Concorso Agenzia delle Entrate, è ufficialmente iniziato il conto alla rovescia per la seconda prova scritta in vista dell’assunzione di 892 funzionari amministrativo tributari da immettere in varie regioni del centro Nord. Tra una settimana, il ritorno sui banchi, ma a ranghi molto ridotti rispetto al primo appuntamento.

Come noto, i padiglioni della fiera di Roma sono stai invasi, per un mese intero, da un esercito di oltre centomila aspiranti addetti alla gestione fiscale e amministrativa, così come indicato dal bando emanato direttamente dall’istituto guidato da Rossella Orlandi e pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Dai primissimi giorni di maggio a inizio giugno, infatti, oltre 130mila candidati hanno riempito i banchi allestiti negli spazi enormi del complsso fieristico capitolino, al fine di tentare la strada del concorso Agenzia delle Entrate.


Molti di loro non ce l’hanno fatta, con il test a crocette che chiedeva un impegno molto elevato, presentando 50 domande a cui serviva dare risposta corretta nell’arco di 40 minuti complessivi. Fretta, paura di sbagliare, ritardi nei calcoli hanno impedito a grandissima parte degli iscritti di passare alla seconda fase.

Nuovo round, dunque, che inizierà giovedì 2 luglio, con le stesse coordinate geografiche, ossia sempre alla fiera di Roma in via Eiffel. Questa volta, però, sarà di scena la prova oggettiva tecnico-professionale a domande sempre chiuse, ma volte a valutare la reale preparazione del candidato in area operativa. Così, saranno oggetto della prova le seguenti materie: diritto tributario,diritto civile e commerciale, diritto amministrativo, elementi di diritto penale,contabilità aziendale, organizzazione e gestione aziendale, scienza delle finanze, elementi di statistica.

Dunque, si prevedono sessioni d’esame più lunghe, con maggiore possibilità di ragionamento per gli iscritti ancora in lizza per un posto in una delle regioni coinvolte: Lombardia, Emilia-Romagna, Liguria, Veneto, Toscana, Piemonte, Veneto.

Unica richiesta che viene fatta ai candidati è quella di presentarsi il 2 luglio alle 8:30 presso il padiglione 1 (se in corsa per la regione Lombardia) o padiglione 3 (per gli altri territori coinvolti) muniti di regolare documento d’identità.

Questi i partecipanti alla seconda giornata di test:

550 in Emilia-Romagna e Piemonte (per 110 posti aperti in ciascuna delle due regioni)

100 in Liguria (per 20 posti)

2350 in Lombardia (per 470 posti)

210 per la Toscana (per 42 posti)

700 per il Veneto (per 140 posti)

Ricordiamo che i posti di assunzione saranno di rango terza area funzionale, fascia retributiva F1 per attività amministrativo-tributaria. E’ assolutamente vietato presentarsi alla prova con qualsiasi materiale cartaceo oppure con dispositivi elettronici.

 

892 Funzionari Amministrativo-tributari nell’Agenzia delle Entrate Prepararsi alla prova oggettiva attitudinale

892 Funzionari Amministrativo-tributari nell’Agenzia delle Entrate Prepararsi alla prova oggettiva attitudinale

Giuseppe Cotruvo, 2015, Maggioli Editore

Una guida completa per affrontare la prova oggettiva attitudinale del concorso per 892 Funzionari amministrativo-tributari indetto dall’Agenzia delle Entrate (G.U. 24 febbraio 2015, n. 15). L’iter concorsuale prevede una prima prova che consiste nella somministrazione di una serie...




CONDIVIDI
Articolo precedenteBlocco stipendi illegittimo ma solo da oggi
Articolo successivoI dubbi della dichiarazione Imu per i terreni

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here