Indennità 150 euro Naspi e Dis-Coll: requisiti, pagamento, domanda. Come funziona

Paolo Ballanti 22/11/22
Scarica PDF Stampa Allegati

Indice

Indennità 150 euro Naspi e Dis-Coll: a chi spetta

  • Apprendisti;
  • Soci lavoratori di cooperative, con rapporto di lavoro subordinato con le medesime cooperative;
  • Personale artistico con rapporto di lavoro subordinato;
  • Dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni.
  • Dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni;
  • Operai agricoli a tempo determinato;
  • Lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale;
  • Lavoratori che hanno maturato i requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato;
  • Lavoratori titolari di assegno ordinario di invalidità, qualora non optino per la NASpI.
  • Collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto;
  • Assegnisti e dottorandi di ricerca con borsa di studio;
  • Collaboratori titolari di pensione;
  • Titolari di partita Iva;
  • Amministratori, sindaci o revisori di società, associazioni ed altri enti con o senza personalità giuridica.

Indennità 150 euro Naspi: cosa succede in caso di pagamento anticipato

  • Avviare un’attività di lavoro autonomo, purché non in forma di collaborazione coordinata e continuativa;
  • Iniziare un’attività in forma di impresa individuale;
  • Sottoscrivere una quota di capitale sociale di una cooperativa in cui il rapporto mutualistico ha ad oggetto la prestazione di attività lavorativa da parte del socio;
  • Attività professionale esercitata da liberi professionisti (anche iscritti a specifiche casse), in quanto trattasi di attività di lavoro autonomo;
  • Attività di impresa individuale commerciale, artigiana, agricola;
  • Sottoscrizione di una quota di capitale sociale di una cooperativa in cui il rapporto mutualistico ha ad oggetto la prestazione di attività lavorative da parte del socio;
  • Costituzione di società unipersonale (S.r.l., S.r.l.s. ed S.p.a.) caratterizzata dalla presenza di un unico socio;
  • Costituzione o ingresso in società di persone (S.n.c. o S.a.s.);
  • Costituzione o ingresso in società di capitali (S.r.l.).

Indennità 150 euro Naspi e Dis-Coll: erogazione d’ufficio

Indennità 150 euro Naspi e Dis-Coll: pagamento a febbraio 2023

  • Titolari nel mese di novembre 2022 delle prestazioni NASpI, DIS-COLL, mobilità in deroga e trattamenti di importo pari alla mobilità;
  • Percettori di disoccupazione agricola 2021;
  • Destinatari delle indennità Covid-19;
  • Lavoratori autonomi occasionali ed incaricati alle vendite a domicilio, già beneficiari delle indennità di cui all’articolo 32, commi 15 e 16 del Decreto-legge numero 50/2022;

Indennità 150 euro Naspi e Dis-Coll: rilevanza fiscale

Paolo Ballanti

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento