Home Lavoro Premi Inail 2021: i nuovi importi e limiti da versare

Premi Inail 2021: i nuovi importi e limiti da versare

Daniele Bonaddio
premi-inail-2021-nuovi-importi

Con la Circolare n. 32 del 23 novembre 2021, l’INAIL ha fornito la rivalutazione del minimale e del massimale di rendita, con decorrenza 1° gennaio 2021, per il calcolo dei premi assicurativi. Sul punto, il D.M. (Lavoro) n. 188 del 23 settembre 2021 ha rivalutato le prestazioni economiche erogate dall’Istituto nel settore industria, con decorrenza 1° gennaio 2021, e stabilisce gli importi del minimale e del massimale di rendita nelle misure di 17.448,90 euro e di 32.405,10 euro.

Sulla base di tali importi, l’Istituto assicuratore ha aggiornato i limiti di retribuzione imponibile per il calcolo dei premi assicurativi da variare secondo la rivalutazione delle rendite.

Premi assicurativi INAIL 2021: la circolare con le istruzioni per il calcolo

Premi Inail 2021: retribuzione convenzionale

Di seguito, si fornisce la retribuzione convenzionale giornaliera e mensile, con decorrenza 1° gennaio 2021, per ciascuna categoria di lavoratore, per il calcolo del premio INAIL:

  • lavoratori con retribuzione convenzionale annuale pari al minimale di rendita (detenuti e internati, allievi dei corsi di istruzione professionale, lavoratori impegnati in lavori socialmente utili e di pubblica utilità, lavoratori impegnati in tirocini formativi e di orientamento, lavoratori sospesi dal lavoro utilizzati in progetti di formazione o riqualificazione professionale e giudici onorari di pace e vice procuratori onorari): giornaliera 58,16 euro e mensile 1.454,08 euro;
  • familiari partecipanti all’impresa familiare di cui all’articolo 230-bis c.c.: giornaliera 58,40 euro e mensile 1.460,07 euro;
  • lavoratori di società ex compagnie e gruppi portuali di cui alla L. n. 845/1994: giornaliera 108,41 euro e mensile 1.300,92 euro (per 12 giorni);
  • lavoratori dell’area dirigenziale senza contratto part-time: giornaliera 108,41 euro e mensile 2.700,43 euro;
  • lavoratori dell’area dirigenziale con contratto part-time: oraria 13,50 euro;
  • retribuzione di ragguaglio: giornaliera 58,16 euro e mensile 1.454,08 euro;
  • compensi effettivi per i lavoratori parasubordinati: mensile minimo 1.454,08 euro e mensile massimo 2.700,43 euro;
  • retribuzione effettiva annua per gli sportivi professionisti dipendenti: mensile minimo 17.448,90 euro e mensile massimo 32.405,10 euro.

Premi Inail 2021: studenti

Dal 1° gennaio 2021, la misura del premio annuale a persona aumenta proporzionalmente a 2,79 euro, quindi, considerando che il periodo assicurativo inizia il 1° novembre e termina il 31 ottobre dell’anno successivo, l’importo dovuto per la regolazione dell’anno scolastico 2020/2021 risulta uguale a 2,77 euro.

Pertanto, in ordine al periodo “gennaio–ottobre 2021”, in sede di regolazione dei premi per il suddetto periodo, non va applicata alcuna integrazione rispetto al premio di 2,66 euro già richiesto.

Di seguito, si riassumono gli importi da applicare per la regolazione del premio 2020/2021 e per l’anticipo del premio 2021/2022:

  • anno scolastico 2020/2021 (regolazione): 2,77 euro;
  • anno scolastico 2021/2022 (anticipo): 2,79 euro.

Scarica la Circolare Inail n 32

Premi Inail 2021: allievi dei corsi di formazione professionale regionali

L’importo del premio speciale annuale è posto a carico delle istituzioni formative e degli istituti scolastici paritari, accreditati dalle Regioni.


Detto premio speciale è fissato con riferimento alla retribuzione convenzionale giornaliera pari al minimale di rendita vigente alla data di inizio dell’anno formativo ed è aggiornato automaticamente in relazione alle variazioni apportate all’importo giornaliero di detto minimale.

In particolare, per l’anno formativo 2021/2022:

  • la retribuzione minima giornaliera è pari a 58,16 euro;
  • il premio speciale unitario annuale è pari a 62,82 euro.

Il soprariportato premio speciale annuale non tiene conto dei maggiori rischi lavorativi legati all’attività formativa svolta negli ambienti di lavoro, il cui onere, posto a carico del bilancio dello Stato, è determinato prendendo a riferimento la medesima retribuzione giornaliera utilizzata per calcolare il premio speciale unitario ed è aggiornato automaticamente, nel rispetto del limite di 5 milioni di euro di spesa annui, in relazione alle variazioni apportate alla stessa.

Ne consegue che la misura dell’onere aggiuntivo posto a carico del bilancio dello Stato è rideterminata in euro 48,64 a decorrere dal 1° settembre 2021, data di inizio dell’anno formativo 2021/2022.

Leggi anche “Denuncia di infortunio in ritardo: sanzioni e novità Inail”




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome