Legge di stabilità 2015, si attende il via libera sulle coperture. Anche se non c’è la bollinatura a certificare la correttezza del provvedimento in termini di coperture, il governo è fiducioso di portare a casa il benestare del Colle già in giornata.

Nel frattempo, si affacciano alcune nuove misure che andrebbero a completare il testo, atteso nelle prossime ore nellasua versione definitiva, in vista della presentazione alle Camere per il lungo iter in Parlamento.

Così, si viene a scoprire come nella finanziaria ormai prossima alla diffusione, alle norme più eclatanti su fisco e lavoro, si accompagnano anche altre misure destinate a incidere nel portafogli così come nelle abitudini di cittadini, contribuenti, professionisti e rispettive categorie.

Si comincia dal chiacchieratissimo bonus di 80 euro anche alle neo mamme. Dopo l’annuncio in tv di domenica del premier Renzsi, iniziano a delinearsi i contorni di questo provvedimento inatteso. Ora, ad esempio, viene a chiarirsi che saranno inclusi anche i dipendenti statali. Si ragiona, invece, per le famiglie che hanno un figlio al di sotto dei tre anni: il governo alzerebbe l’asticella del reddito famigliare a 90mila euro, i ragionieri statali si fermerebbero a un più prudente 30mila.

Pensioni. Sembra che arriverà davvero il posticipo del pagamento delle pensioni al 10 di ogni mese, al fine di uniformare i tempi di pagamento delle prestazioni Inps. Sindacati e Codacons sono già sul piede di guerra.

Addio Tasi. Dovrebbe arrivare anche l’attesa ridefinizione delle tasse immobiliari, dopo il caos di Imu, mini Imu e Tasi. Entro l’anno, tassa su abitazione e quela sui rifiuti dovrebbero infine essere accorpate.

Ebola. C’è anche il rischio del virus più famoso del mondo nella legge di stabilità 2015. Il govenrno ha infatti stanziato 50 milioni per i controlli su potenziali malati in transito nel nostro Paese. Così, le verifiche dovrebbero essere potenziate in porti e aeroporti.

Bollo auto. Ecco un provvedimento inatteso e sicuramente sgradito ai diretti interessati: a partire dal primo gennaio 2015, salta l’esenzione del bollo auto ai veicoli storici, fino a oggi esenti. Una misura che, a detta delle associazioni del settore potrebbe portare a conseguenze negative sia sul fronte delle officine, che su quello del patrimonio di automobili d’epoca.

Secondo quanto affermato dal ministro Poletti, poi, il 5 per mille dovrebbe diventare strutturale e, per conseguire questo scopo, il governo ha assicurato 500 milioni.

Vai alla bozza della legge di stabilità

Vai alle misure punto per punto


CONDIVIDI
Articolo precedenteDecreto sblocca Italia, spunta l’Iva agevolata per chi ristruttura
Articolo successivoI giorni della crisi: scelte ad alto rischio per gli amministratori locali alle prese con i bilanci

9 COMMENTI

  1. Volevo restaurare una maserati ghibli del 94 già in esenzione ma visto che questo governo di …… vuole rimettere il bollo sulle auto ventennali la mia paga circa 1000 euro di bollo preferisco demolirla o altro ma no pagare tale cifra per altri dieci anni circa Renzi tu e il tuo governo siete peggio di tutti.

  2. Ho appena venduto all’estero, facendo la radiazione per esportazione, le mie bmw m3, e lancia delta integrale 16v.
    Vetture vent’ennali iscritte a.s.i con relativo certificato di storicità.
    Sono veramente dispiaciuto ma nello stesso tempo soddisfatto di non aver pagato due mega bolli.
    L’alternativa era quella di rimanere incastrati in una trappola senza via d’uscita.
    Valore dell’auto che si dimezza e mega bollo ogni anno da pagare

    CONSIGLIO A TUTTI DI ESPORTARLE E NON PAGARE NESSU BOLLO. C’E’ ANCORA TEMPO PER FARLO

    Mi dispiace per l’officina che avrà due auto in meno de seguire

  3. Non mi sembra giusto che ci venga tolto un diritto acquisito..deve esserci qualcosa che si possa fare per evitare l’ennesima ingiustizia..Io ho una Uno fire di tutto rispetto che non si merita la rottamazione..perchè dare contro sempre ai soliti noti? I problemi dell’Italia non si risolvono di certo in questo modo..
    Andassero a dare la caccia ai grandi evasori..
    Sinceramente mi sento di voler difendere il diritto acquisito..è ora di dire veramente BASTA!!
    Se si va avanti cosi ci tasseranno anche l’aria consumata..

  4. quello che voglio dire è semplice e molto diretto : si parla si discute ma i fatti non si arriva mia , il problema e sempre lo stesso noi poveri cittadini tartassati non facciamo altro che dare ninfa e forza alla casta politica , dico che ora è finita il tempo che berta filava , dobbiamo dare un taglio a questa casta politica che si alimenta con il nostro sudore il nostro sangue e si loro fanno la bella vita e noi poveri comuni mortali dobbiamo stringere la cinghia ma siamo arrivati di stringere basta a tutto questo spreco , dobbiamo tagliare questa casta politica farci sentire che non c’è più niente nel piatto ; e sì loro mangiano e noi facciamo la fame bello!!!!!!!!!!!!!!! Ma ora basta il popolo si deve dare una scossa cambiare dare una svolta a questa casta politica che pensa solo a taghiare per poter incrementare il loro solo il loro inderesse ; mi dite come mai nn si fanno taghiano mai la loro poltrone che fanno tutta questa casta politica in giro per l’italia che serve basta guardati intorno fermati e…rifletti si e finito l’era del posto fissi del cliendalismo dai favori di politica . Dobbiamo ridurre bene tagliamo si facciamo fuori buna parte di politici x dare al popolo così si cambia e si crea sviluppo ,fare fuori tutta questa politica che cià portato al balatro alla poverta ma loro……..MANGIANO si mangiano di continuo e dove la crise non è mai arrivata anche perche le leggi le fanno loro i politici .Ora basta il popolo ha fame basta .

  5. ma è legittimo chiedere la tassa di possesso di una vettura inferiore ai 30anni dopo aver ottenuto un’esenzione regolare,?

  6. Sono titolare di una struttura per il ripristino di auto storiche.
    Avevo in programma diversi interventi su veicoli storici ventennali, parlo di lancia integrale, porsche 911, bmw m3 power.
    Sono stati quasi tutti disdetti. Il motivo è che i proprietari di tali veicoli non intendono più investire denaro su un veicolo il cui valore si dimezza
    Bene questo è il risultato della sola notizia, e siamo solo all’inizio
    Avevo avuto un danno economico e costretto a ridurre personale quando era stata introdotta la tassa del super bollo.
    Nel caso delle auto ventennali vi posso garantire che il danno sarà molto più invasivo
    Di recente avevo assunto da poco del personale
    Grazie…..

  7. Come sempre viene dato 10 a qualcuno (vedi bonus 80 euro), poi viene tolto 20 a tutti!!
    Possibile che non si voglia ridurre/eliminare sprechi e costi della politica e della burocrazia
    italiana che non ha eguali nel mondo ??
    Esempi ?: rimborsi ai politici…., vitalizi…., partecipate di comuni, province e regioni create solo per riposizionare i cosidetti “trombati” , parenti, amici……ecc….
    Caro RENZI non vantarti tanto del tuo 40% di consensi alle ultime elezioni europee, detta percentuale è riferita al 60% di chi ha votato, non al totale degli aventi diritto al voto ! di conseguenza non rappresenti la maggioranza degli italiani !!!

    PIU’ FATTI E MENO PAROLE IN TV

    Cordialità. S.G.

  8. le aziende assumono il personale se c’è lavoro e liquidità se questo non c’è come fano ad assumere?
    non pagano i contributi ma lo stipendio lo devono pagare.

  9. L’informazione è sempre un affare, permette di valutare il percorso della vita di ogni
    persona, in modo particolare in tempi difficili ….
    Concetto sano e semplice; ” CHI SA SI DIFENDE, CHI NON SA PAGA E TACE …. ”
    Saluti. R. G.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here