Speciale riforma PA

Società 5 ottobre 2011, 17:03

Il censimento al tempo di Internet

15° Censimento generale… ma siamo davvero nel 2011?


Dal 9 ottobre al 20 novembre si svolgerà il quindicesimo censimento generale della popolazione e delle abitazioni. Tutti i cittadini, in ottemperanza ad un dovere civico e pena pesanti sanzioni pecuniarie, sono chiamati a comunicare all’ISTAT i dati richiesti nell’apposito questionario.

Impossibile non esserne a conoscenza. Infatti l’operazione, inizialmente annunciata con l’affissione di un avviso negli androni di palazzi e condomini, è proseguita con la consegna a tappeto del questionario in formato cartaceo: una voluminosa e ingombrante busta recapitata nella cassetta della posta di tutte le famiglie italiane. All’interno una grande quantità di carta stampata a colori tra lettera di accompagnamento, questionario in forma completa o ridotta e la necessaria guida alla compilazione.

Ancora una volta quindi, l’ISTAT, dopo aver “acquisito da tutti i Comuni italiani le liste anagrafiche aggiornate al 31 dicembre 2010”, ha scelto la via tradizionale impiegando risorse economiche, strutturali ed organizzative non indifferenti per seguire le fasi di consegna, compilazione e restituzione del questionario, tutte rigorosamente a mano.

Eppure il sito internet dedicato, dotato anche di un conto alla rovescia che indica il tempo mancante al 9 ottobre 2011, sembra essere orientato ad una visione molto innovativa e, soprattutto, social dell’evento, con tanto di link agli account Flickr e Twitter e, addirittura, al canale YouTube!

Inoltre, tra le novità “pensate per facilitare la partecipazione”, quest’anno l’ISTAT ha predisposto anche la modalità di compilazione online. Nulla da ridire se non fosse che, per eseguire questa operazione più veloce, economica ed “ecologica”, sia necessario inserire la propria password personale… stampata nel questionario cartaceo consegnato per posta!

Sicuramente, eseguire un censimento (obbligatorio a livello comunitario) non è un’impresa facile soprattutto se si vuole ricavarne una fotografia realistica della popolazione. Io stessa ho difficoltà a pensare una modalità che presenti il minor numero di inconvenienti possibile ma, indubbiamente, quella ora in uso non è la migliore.

Facile immaginare che moltissimi questionari andranno sprecati o persi. Chi deciderà di compilare il modulo online, ovviamente butterà via la copia cartacea; molti la getteranno comunque per poi richiederne un’altra non appena consci delle sanzioni pecuniarie.

Mi chiedo, allora: in una periodo in cui la comunicazione passa prevalentemente per internet, posta elettronica e media, non c’era un modo più efficace e meno oneroso per eseguire il nuovo censimento? Magari, dopo una prima campagna informativa, l’invio cartaceo poteva essere limitato a chi non avesse richiesto la propria password per la compilazione online.

Di certo questa è solo un’idea del momento… ma il censimento si esegue ogni 10 anni. Di tempo ce n’era per pensarci!


Pubblicato da il 5 ottobre 2011 alle 17:10 in Società
Tags: , ,


3 Commenti per Il censimento al tempo di Internet

  1. loris

    vero, soldi dei contribuenti risparmiati

  2. Elio Guarnaccia
  3. Pingback: refLex – Istantanee di vita forense – Il blog di Silvia Surano Il censimento al tempo di internet

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Silvia Surano

avvocato, blogger

Rss Feed Facebook LinkedIn Twitter


Articoli dello stesso autore

Appalti pubblici Tecnologia 9 ottobre 2013, 09:00

Firma digitale: sufficiente anche senza il documento di identità

Il 20 settembre scorso il Consiglio di Stato si è pronunciato in merito alla validità della firma digitale nelle procedure di gara telematiche

Commerciale 25 gennaio 2013, 13:30

Concorsi a premio: una disciplina da rivedere?

D.P.R. 430/2001: una normativa spesso ignorata, a volte aggirata, tra ostacoli e difficoltà interpretative

Processo Amministrativo 23 gennaio 2013, 09:30

Giustizia Amministrativa: oggi l’udienza contro delibera su assegnazione interna delle cause

E’ scontro tra i giudici amministrativi sulle delibere del CPGA sui criteri di riparto del carico di lavoro tra i magistrati delle varie sezioni dei TAR

Processo Amministrativo 8 gennaio 2013, 00:01

Processo Amministrativo: come cambiano le impugnazioni dopo i due correttivi al codice

Tutte le novità apportate al Libro Terzo del Codice del Processo Amministrativo (Decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104) dai due decreti correttivi

Avvocati 26 novembre 2012, 09:32

Riforma forense, le reazioni di praticanti e studenti

In un momento difficile e di grande tensione, studenti e praticanti, diretti interessati da molte modifiche dell’ordinamento professionale, non restano a guardare e inviano una lettera al Senato con riflessioni, perplessità e proposte


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su