Terremoto centro Italia: gli interventi di Avvocatura e Casse previdenziali

Redazione 31/08/16
Scarica PDF Stampa
A una settimana di distanza dal terremoto che ha colpito il centro dell’Italia, continuano gli annunci di stanziamenti «ad hoc» e di iniziative di solidarietà che scavalcano il perimetro delle categorie professionali.

L’impegno delle casse previdenziali

Continua l’impegno delle casse previdenziali per dare supporto agli iscritti delle province di Lazio, Umbria e Marche coinvolte dal terremoto.

L’impegno dell’avvocatura

In tal senso, anche l’avvocatura si è mobilitata per i terremotati del centro dell’Italia.

Si tratta, in particolare, dell’impegno promosso dall’Organismo Unitario dell’Avvocatura (OUA) che ha espresso solidarietà alle popolazioni colpite dal sisma, dando la rispettiva disponibilità a raccogliere fondi a favore delle vittime del disastro con l’apertura di un conto corrente dedicato.

Sospesi i termini processuali e di prescrizione per i residenti nelle zone terremotate?

Il Presidente dell’OUA, Mirella Casiello, ha poi rivolto un appello al ministro della giustizia Andrea Orlando per chiedere che vengano sospesi con urgenza i termini processuali e di prescrizione per quei residenti interessati da procedimenti giudiziari nelle zone colpite dal sisma.

Interventi a sostegno degli avvocati nelle località terremotate?

Casiello ha anche chiesto alla Cassa Forense di prevedere, come aveva già fatto in passato, con degli interventi a sostegno degli avvocati nelle località terremotate.

L’impegno della Cassa Forense e L’Associazione Nazionale Magistrati

Anche la Cassa Forense e L’Associazione Nazionale Magistrati si stanno mobilitando.

La risposta del presidente dell’ente previdenziale, Nunzio Luciano, è stata tempestiva. Lo stesso ha, infatti, parlato di una «mobilitazione immediata», prevedendo il congelamento delle scadenze in vista ed attivazione di un fondo «ad hoc» per le calamità naturali da parte della Cassa forense.

E’ stata, inoltre deliberata dalla Giunta Esecutiva Centrale dell’Associazione Nazionale Magistrati (ANM) l’istituzione di una raccolta di fondi tra i magistrati italiani a favore dei cittadini colpiti dal terremoto del  24 agosto 2016, con richiesta di massima diffusione tramite invio in tutte le liste e tra i singoli magistrati.

Si consiglia il seguente volume:

Il progetto architettonico antisismico

La presente pubblicazione costituisce un riferimento completamente nuovo nel panorama editoriale italiano. Con questo volume, infatti, si vuole offrire ai progettisti architettonici un supporto che possa risultare utile nelle fasi metaprogettuali, per operare delle scelte architettoniche informate e consapevoli, in quanto si evidenzieranno soprattutto le conseguenze di tali scelte in termini di sollecitazioni sismiche. Infatti, il progettista architettonico inizia la progettazione degli edifici e assume una serie di decisioni relative alla sua configurazione che avranno una notevole influenza sulle prestazioni sismiche dell’edificio. La configurazione di un edificio viene definita attraverso la scelta delle dimensioni dell’edificio, la sua forma tridimensionale, la forma e la posizione degli elementi strutturali, nonché con la natura e posizione dei componenti non strutturali che possono influire sulle prestazioni sismiche. Il progettista architettonico svolge quindi un ruolo chiave nel consentire ad un edificio di possedere soddisfacenti capacità prestazionali antisismiche senza ingenti incrementi del costo di costruzione. Il testo, dopo aver fornito un’introduzione ad alcune delle questioni chiave coinvolte nella progettazione sismica, illustra la selezione e la valutazione dei siti in aree caratterizzate dal pericolo di terremoti e spiega le modalità di base con cui un terremoto colpisce gli edifici. Sono quindi descritti i modi in cui le decisioni fondamentali di progettazione architettonica di un edificio possano influenzare le performance sismiche, mostrando come un edificio diventi più vulnerabile e meno prevedibile al crescere della complessità della costruzione e dettagliando i principi e le scelte che comportano gravi conseguenze causate da decisioni di tipo architettonico. Vengono, infine, mostrati in termini pratici gli effetti di alcune scelte tipiche delle fasi metaprogettuali, esplicitando, per edifici analoghi, le conseguenze di diversi terreni fondali, di alcune scelte legate sia al progetto architettonico che al sistema strutturale, svolgendo nel dettaglio dei progetti-campione scelti per la loro frequente ricorrenza nel panorama edilizio del nostro Paese. Nel Cd-Rom allegato al volume, viene fornito un approfondimento sulla natura dei terremoti e i rischi sismici, unitamente a disegni esecutivi di progetti per tipologia edilizia posti a confronto. Pierpaolo Cicchiello, ingegnere strutturista, AISC Professional Member, ingegnere esperto UNI-ISO 9927-1, ingegnere OTIA, svolge la libera professione, in particolare nell’ambito strutturale. All’esperienza sul campo, concretizzatasi in centinaia di progetti, affianca attività di formazione su diagnostica strutturale e adeguamento antisismico di strutture esistenti. Svolge, altresì, attività didattica presso il Politecnico di Milano.Requisiti hardware e software- Sistema operativo Windows 98 o successivi- Browser Internet- Programma in grado di visualizzare file in formato DXF- Programma in grado di visualizzare file in formato RTF (es. Microsoft Word)- Programma in grado di visualizzare file in formato PDF (es.Acrobat Reader)

Pierpaolo Cicchiello | 2010 Maggioli Editore

55.00 €  52.25 €

Redazione