Non sembra essere servito l’infuriare delle polemiche ad invalidare il concorso per l’assunzione a tempo indeterminato di 855 posti di funzionario amministrativo-tributario organizzato a livello nazionale dall’Agenzia delle Entrate lo scorso 8 giugno.

Ieri l’Agenzia ha infatti pubblicato sul proprio sito gli elenchi provvisori (su base regionale) dei candidati ammessi alla seconda prova, quella oggettiva attitudinale. La prima è diventata famosa come la “prova degli scandali”, stando almeno alle innumerevoli segnalazioni pervenute al Codacons, sulle irregolarità nello svolgimento del primo test (un questionario di 80 domande da completarsi in 50 minuti).

Tra le irregolarità più denunciate dai partecipanti, l’orario di inizio dell’esame diversificato di città in città, con la conseguente fuga di notizie via Internet con numerose risposte già disponibili su appositi forum (fatto ammesso anche da alcuni Direttori regionali dell’Agenzia delle Entrate). Quindi l’ingresso di candidati con cellulari ed I-Phones, difficoltà nell’assegnazione dei codici a barre, entrata anticipata di alcuni iscritti rispetto ad altri e criticità nella scelta delle sedi.


Il Codacons intende presentare al TAR la richiesta di annullamento del concorso per tutta Italia e non soltanto per la sede siciliana di Catania dove, a causa del clamoroso ritardo nell’inizio delle prove e delle immediate proteste, la prova è stata addirittura sospesa. Sarebbe, in ogni caso, già di per sé sufficiente la violazione del principio della contemporaneità nell’inizio di un concorso pubblico per inficiare la basilare garanzia di trasparenza di una prova d’esame ed avallare l’invalidamento, da parte del Tar, dell’intera prova su scala nazionale.

Nessuno vuole certamente sostituirsi al giudizio del Tar, che dovrà valutare con assoluta imparzialità le prove raccolte senza farsi in alcun modo influenzare dagli umori popolari.

Sorge, tuttavia, spontanea una piccola riflessione nei confronti dei vertici dell’Agenzia delle Entrate, già impegnata in una difficilissima (quanto impopolare) battaglia di contrasto all’evasione fiscale nel nostro Paese e a cui di certo non è di nessun aiuto, in questo momento, una cattiva pubblicità. Date le molteplici segnalazioni di irregolarità ricevute, sarebbe forse stato giusto, quantomeno per ragioni di opportunità, sospendere il concorso (se non ripeterlo ex novo) in attesa della decisione della giustizia amministrativa.


CONDIVIDI
Articolo precedenteFacebook, cambiate per l’ennesima volta le impostazioni di privacy
Articolo successivoEurobond e scudo anti-spread, il Vertice Ue entra nel vivo

6 COMMENTI

  1. […] Concorso Agenzia delle Entrate, esce tra le polemiche l’elenco degli ammessi […]

  2. …giusto a proposito della imparzialità e della parità di …opportunità: cosa dire del merito delle graduatorie? Avete dato uno sguardo al punteggio più basso di un candidato della Calabria ammesso alla seconda prova e di quello del Veneto o del Lazio??? Che criterio è ammettere alla seconda prova il triplo dei candidati rispetto al numero dei posti messi a concorso??? Ancora, perchè se do una risposta errata mi togli 2,5 dal punteggio totale e se, invece, non rispondo il punteggio è zero??? Bravi quelli che scientificamente non hanno risposto! Mah!

  3. Non so se la presunta fuga di notizie possa far annullare il concorso su base nazionale.
    Del resto è impossibile pretendere che si inizi tutti allo stesso momento se la prova è divisa su base regionale.

    Invece, quello che mi sorprende è che le graduatorie della 1a prova siano PROVVISORIE per consentire ai terremotati di fare la prova tra qualche mese (con danno dei colleghi che l’hanno fatta l’8 giugno e violazione del principio di imparzialità sancito dall’art. 1 co. 2 dpr concorsi).
    Chi sa su quale NORMA si basa questa decisione dell’AE? La domanda non è retorica.

  4. Anche secondo me è stata una vergogna!!! Il corcorso doveva essere annullato solo perchè c’è stata una fuga di notizie su internet.

  5. il concorso è stato una vergogna, io alle ore 15 ero già fuori ed avevo le domande del test com me perchè li potevamo tenere , quindi sarebbe stato molto facile avvertira i ragazzi delle altre sedi. Sarebbe secondo me da annullare per le troppe irregolarità

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here