In una recente pubblicazione, l’Inps ha fatto il punto su tutte le novità appena introdotte, a seguito dell’ultima riforma sui pignoramenti di stipendi e pensioni, approvata in via definitiva quest’estate, soffermandosi  in particolare sulle nuove regole in materia di trattenute su pensioni a favore del creditore a titolo di pignoramento. La riforma si viene ad applicare ai pignoramenti di pensioni notificati successivamente al 27 giungo 2015. Ecco, nel dettaglio, le nuove regole di pignoramento.

Pignoramento della pensione accreditata sul conto corrente

Nel caso di accredito su conto bancario o postale intestato al pensionato-debitore, le somme dovute a titolo di pensione, di indennità in luogo di pensione o di altri assegni di quiescenza, possono essere pignorate secondo questi limiti:

  • per tutte le mensilità di pensione accreditate sul conto corrente prima del pignoramento, il creditore può prelevare dal conto esclusivamente l’importo eccedente il triplo dell’assegno sociale (per il 2015 pari a € 448,52 x 3= 1.345,56 euro);
  • per tutte le mensilità di pensione accreditate sul conto corrente nel giorno del pignoramento o in seguito, il creditore può prelevare dal conto gli importi sulla base dei vecchi limiti concessi nel caso di pignoramento presso l’Istituto di Previdenza e che sono:

a) nella generalità dei casi, nella misura massima di 1/5 della paga versata sul conto;

b) per i crediti dello Stato, Province o Comuni, nel limite massimo di 1/5;

c) se il creditore agisce per crediti alimentari, nella misura concessa dal presidente del tribunale o dal giudice delegato;

d) per il pignoramento in concorso di più cause creditorie (quali tributi, alimenti o altro) fino alla metà della base pignorabile.

La sospensione del conto, così come di tutti gli accrediti successivi alla notifica del pignoramento, come in precedenza, rimane fino al momento dell’udienza davanti al giudice dell’esecuzione che è indicata nell’atto stesso di pignoramento. Successivamente all’udienza, il pensionato avrà ancora piena disponibilità sul conto. Il pignoramento su queste somme in violazione dei limiti diventa parzialmente inefficace.

Pignoramento della pensione direttamente all’Istituto di previdenza

Nel caso in cui il pignoramento avvenga invece direttamente all’Inps, non può mai toccare un residuo minimo che deve sempre rimanere a disponibilità del pensionato; tutto il resto può essere pignorato. L’ammontare minimo viene conteggiato sull’importo dell’assegno sociale, aumentato della metà. L’assegno sociale per il 2015 corrisponde a  448,52 euro, ricavandone la metà si ottengono quindi attualmente 224,26 euro; a questo punto si può effettuare la somma dei due importi (assegno sociale + la sua metà) e ciò che ne scaturisce costituisce la misura mai pignorabile. Per il 2015, quindi, il minimo non pignorabile, che deve rimanere al pensionato ammonta a 672,78 euro (448,52+224,26). La parte eccedente risulta invece pignorabile, sempre nei limiti già sopra elencati.

In merito poi al versamento della quota a favore dei creditori pignoratizi, ha chiarito ancora l’Inps, questo viene effettuato contestualmente al pagamento della rata di pensione su cui è stata fatta la trattenuta per la gestione privata e per quella dello spettacolo.


CONDIVIDI
Articolo precedenteAuto: tutto pronto per il documento unico di circolazione
Articolo successivoPensioni: esodati verso la 7° salvaguardia

19 COMMENTI

  1. Scusate il disturbo, l’articolo da Voi proposto e’ chiaro ma mi resta un dubbio e cioe, vi propongo il mio quesito, mi e’ stata pignorata la mia misera pensione pari a 240 (duecentoquaranta) euro mensili che mi viene depositata sul mio cc bancario, vi preciso che sul conto vengono solo depositate le somme della pensione non avendo altre somme da depositare, ora il mio quesito e’ il seguente: dopo l’udienza presso il giudice le somme vengono liberate automaticamente presso la banca o debbo farmi patrocinare da un Avvocato?

  2. ho una pensione inps di 1646 euro ho ceduto 1/5 per un prestisto ed ho un contenzioso con la mia ex per arretrati di mantenimento mi può bloccare la pensione se si in che misura e dato che la pensione mi arriva in un cc dove entra solo la pensione lo può bloccare e in che misura se verso la pensione sulla inps card la possono bloccare grazie attendo una vostra risposta

  3. Buon giorno avrei necessità di sapere quanto seque,tra un mese prenderò la pensione circa 1300.euro netti avendo diversi credidori sul collo tra cui equitalia le chiedo se oltre al pignoramento di un quinto della pensione detraendo il minimo vitale,se possono aggredire anche sul libretto postale cointestato con altre due persone,inoltre ce unaltra possibilità di accreditare la pensione su una carta prepagata che ha regolare ibam bancario carta visa,dove mi consiglia accreditare la pensione se riescono a rintracciare anche la carta prepagata con l’addebbito della mia pensione,la ringrazio infinitamente ed in attesa di una cortese risposta cordiali saluti.Mario.

  4. Mio padre percepisce una pensione di ferroviere con la reversibilità di mamma e la società Findomestic S.p.A. ha fatto azione di pignoramento sulla pensione di papà appunto la sua pensione lorda è di 1923,00 ed è accredita su c/c postale, premetto anche che papà ha in corso la cessione del quinto. vorrei sapere a quanto ammonterà la pensione di papà

  5. Si chiede cortesemente avendo debiti presso banche e tributi imu e avendo una pansione di 1450 euro alla quale mi trattengooono per ripetizione dall ipost 367 euro quant altro mi potrebbero pignorare. Non mi e’ chiaro di quando possono intervenire per pignorare due quindi io interpreto quando si e’ in presenza di alimenti ma nel mio caso sono tributi e banca. Gradirei una risposta anche per potermi tranquillizzare.
    la mia e mail e’ watter@tiscali.it. Distinti saluti e ringraziamenti per il vostro interessamento.

  6. Salve sono P. Giuliani,
    a mia moglie è stato bloccato il cc/ in banca dove è accredidata la pensione minima di euro 460,00 c/a.Un comune (x limiti di velocità) tramite la SOGET ha bloccato il conto. La banca al momento del chiarimento mi ha rilasciato una fotocopia dell’ atto che a me non è (a tutt’oggi) stato notificato. Possono agire e prelevarsi il loro dovuto anche ad una pensione minima? Come mi devo comportare?
    GRAZIE dell’ attenzione, saluti.
    P. Giuliani

  7. Sono un pensionato INPS che ha ceduto volontariamente 1/5 della pensione ( euro 400) che al netto si attesta a 1890,00 euro mensili.
    A seguito di un atto di precetto per il mancato pagamento di un finanziamento di una finanziaria rischio un pignoramento presso terzi (INPS) in quanto non ho altri beni escluso l’arredamento della casa in affitto.
    Ho 69 anni , ho da dare ogni mese 300 euro per assegno di divorzio e non ho altro.
    In caso di decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo, qual’è l’importo della pensione che può essermi pignorato?Qualora non dovessi più pagare l’assegno di divorzio e mia ex moglie facesse anche lei un pignoramento presso terzi a INPS i 2 pignoramenti si sommerebbero o la moglie sarebbe previlegiata?
    GRAZIE PER UNA VOSTRA RISPOSTA CORDIALI SALUTI

  8. Sono un pensionato INPS che ha ceduto volontariamente 1/5 della pensione che al netto si attesta a 1890,00
    eur mensili.
    A seguito di una lite con il locatore rischio un pignoramento presso terzi(INPS) di un importo pari a 4.800,00
    per somme da me non dovute.
    Ho compiuto 76 anni.
    In caso di sconfitta in sede di opposizione al ricorso del decreto ingiuntivo immediatamente ESECUTIVO
    QUAL’E’ L’IMPORTO SULLA PENSIONE CHE PUO’ ESSERMI PIGNORATO? GRAZIE PER UNA VOSTRA RISPOSTA DISTINTI SALUTI

  9. percepisco una pensione netta di € 2.318, ho in corso un procedimento tributario.
    vorrei sapere l’importo pignorabile della mia pensione.
    cordiali saluti

  10. ho ceduto un quinto su 1200 eu di pensione quanto puo essere ancora pignorabile?
    io ora sono all estero come fanno a pignorarmi e fermare macchina?

  11. salve.
    Ho già un pignoramento bancario + la trattenuta di 1/5 per un prestito + una somma per mantenimento figlio.
    Ho ricevuto un altro atto di pignoramento presso terzi esecutivo. Il Terzo sarebbe L’INPS che è stata citata a presentarsi in quanto sono pensionato. Ma io non dipendo dall’INPS ma da un altro ENTE . In questo caso, l’ATTO di pignoramento è nullo? Devo comparire ugualmente presso il Tribunale con l’Avv.to di mia fiducia?
    Grazie

  12. non mi è chiaro se il calcolo del 1/5° è da calcolarsi sul montante lordo della pensione o sull’importo al netto delle trattenute fiscali.pp

  13. La pensione accreditata su Card Inps può essere pignorata?In quale misura e al netto di ogni trattenuta per irpef ed eventuali cessioni del quinto?

  14. Papagna Ugo-L’inps mi richiede il pagamento di contributo su attivita’ di agente di venditaloggi
    cessato.somma richiesta €.1.550- Non ho pagato ma essendo pensionato inps per €.1.800 sono
    esposto a pignoramento in banca dove ricevo la pensione.
    Punto primo-saro’ preavvisato??
    Punto secon.Quale cifra potra’ essere pignorata??Esiste gia una cessione del quinto da oltre 6 anni.
    Punto terzo-C’e’ possibilta’di tutelarci essendo io separato con alimenti di €.600.00 piu’
    affitto a mio carico e.300.00- Se interviene il pignoramento come farei a vivere??
    Vi prego..ditemi qualcosa-non riesco a dormire dai pensieri-E’ ovvio che non posso pagare -avevo
    scritto per una rata mensile di €.150.00.nessuna rusposta.Attendo grazie,

  15. Mi sembra un ingiustizia di un bene non usufruito pagare questa somma di 205,72 alla Signora Melchiorre Giuseppina di Firenze trattenuta dal INPS ORA CHE MI TROVO AL ESTERO E HO 71 ANNI?Chiedo se mi potete aiutare nel recuperare questa somma che mi trovo in difficoltà economica

  16. Dalla pensione cosa per legge bisogna togliere che non deve essere pignorata.grazie

  17. Equitalia pignora un c/c dove viene accreditata solo una pensione di 740 euro, quanto
    può essere pignorato e come si calcola. Grazie

  18. VORREI SOTTOPORRE ALLA V/S ATTENZIONE IL SEGUENTE QUESITO:
    ATTUALMENTE GRAVA SULLA MIA PENSIONE UN PIGNORAMENTO PER DEVITI CON FINANZIARIA. SI PUO’ PROCEDERE A UN SECONDO PIGNORAMENTO PER DEBITI DELLA STESSA NATURA ( DEBITI VERSO BANCHE FINANZIARIE E PRIVATI? O, COME SI DICE IN GERGO SI DEVE ACCODARE.
    GRAZIE ANTICIPATAMENTE, VERAMENTE GRADIREI UN RISPOSTA.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here