Con l’immissione dell’addebito del canone Rai nella bolletta di energia elettrica, prevista dalla legge di Stabilità 2016, sono emersi nuovi interrogativi circa le modalità e i casi in cui effettuare il versamento.

VAI ALLO SPECIALE SU CANONE RAI 2016

In realtà, la sola modifica apportata dalla manovra finanziaria per il 2016 si limita al sistema con cui viene riscosso il canone, non cambiando nulla riguardo sia al presupposto di imposta che al soggetto passivo sul quale ricade l’obbligo del pagamento.

VAI ALLO SPECIALE SU LEGGE DI STABILITA’ 2016

CANONE RAI: SULLA SECONDA CASA SI DEVE PAGARE?

LEGGI ANCHE: Canone Rai: tv in streaming o on demand, bisogna pagare?

Uno degli interrogativi più ricorrenti riguarda la questione delle seconde case. L’imposta sulla televisione deve essere pagata una sola volta per ciascun nucleo familiare, in maniera svincolata e indipendente dal numero di abitazioni che si possiedono.

La problematica è riemersa in quanto, dal 1° gennaio 2016, la tassa sulla detenzione della tv sarà riscossa dallo Stato tramite la bolletta della luce. Di conseguenza, sono diversi i contribuenti che sono preoccupati di vedersi recapitare l’addebito dell’abbonamento tv sulla fattura per la fornitura dell’energia elettrica di ciascun  immobile posseduto, dunque anche di quelli diversi dalla casa di residenza.

In realtà, il canone Rai va pagato uno sola volta per nucleo, anche qualora si possegga la seconda abitazione, a meno che non si verifichi il trasferimento di residenza da parte di uno dei componenti della famiglia. Ma procediamo con ordine, chiarendo la questione punto per punto.

CANONE RAI: ADDEBITO SULLA BOLLETTA DI QUALE CASA?

L’addebito del canone Rai scatterà solo sull’utenza elettrica relativa all’immobile in cui il contribuente ha stabilito la propria residenza anagrafica.

A questo fine, farà fede la dichiarazione recapitata dall’utente alla società di energia elettrica al momento dell’atto della sottoscrizione dell’annesso contratto.

E’, dunque, onere dell’utente comunicare tempestivamente alla società della luce ogni subentrato cambiamento di residenza.

CANONE RAI: IL PAGAMENTO COPRE ANCHE LA SECONDA CASA?

LEGGI ANCHE: Canone Rai: quali sono gli apparecchi esenti? L’elenco completo

L’effettuato versamento del canone sulla bolletta della luce attinente all’abitazione di residenza copre rispettivamente:

1) il contribuente e tutti i membri che appartengono allo stesso nucleo familiare inteso come famiglia anagrafica, quindi le persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi abituale dimora nel medesimo Comune.

Fino a quando tali membri appartengono al medesimo nucleo familiare, quindi, non saranno tenuti a pagare il canone Rai, poiché il versamento verrà effettuato esclusivamente dal soggetto che risulta essere l’intestatario della bolletta della luce.

2) Tutti gli altri immobili posseduti dal contribuente e dal rispettivo nucleo familiare. Nel caso in cui, quindi, il contribuente o il coniuge possieda una seconda casa, su quest’ultima non verrà applicato l’addebito del canone Rai in bolletta, dal momento che l’addebito sarà limitato alla bolletta della casa di residenza del soggetto intestatario del contratto della luce.

Attenzione, però, perché se uno dei due coniugi ha residenza nella seconda casa sarà tenuto a pagare un secondo canone Rai. Ad esempio, se il marito ha residenza nella casa di Roma mentre la moglie nell’abitazione di Milano, il marito dovrà pagare l’imposta sulla tv mediante il contratto della luce della propria casa di residenza a Roma, invece la moglie sarà tenuta ad effettuare il versamento con la bolletta della casa di Milano.

Quindi, riassumento:

a) Il canone Rai sarà addebitato solo sulla bolletta della casa di residenza anagrafica.

b) Il pagamento del canone Rai coprirà tutti gli altri immobili posseduti dal contribuente e dai membri appartenenti al medesimo nucleo familiare, per cui non sarà richiesto un secondo pagamento.

c) La società di fornitura di energia elettrica non addebiterà il canone Rai sulla bolletta della luce della seconda casa, in tutti i casi in cui abbia ricevuto da parte del contribuente, al momento della stipulazione del contratto di fornitura, la comunicazione circa la sussistenza di immobile non destinato alla residenza anagrafica.

d) In tutti i casi in cui  i coniugi possiedono due case, avendo ciascuno la propria residenza in un immobile diverso da quello dell’altro coniuge, è dovuto per ognuno un autonomo pagamento del canone Rai.

CANONE RAI: QUANTE VOLTE SI DEVE PAGARE IN CASO DI CONVIVENZA?

Qualora vi sia una situazione di convivenza, invece, trattandosi di membri conviventi e dunque non appartenenti allo stesso nucleo familiare, i versamenti da effettuare saranno 2.

Da un lato, infatti, l’intestatario della bolletta della luce dovrà pagare appunto con la bolletta, dall’altro lato, l’altro o gli altri soggetti saranno tenuti a farlo mediante bollettino postale.

CANONE RAI: COME FARE SE VIENE UGUALMENTE ADDIBITATO PER LA SECONDA CASA?

Come detto, è lo stesso contribuente che deve fornire alla società elettrica, all’atto della stipulazione del contratto di fornitura, la precisazione della destinazione di tale immobile. Per cui, se indicherà che la seconda casa non è l’abitazione di residenza, la società elettrica non addebiterà sulla relativa bolletta il canone Rai.

Se, tuttavia, la bolletta della luce della seconda casa contiene ugualmente l’addebito del canone Rai, il contribuente per far rettificare la bolletta alla società elettrica, dovrà precisare che si tratta di un immobile non destinato alla residenza.

CANONE RAI: COME FARE SE NELLA PRIMA CASA NON C’E’ LA TV MA NELLA SECONDA CASA Sì?

Il contribuente, per non vedersi recapitare l’addebito del canone Rai nella bolletta della luce della prima casa, ogni anno, sarà tenuto a trasmettere alla società della luce e all’Agenzia delle Entrate (Ufficio 1 di Torino) una dichiarazione in cui fa sapere di non possedere, nella casa di residenza, la televisione.

Allo stesso modo, però, sarà tenuto a versare comunque il canone Rai in quanto presente la televisione nella seconda abitazione. In questo caso l’addebito andrà versato tramite bollettino in quanto, trattandosi di immobile non di residenza, l’annessa bolletta non sarà addizionata dell’imposta.

CANONE RAI: COME FARE SE SIA NELLA PRIMA CHE NELLA SECONDA CASA NON C’E’ LA TV?

Anche in questo caso, il contribuente, una volta all’anno, dovrà inviare all’Agenzia delle Entrate e, per conoscenza, alla società elettrica, una dichiarazione in cui comunicare la mancata detenzione dell’apparecchio televisivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


21 COMMENTI

  1. Giovanni
    Cosa bisogna fare per non pagare due canoni TV avendo io e mia moglie una casa per ciascuno con contratti residenziali intestati ad ognuno.
    grazie

  2. Ho una seconda casa arredata data in affitto a mia madre a titolo gratuito, ha superato gli anni 75. Mia madre è intestataria della bolletta luce, deve pagare il canone TV? Grazie

  3. Mio padre ha un appartamento di 2 piani intestato a lui dove uno abita lui ed un altro abito io ma abbiamo in comune un solo contattore della corrente. Che devo fare, devo pagare anche io? Rispondetemi

    Quando sarà il momento che l’appartamento al 2 piano sarà intestato a me ma sempre con un solo contatore in comune , che dovrò fare ? Rispondetemi

  4. casa di residenza. bolletta luce e canone TV intestato al marito. Casa non di residenza ,bolletta luce intestata alla moglie. comunione dei beni. Si deve mandare qualche documento? grazie per cortese risposta.

  5. Abito in villetta con due appartamenti di proprietà di mio padre, utenza elettrica unica intestata al sottoscritto, attualmente paghiamo due canoni RAI; mio padre è anche possessore di altro immobile con utenza elettrica a lui intestata, non utilizzata, e senza televisore! Il sottoscritto è possessore di seconda casa, quindi seconda utenza elettrica, senza televisore. Come devo contenermi?

  6. Buon giorno mia figlia ha due utenze elettriche una dove abita e una in un appartamento comprato in società
    con la sorella dal momento che sulla seconda utenza non risulta essere residente li deve fare qualcosa o può stare tranquilla che gli verrà addebitato il canone RAI solo dove ha la residenza? Grazie

  7. l’intestataria del canone rai e sempre stata mia moglie, mentre l’utenza elettrica e intestata a me ( suo marito )cosa si deve fare? Grazie .

  8. ho una seconda casa, ereditata dai miei genitori,costruita dopo anni di sacrifici.
    ancora non ci ho capito niente:ho utenza enel a nome mio in tutte e due le case: chiamo l’enel e mi dice che non devo dichiarare niente.
    Insomma devo farla la dichiarazione di possesso seconda casa e a chi devo farla? grazie

  9. Possiedo una casa dove risiedo e ho pagato regolarmente il canone; possiedo inoltre una seconda casa dove il contratto energia elettrica è per non residente. Devo compilare qualche modulo perché non mi venga addebitata il canone rai anche sulla seconda residenza e dove spedirlo?

  10. Secondo me il canone mi arriva d ENEL per la casa di residenza la seconda paga soloENEL non residenti

  11. Possiedo una casa dove risiedo e ho pagato regolarmente il canone; possiedo inoltre una seconda casa dove il contratto energia elettrica è per non residente. Devo compilare qualche modulo perché non mi venga addebitata il canone rai anche sulla seconda residenza e dove spedirlo?

  12. Abito e ho residenza in appartamento di mia moglie con bolletta luce ancora intestata a mio suocero
    e pago regolarmente il canone intestato a mio nome.
    Possiedo a mio nome una casa in altro comune con contratto luce a me intestato.
    Cosa devo fare per evitare doppio addebito del canone ?
    Umberto

  13. Possiedo un appartamento (seconda casa) ho fittato una stanza ad uno studente che possiede il televisore , faccio presente che la bolletta enel ( di questa seconda casa ) è intestata sempre a me proprietario, lo studente in questione risiede nel suo comune di provenienza . domanda : visto che i già pago il canone rai alla prima casa, devo pagarlo anche con la seconda casa, visto che la bolletta enel è sempre intestata a me ? Grazie

  14. cosa bisogna fare se vivo all’estero ed ho una casa in Italia?
    Risulta seconda casa in Italia e pago tutte le bollette come seconda casa. Pare di aver capito che devo ugualmente pagare il canone TV.
    Devo comunque fare notifica all’IREN di mandarmi la bolletta con il canone incluso da pagare?

  15. Possiedo un appartamento (seconda casa) fittato a 3 studenti fuori sede con contratto transitorio di un anno per motivi universitari. Per questa seconda casa si deve pagare il canone? Se si CHI? Vorrei precisare che questi 3 studenti sono residenti nei loro comuni di provenienza e i genitori di ciascuno dei 3 studenti pagano già il canone quindi dicono (i genitori) che i loro figli sono già coperti. Io dal mio canto (come proprietario) pago già il canone per la mia prima casa dove risiedo e ho residenza. Nel mio caso si deve pagare il canone per questa seconda casa? Se SI chi lo deve pagare? Se NO che tipo di autocertificazione si deve produrre all’Agenzia delle Entrate? Adducendo quali motivazioni? Grazie in anticipo.

  16. Io sono intestataria di due contratti ENEL: uno per la casa di residenza e l’altro per la casa dove non risiedo. Quanti canoni devo pagare? e se ne devo pagare uno come devo fare? Grazie. Maria.

  17. Baldassare; io sono intestatario di due contratti Enel: uno per la casa di residenza e l’altro per la casa dove non risiedo, il televisore si trova solamente nella casa dove non risiedo. quanti canoni devo pagare? e se ne devo pagare uno come devo fare? chiedo chiarimenti al riguardo. Grazie

  18. michele ho una seconda casa a Milano è la compagnia a2a ql mare è enel .Mi arriverà solo la bolletta di residenza ho devo comunicare al secondo gestore che non devo pagarla? Seconda domanda un appartamento dato in affitto ammobiliato con televisore occupato da non residenti ma che il contratto luce è a lui intestato achi spetta? Grazie

  19. qualcuno conosce la risposta al quesito posto da Enrico. Nel mio caso canone tv intestato a mia moglie e bolletta elettrica intestata a me. Grazie

  20. Io risulto abbonato da sempre, ma la bolletta della luce arriva a mia moglie,intestataria della casa.Si paga sempre una volta (pagando lei?), anche se risulto proprietario di una seconda casa senza residenza? Grazie

  21. Cosa bisogna fare se l’intestario dell’utenza elettrica è diverso da quello del canone rai pur appartenendo al medesino nucleo familiare (stesso cognome) ?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome