Scadenza canone rai

Oggi, 31 gennaio 2017, scade il termine entro cui pagare il Canone Rai. Sono chiamati a versare l’importo entro oggi sia coloro che hanno scelto di effettuare un pagamento con mono rata, sia coloro che, invece, ricorreranno alle rate semestrali o trimestrali.

  • Scarica il Modello F24 con cui pagare il Canone Rai (clicca qui)

Non sai se sei tra le categorie di contribuenti che rientrano nel pagamento con F24? Controlla leggendo: Canone Rai e doppia scadenza 31 gennaio, pagamento o esenzione?

Scadenza Canone Rai: come ottenere l’esenzione?

Inoltre, oggi è l’ultimo giorno utile anche per richiedere l’esonero dal pagamento del Canone Rai, attraverso l’invio del modello di dichiarazione sostitutiva predisposto dall’Agenzia delle Entrate.

  • Scarica il Modello di Dichiarazione sostitutiva per l’esenzione (clicca qui)

Si ricorda che dalla Legge di Stabilità 2016 vige la presunzione di possesso di almeno un apparecchio radiofonico da parte di tutti coloro che abbiano un contratto di fornitura di energia elettrica nel luogo in cui hanno residenza anagrafica. Pertanto, per ottenere l’esenzione dal pagamento, qualora se ne abbia il diritto, il referente dovrà necessariamente compilare e inviare il modulo apposito.

Non sai se rientri tra gli esenti? Per saperlo, leggi: Esenzione Canone Rai, ecco il modulo per il 31 gennaio

Ma quanto costa il canone Rai 2017?

Sappiamo che la Legge di Stabilità 2017 ha ridotto di dieci euro il prezzo del canone. Si pagheranno 90 euro in dieci rate mensili qualora si opti per l’abbonamento annuale. Quello semestrale costa 45,94 euro mentre quello trimestrale 23,93 euro.

Cosa succede se si acquista il televisore durante il corso dell’anno?

Nel caso in cui si acquisti un nuovo televisore o si dia inizio per la prima volta ad un contratto di fornitura di energia elettrica ad anno 2017 inoltrato, il canone Rai andrà comunque pagato, ma con tariffe tanto più ridotte quanto più sia alto il numero di mesi già trascorsi.

In particolare, in caso di abbonamento annuale, a partire da

  • febbraio, il costo residuo da pagare in rate sarà di 84,46 euro;
  • marzo, il costo residuo da pagare in rate sarà di 77,16 euro;
  • aprile, il costo residuo da pagare in rate sarà di 69,86 euro;
  • maggio, il costo residuo da pagare in rate sarà di 62,55euro;
  • giugno, il costo residuo da pagare in rate sarà di 55,25 euro;
  • luglio, il costo residuo da pagare in rate sarà di 47,95 euro;
  • agosto, il costo residuo da pagare in rate sarà di 40,64 euro;
  • settembre, il costo residuo da pagare in rate sarà di 33,34 euro;
  • ottobre, il costo residuo da pagare in rate sarà di 26,04 euro;
  • novembre, il costo residuo da pagare in rate sarà di 18,73 euro;
  • dicembre, il costo residuo da pagare in rate sarà di 11,43 euro;

In caso di abbonamento semestrale, invece, il costo sarà per

  • Gennaio-giugno di 45,94 euro;
  • Febbraio-giugno di 38,63 euro;
  • Marzo-giugno di 31,33 euro;
  • Aprile-giugno di 24,03 euro;
  • Maggio-giugno di 16,72 euro;
  • Giugno di 9,42 euro;

Fonte: Circolare n. 45/E del 30/12/16 della Agenzia delle Entrate


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here