Mentre cresce l’attesa per il bando (o meglio i bandi: infanzia e primaria; secondaria di I e II grado; sostegno) del maxi concorso scuola 2016, continuano le anticipazioni, presunte o veritiere che siano, sui definitivi requisiti di accesso e su chi potrà concretamente parteciparvi.

PER SAPERE TUTTO SUL CONCORSO SCUOLA 2016 VAI ALLO SPECIALE

IN ATTESA DEL BANDO: COSA DEVONO FARE I DOCENTI INTERESSATI?

– Come presentare domanda?

Tutti i candidati interessati a partecipare al concorso scuola 2016 dovranno collegarsi al portale istanze online. E’ stato, al riguardo, chiarito dal Miur come tutti i docenti interessati dovranno trasmettere, via telematica, la propria domanda d’iscrizione.

Per questo motivo si richiederà il collegamento al sito istanze online, dove bisognerà registrarsi e consecutivamente entrare nella propria area riservata.

I candidati, in tal modo, potranno compilare online la domanda d’iscrizione e poi inoltrarla.

– Quale scadenza per la domanda?

Si ricorda che la scadenza per la presentazione delle domande è riportata sulle pagine del bando. La pubblicazione del bando è prevista per il 1° febbraio 2016.

CONCORSO SCUOLA 2016: I CANDIDATI NON ABILITATI POSSONO PARTECIPARE?

In attesa dell’uscita dei bandi, resta questo uno degli interrogativi più sentiti. Stando a quanto dichiarato dal Ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, non ci sarebbe alcuna possibilità che i non abilitati possano partecipare all’imminente maxi concorso a cattedra.

– Quali sono requisiti per accedere?

L’abilitazione all’insegnamento, infatti, risulta essere il requisito fondamentale per poter accedere al concorso scuola. Tutti i docenti candidati che non possiederanno il requisito dell’abilitazione entro la data di scadenza del bando, di conseguenza, non potranno presentare la domanda d’iscrizione al concorso. Tra i docenti in possesso dell’abilitazione e quindi ammessi alla presentazione della domanda d’iscrizione fanno parte anche:

a) TFA I ciclo;

b) TFA II ciclo;

c) PAS;

d) congelati SISS;

e) SFPVO Laureati in Scienze della Formazione Primaria (secondo il vecchio ordinamento) che hanno conseguito la laurea dopo il 2010-2011;

f) candidati aventi diploma magistrale abilitante.

– Quale destino per i diplomati magistrali abilitanti?

Si deduce, quindi, che i diplomati magistrali abilitanti potranno accedere al concorso a cattedra. Questo perché a questi soggetti risulta appunto riconosciuto il diploma di scuola superiore come abilitante, specificando che però il riferimento va a tutti i candidati che hanno conseguito il titolo entro l’anno scolastico 2001/2002. Questa categoria di docenti, quindi, potrà collegarsi al portale istanze online per inoltrare la domanda d’iscrizione al concorso scuola 2016.

CONCORSO SCUOLA 2016: E IL BANDO RELATIVO AL TFA?

Per chi ancora attende il bando relativo al TFA terzo ciclo, purtroppo, non si delineano buone prospettive in quanto non potranno partecipare al maxi concorso a cattedra, non possedendo l’abilitazione all’insegnamento.

Vuoi superare il Concorso Scuola 2016? Ecco i libri ti servono:

Avvertenze generali al concorso a cattedra nella scuola dell’infanzia

Organizzazione e legislazione scolastica dopo la Buona Scuola

Avvertenze generali al concorso a cattedra nella scuola secondaria di II grado

Avvertenze generali al concorso a cattedra nella scuola primaria

Legislazione scolastica

Avvertenze generali per tutte le classi di concorso

Avvertenze generali al concorso a cattedra nella scuola secondaria di I grado

Matematica

Bisogni Educativi Speciali (BES)


CONDIVIDI
Articolo precedenteJobs Act autonomi: oggi in CdM. Tutto su Lavoro Agile, flessibilità, incentivi fiscali
Articolo successivoLexus RX MY 2016, il lussuoso SUV mette in mostra il suo dinamismo

3 COMMENTI

  1. buonasera ho una laurea in farmacia presa nel 2005 posso partecipare al concorso per l’insegnamento anno 2016? quali materie posso insegnare ed in quali istituti?

  2. Ma quindi coloro che possiedono una laurea del vecchio ordinamento (anno 1999 Filosofia) ) senza abilitazione non possono accedere al concorso? Qualcuno mi saprebbe rispondere, il sindacato non sa dirmi niente!

    Scusate e grazie!

    piera

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here