Fra tante cattive notizie sulla crisi e le tasse, finalmente, per le famiglie italiane arriva una novità positiva; infatti dal primo aprile nelle bollette del gas si registrerà un evidente calo dei costi, in linea con quanto annunciato da Guido Bortoni, presidente dell’Autorità per l’energia. Dunque gli italiani beneficeranno di una riduzione del 6 – 7% da aprile fino alla fine dell’anno, i dettagli sulla riduzione dei costi saranno spiegati più approfonditamente oggi pomeriggio dalla stessa autorithy che chiarirà i termini di questo attesto aggiornamento.

Questo sconto è frutto degli effetti generati dal decreto Crescitalia e dalle liberalizzazioni del settore che hanno permesso di equiparare i prezzi all’ingrosso italiani a quelli europei ma in special modo di incrementare, nel calcolo, il “peso” delle tariffe del mercato spot rispetto alla componente dei contratti “take or pay”.

La revisione della bolletta avrà luogo in tre fasi, le prime due verranno messe in atto nel 2013, mentre per la terza si dovrà attendere il 2014. Sarà il calcolo della materia prima gas ad essere modificato; infatti sarà aggiornato incrementando l’incidenza dei prezzi spot giornalieri, in questo modo nella prima fase, tra il primo aprile e il 30 settembre di quest’anno, il peso delle quotazioni di spot degli hub esteri, nettamente inferiori in questi scenari di mercato, sarà portato dal 5% al 20%, mentre quello dei take or pay calerà dall’odierno 95% all’80%. Nella seconda fase, dal primo ottobre, si passerà invece al 100% a prezzi spot che si formeranno sulla borsa gas.

Nella terza fase, che comincerà non prima di ottobre 2014, infine l’Autorità ha fissato la possibilità di inserire strumenti specifici per proteggere i consumatori da possibili picchi di prezzo o da improvvise carenze di gas. La decisione di attivare o meno tali strumenti, che sostituiscono la precedente “assicurazione” contro il caro-gas, verrà presa in futuro solo se ci sarà l’effettiva possibilità che le attuali dinamiche di prezzo si invertano.

Si attendono poi novità anche sulle bollette elettriche e anche qui, partendo dal calo riscontrato nei mesi scorsi sui prezzi all’ingrosso dell’elettricità, potrebbero esserci sorprese positive per i consumatori con una revisione al ribasso delle tariffe per la quale si è molto battuto anche il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, quindi un’altra buona notizia per le bistrattate tasche dei contribuenti.


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here