Il decreto Sblocca Italia è legge dello Stato. Ieri l’aula di palazzo Madama ha votato l’ennesima fiducia al governo, approvando in via definitiva il testo su edilizia, fisco e cantieri. Alla conta, sono stati 157 i voti a favore, 110 quelli contrari e zero gli astenuti.

In aula, si sono vissuti momenti di tensione, per via delle proteste inscenate dai senatori del MoVimento 5 Stelle, che si sono seduti sui banchi del governo per rallentare le operazioni di voto, e, poi, in segno di dissenso, si sono sporcati le mani di inchiostro nero, per sottolineare la propria contrarietà a un provvedimento che favorirebbe, secondo loro, le trivellazioni petrolfere e altre opere contro l’ambiente, come i termovalorizzatori.

Il decreto Sblocca italia è stato approvato in prima battuta dal Consiglio dei ministri lo scorso 29 agosto ed è arrivato in Gazzetta ufficiale in netto ritardo, due settimane dopo, il 12 settembre.

Un’attesa, però, completamente vanificata dalle modifiche apportate al testo in sede parlamentare. Dopo settimane di confronto in commissione, il governo ha infatti presentato in aula alla Camera un maxiemendamento interamente sostitutivo del testo, che oggi, appare come versione finale del testo di legge.

Le principali novità dello Sblocca Italia

Edilizia. Viene concesso di realizzare interventi di manutenzione straordinaria tramite la sola Cil, invece della Scia, ma con ulteriore dichiarazione del tecnico che attesti la compatibilità antisismica dell’intervento.  La destinazione d’uso, viene stabilito, non potrà in alcun modo aumentare la superficie dell’immobile. Sulle operazioni richiedenti Scia, invece, l’amministrazione conserva la facoltà di ricorrere allo strumento dell’autotutela al di là del limite dei 60 giorni per il divieto di prosecuzione, se si certificano rischi per l’ambiente, la sicurezza o la salute.

Termovalorizzatori e petrolio. Per i produttori dell’oro nero, stop al bonus del 50% delle aliquote di prodotto per i Comuni coinvolti. Sugli inceneritori di ultima generazione, invece, viene disposta la compilazione di una lista da stilare entro 90 giorni : quelli indicati di rilevanza nazionale, saranno soggetti al dimezzamento dei tempi necessari per gli espropri, per la valutazione ambientale, e autorizzazione integrata.

Patto di stabilità. Prima dell’entrata in vigore della legge, con la pubblicazione in gazzetta, il governo dovrà intervenire con urgenza a porre rimedio alla previsione di esclusione dal patto di stabilità per gli interventi di bonifica. Deroghe anche per le piccole opere, quelle subito cantierabili nonché segnalate dai sindaci a palazzo Chigi.

Autostrade. Le concessioni per la rete autostradale saranno prorogate senza gara solo previo assenso delle istituzioni comunitarie.

Grandi opere. Alta velocità Napoli-Bari e Palermo-Messina-Catania sono le prossime tratte in realizzazione per l’alta velocità ferroviaria. Sbloccate anche le infrastrutture degli aeroporti.

Casa. Rimane lo sconto del 20% a chi compra una casa e la affitta a canone concordato con cedolare secca per un minimom di otto anni.

Vai al testo finale dello sblocca Italia

Vai allo speciale sblocca Italia

 

Le novita' del decreto

Le novita' del decreto "Sblocca Italia" in materia edilizia, urbanistica e paesaggistica - Ebook

Claudio Belcari, 2014, Maggioli Editore

Il decreto-legge 12 settembre 2014 n. 133 cd. “Sblocca Italia”, pubblicato sulla GU n. del 12 settembre 2014 in generale prevede: Misure urgenti per l’apertura dei cantieri, la realizzazione...




2 COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO