Dal 2016 l’addebito del canone Rai, vale a dire dell’imposta sul possesso della televisione, finisce direttamente nella bolletta della luce. E’ quanto stabilito dalla nuova legge di Stabilità, da poco approvata definitivamente.

VAI ALLO SPECIALE SU LEGGE DI STABILITA’ 2016

VAI ALLO SCPECIALE CU CANONE RAI 2016

CANONE RAI: CHI PAGA PER LA CASA IN AFFITTO?

Ma che cosa succede per gli immobili dati in affitto quando il contratto di energia elettrica è intestato al soggetto proprietario e non all’affittuario?

In tal caso, in base a quanto stabilito dalla legge di Stabilità, né per il padrone di casa, né tanto meno per l’inquilino dovrebbe verificarsi la problematica legata al doppio pagamento.

La normativa, infatti, prevede che il versamento della tassa sul possesso dell’apparecchio televisivo vada  effettuato dal contribuente  e dal rispettivo nucleo familiare, nel caso sia stabilita la stessa residenza, una sola volta, indipendentemente dal numero di televisioni o di immobili dotati di apparecchi televisivi detenuti.

LEGGI ANCHE: Canone Rai: seconda casa o residenze diverse, come non pagare?

In sostanza, quindi, il conduttore (affittuario) che già versa il canone Rai per la prima casa, quella dove ha residenza, non sarà tenuto a pagare una seconda volta l’imposta sull’abitazione data in affitto, in modo particolare se il contratto della luce risulta intestato al locatore (proprietario).

Si ricorda, inoltre, che a partire dal mese di luglio 2016, il canone sulla prima casa subirà una maggiorazione sulla bolletta della luce pari a 60 euro, mentre nelle due bollette bimestrali che arriveranno in seguito, il conduttore che versa il canone sulla prima casa si vedrà recapitare il residuo di 40 euro, ossia 20 euro per bolletta con cadenza bimestrale.

Se, invece, tornando al soggetto proprietario dell’immobile affittato quest’ultimo non ha provveduto a fissare la propria residenza nell’immobile in oggetto, e la condizione è stata comunicata alla compagnia elettrica al momento della sottoscrizione del contratto di fornitura di energia elettrica, lo stesso proprietario non vedrà recapitarsi nessuna maggiorazione del canone sulla relativa bolletta della luce, potendola ricevere al massimo sulla bolletta della casa di residenza, sempre se nella stessa abbia provveduto a sottoscrivere personalmente il contratto della luce.


CONDIVIDI
Articolo precedenteDakar 2016 Peugeot: E finalmente è Carlos Sainz
Articolo successivoLa deducibilità delle ricariche telefoniche per i lavoratori autonomi

9 COMMENTI

  1. Buongiorno,ho affittatto, ad una ragazza con regolare contratto, una stanza con bagno ed uso parti comuni nella mia villa dove sono residente ed intestatario delle utenze di energia elettrica. La ragazza è residente e facente parte del nucleo familiare, nell’abitazione dei genitori, i quali già pagano il canone Rai.Io non detengo televisori nella mia abitazione, e l’unico presente è nella stanza della ragazza. Posso presentare il modulo per la non detenzione ed evitare il pagamento del canone Rai?
    Grazie

  2. sono residente in una casa in affitto, il contratto Enel e’ INTESTATO al padrone di casa ed e’ per uso domestico non residenti . come faccio a pagare il canone TV?

  3. Salve, sono in casa in affitto, il contratto luce è intestato a me ma non possiedo un televisore…. il proprietario di casa paga il Canone Rai per la prima abitazione. Devo pagare il canone anche io? Se NO, quale modulo devo compilare per l’esenzione pagamento?
    Grazie, cordiali saluti…

  4. Salve, sono in casa in affitto, il contratto di luce è intestato a me ma non possiedo un televisore… il proprietario di casa paga già il Canone Rai per la prima abitazione. Devo pagarlo anche io?? Se NO, quale modulo devo compilare per avere l’esenzione?
    In attesa di una pronta risposta, porgo distinti saluti
    Grazie

  5. Salve, sono in casa in affitto, il contratto di luce è intestato a me, non possiedo un televisore… il proprietario di casa paga già il canone Rai. Devo pagarlo anche io? Se NO, quale modulo devo compilare x l’esenzione pagamento? In attesa di una pronta risposta, porgo distinti saluti.

  6. Sono residente in una casa in affitto, il contratto Enel è intestato al padrone di casa ed è per uso domestico non residenti, Come faccio a pagare il canone TV?

  7. Sono residente in una casa in affitto, il contratto Enel è intestato al padrone di casa ed è per uso domestico non residenti, Come faccio a pagare il canone TV?

  8. Convivo nella casa della mia compagna avendo la residenza ma nn facendo parte del suo nucleo familiare e la luce e’ intestata a lei…devo pagare?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here