Oggi scade ufficialmente lo spesometro 2013-2014. Si attendeva, nei giorni scorsi, una proroga in extremis da parte dell’Agenzia delle Entrate, ma tutte le scadenze sono rimaste immutate e, dunque, il tempo stringe per operatori e centri di assistenza, che, dopo il ponte pasquale, saranno chiamati a fare gli straordinari per rispettare i tempi di legge.

Oggi, nella fattispecie, tocca agli ultimi ancora in attesa di inviare le comunicazioni all’ente guidato da Attilio Befera in relazione alle spese sostenute a fini Iva nel corso del 2013.

A dover svolgere l’adempimento, entro stasera, saranno tutti quei soggetti passivi in fatto di Iva che liquidino l’imposta con regolarità ogni 90 giorni. Si andranno, così, ad aggiungere a quanti hanno già provveduto all’invio dei dati sullo spesometro, perché previdenti, oppure, in particolare, quei i contribuenti che saldino l’Iva con cadenza mensile. Per questi ultimi, infatti, il termine per la spedizione è ricorso lo scorso 10 aprile, nella prima data di questo spesometro “a due velocità”.

Qui il link all’ebook: Spesometro 2014- adempimenti e scadenze

Nonostante le proteste dei commercialisti, su alcuni disagi inerenti le modalità di invio , oppure la concomitanza con le festività pasquali, che ha forzatamente rallentato lo svolgimento regolare della registrazione dei dati da parte dei soggetti coinvolti, le Entrate hanno deciso di mantenere le scadenze inizialmente previste, invece di rinviare tutto a novembre come lo scorso anno (con slittamento ulteriore al 31 gennaio).

Nello specifico, ricordiamo che commercianti e agenzie turistiche saranno obbligati a comunicare solo le operazioni oltre i 3600 euro, mentre per tutti gli altri il limite è venuto meno a partire dallo scorso anno.

Dal 2015, poi, dunque sui dati inerenti il 2014, la soglia verrà abbassata anche per chi, tuttora, gode di un regime agevolato. Soprattutto, però, con le operazioni svolte in quest’anno solare, inizia il coinvolgimento delle pubbliche amministrazioni, ancora esentate in fatto di adempimenti, ma che dovrebbero già essere al lavoro per la rendicontazione che, tra  un anno esatto, riguarderà anche loro sulle spese sostenute nel 2014.

Per i soggetti interessati, ricordiamo che sarà necessario inviare a Comunicazione polivalente 2013 secondo le modalità esplicate nei mesi scorsi dalla stessa Agenzia del fisco.

Per tutte le istruzioni – e le sanzi9oni per chi non rispetta il termine – rimandiamo alla guida sullo spesometro di Leggioggi

 

SPESOMETRO 2014 ADEMPIMENTI E SCADENZE

SPESOMETRO 2014 ADEMPIMENTI E SCADENZE

Salvatore Albanese - Rosita Donzì, 2014, Fisco e Tasse

Si avvicina il termine per la presentazione dello spesometro 2014 la cui scadenza, attualmente, salvo proroghe, è fissata rispettivamente alla data del 10 aprile 2014 per i soggetti con liquidazione IVA mensile e del 22 aprile 2014, in quanto il 20 e il 21 aprile sono giorni festivi, per...




CONDIVIDI
Articolo precedenteEquitalia, cambia la misura degli interessi di mora. Saranno più bassi
Articolo successivoUn protocollo per tutti i figli: dietro e fuori dalle sbarre

1 COOMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here