della metà: potrà essere quindi pari al massimo a 4.030 euro annui.

Nel caso invece di contratto a tempo indeterminato ma part-time, l’agevolazione è sempre prevista ma si riduce in maniera proporzionale. Stessa sorte tocca ai contratti che vengono interrotti anticipatamente.

La legge di bilancio 2017

La legge di bilancio 2017

Elisabetta Civetta, 2017, Maggioli Editore

Con la recente riforma operata dalla legge 4 agosto 2016, n. 163 sulla legge di contabilità e finanza pubblica n. 196/2009, i contenuti della legge di bilancio e della legge di stabilità sono ora ricompresi in un unico provvedimento, costituito dalla nuova legge di bilancio, ossia...



Come funziona la Garanzia Giovani 2017?

I 200 milioni garantiti dai fondi europei per il 2017 sono di fatto una conferma dei finanziamenti già ricevuti dall’Italia e da altri Paesi membri l’anno scorso.

Il programma Garanzia Giovani (Youth Guarantee) è infatti un Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile già attivo da qualche anno per tutti gli Stati con tassi di disoccupazione superiori al 25%. L’obiettivo è quello di attuare delle politiche attive comuni di formazione ed inserimento nel mondo del lavoro per tutti i giovani al di sotto dei 30 anni.

Come ci si iscrive a Garanzia Giovani?

Possono iscriversi al programma, e partecipare a tutte le iniziative di formazione e inserimento, tutti i cittadini italiani tra i 16 e i 29 anni che non sono impegnati in attività lavorative e allo stesso tempo non sono inseriti in corsi scolastici o formativi (i cosiddetti giovani “NEET“).

Sono ammessi inoltre, al possesso dei requisiti sopraindicati, gli stranieri extraeuropei regolarmente soggiornanti in Italia.

Per entrare a far parte del programma, è necessario compilare il modulo online al sito www.garanziagiovani.gov.it con i propri dati personali e seguire le istruzioni una volta che il sistema avrà inviato le credenziali per l’accesso all’indirizzo mail indicato.


CONDIVIDI
Articolo precedenteMilleproroghe 2017: Sisma Bonus ed Editoria, cosa è cambiato?
Articolo successivoRiforma Madia 2017, ok del Consiglio dei Ministri. Come cambia la PA

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here