Gli sgravi sulle ristrutturazioni edilizie saliranno dal 36 al 50% e il tetto complessivo per avvalersi degli sgravi salirà da 48.000 a 96.000 euro.
Sarebbero questi i due dati più significativi inerenti alle novità sulle ristrutturazioni edilizie contenute nella bozza del decreto incentivi voluti dal Ministero dello sviluppo economico per favorire la ripartenza del settore edile.
Tra le altre proposte, la previsione di esenzione IMU per un periodo di due anni per gli immobili adibiti a prime case con un valore inferiore ai 200.000 euro dichiarato all’atto del trasferimento e l’esenzione al 100% delle spese derivanti dagli interessi passivi pagati sui mutui per l’acquisto della prima casa (sempreché il valore non superi i 200.000 euro).


CONDIVIDI
Articolo precedenteDdl anticorruzione, primo sì dalle Commissioni
Articolo successivoCassazione, illegittimo il licenziamento per ferie comunicate via email

1 COOMENTO

  1. Una volta uscito il decreto legge, su quali pagamenti sarà applicabile la detrazione del 50%. Ho effettuato un bonifico per detrazione al 36% ad aprile 2012, potrò usufruire della detrazione del 50% invece del 36%. Dovendo ancora fare diversi pagamenti è importante per me capire se è meglio che aspetti la nuova legge o se posso farli intanto e se potrò applicare comunque il 50% invece del 36%. Grazie dell’aiuto, sara

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here