Pubblichiamo, in esclusiva per Leggioggi.it, il testo aggiornato del decreto spending review, approvato ieri in Senato con 217 voti favorevoli, 40 contrati e 4 astenuti, dopo uno sprint parlamentare ora passato alla Camera, per chiudere la conversione entro la pausa per le vacanze estive degli emicicli.

Tra le novità inserite nelle ultime ore nella spending review, le norme per la prescrizione medica dei farmaci, che, dopo un concitato tira e molla, hanno visto prevalere la linea obbligatoria per il medico di indicare il principio attivo del farmaco prescritto, con possibilità, però, di accompagnarlo alla dicitura del medicinale di marca consigliato, che avrà parere vincolante per il farmacista.

Altro capitolo di fresche modifiche, è quello sulle tasse universitarie, con aumenti per gli studenti fuori corso scaglionate a fasce di reddito Isee. Novità anche per gli iscritti al passo con gli esami, che si vedranno innalzare il contributo in base al tasso di inflazione se dichiaranti un Isee al di sotto dei 40mila euro. Aggiornato anche il quadro regolatorio delle relazioni sindacali sugli esuberi nel pubblico impiego, mentre sono stati messi in stand-by i tagli di personale ai ministeri dell’Interno, degli Esteri e della Difesa.


Queste e tutte le altre misure della spending review 2012 sono spiegati nel Disegno di legge approvato dal Senato della Repubblica il 31 luglio 2012 con tagli che porteranno un risparmio calcolato in quasi 25 miliardi in tre anni: 3,7 miliardi per il 2012, 10,23 per il 2013 e 11,17 per il 2014.


CONDIVIDI
Articolo precedenteSpending review 2012: tasse universitarie più alte per tutti
Articolo successivoPatto di Stabilità: sanzionati 119 comuni. Ecco il testo del decreto

3 COMMENTI

  1. ciao sono dipendente civile difesa se non togliono gli sprechi ,come armamenti ,missioni all’estero lavori e gare appalto .il vero problema sono i militari che sono troppi e di conseguenza siamo noi che paghiamo per loro, se la prendono sempre con i più deboli. come accade nella vita comune di tutti i giorni.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here