Scade il 31 gennaio il termine per pagare l’abbonamento Rai tramite “tradizionale” bollettino postale per tutti coloro che non se lo troveranno addebitato direttamente sulla bolletta di energia elettrica, così come previsto dalla legge di Stabilità per il 2016.

VAI ALLO SPECIALE SULLA LEGGE DI STABILITA’ 2016

Con le appena introdotte disposizioni circa il nuovo metodo di riscossione del canone tv con la bolletta della luce, infatti, è facile che i contribuenti cadano in errore.

VAI ALLO SPECIALE SU CANONE RAI 2016

CHI DEVE PAGARE IL CANONE RAI CON BOLLETTINO POSTALE?

Il riferimento, questa volta, va a quei contribuenti che non vedranno recapitarsi l’addebito del canone Rai direttamente sulla bolletta della luce in quanto non intestatari di un contratto di utenza elettrica sulla rispettiva abitazione di residenza.

La questione, tuttavia, si complica nei seguenti casi e per i seguenti contribuenti:

1) chi possiede in un certo immobile una tv e una bolletta della luce intestata, ma non ha fissato la residenza in quello stesso immobile;

2) chi possiede la televisione nella propria casa di residenza, risultando però la bolletta intestata ad un soggetto diverso da un familiare appartenente al medesimo nucleo familiare, in quanto nel qual caso il pagamento verrebbe a coprire anche tutti gli altri componenti della famiglia;

3) chi convive con altri soggetti, quali studenti fuori sede, coinquilini, conviventi, badanti, governanti e così via.

Anche queste categorie di contribuenti risultano tenute a pagare il canone tramite bollettino postale entro il termine del 31 gennaio per non risultare evasori.

QUAL E’ L’ULTIMO TERMINE UTILE PER PAGARE IL CANONE CON BOLLETTINO POSTALE?

Per quest’ampia categoria di interessati, infatti, si applica ancora, come è sempre avvenuto, l’obbligo di corresponsione del canone tv tramite bollettino postale alla data di scadenza fissata al 31 gennaio di ogni anno. La disposizione (Articolo 5, R.D. n. 246/1938) che fissa come ultimo termine utile ai fini del versamento questa stessa data, infatti, non è ancora stata abrogata dalla legge di Stabilità 2016.

CHI DEVE PAGARE IL CANONE TRAMITE BOLLETTA DELLA LUCE?

Si tratta di tutti i contribuenti che hanno instaurato un contratto della luce attinente all’abitazione principale, sui quali quindi non pesa la scadenza del 31 gennaio per versare l’acconto relativo al canone Rai.

COSA RISCHIA CHI NON PAGA IL CANONE?

Qualora dovesse risultare evaso il canone verrebbe applicata una sanzione pari a cinque volte il canone stesso. Si ricorda, infine, che è di 10 anni il termine di prescrizione dell’imposta sul possesso della televisione, a meno che vengano inviati da Equitalia atti che interrompano la stessa prescrizione.

PER TUTTI GLI APPROFONDIMENTI SULLE NOVITA’ DELLA LEGGE DI STABILITA’ 2016 CLICCA QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome