Home Lavoro Contributi fondo perduto 2021: in arrivo dall’8 aprile i primi pagamenti

Contributi fondo perduto 2021: in arrivo dall’8 aprile i primi pagamenti

Pagamenti in corso per imprenditori e partite Iva con il Decreto Sostegni, le novità

Elena Bucci
contributi fondo perduto 2021

Sono partiti proprio nella giornata di ieri, giovedì 8 aprile, i primi pagamenti dei Contributi fondo perduto 2021 disposti grazie all’approvazione del Decreto Sostegni per sostenere economicamente tutti gli imprenditori e i titolari di partite Iva che hanno subito una perdita del fatturato del 30 per cento a causa della situazione pandemica di Covid-19.

L’Agenzia delle Entrate comunica che, da ieri giovedì 8 aprile: “Sono partiti gli ordinativi di pagamento delle prime 600mila istanze presentate sulla piattaforma dell’Agenzia delle Entrate per un importo complessivo di 1.907.992.796 euro a favore delle imprese destinatarie dei sostegni che hanno presentato la domanda entro la mezzanotte del 5 aprile 2021.

Contributi a fondo perduto 2021: a chi spetta, importi, requisiti, domanda

Vediamo ora nel dettaglio il calendario dei pagamenti e delle domande per ottenere i Contributi fondo perduto 2021 e a chi spettano i primi soldi erogati da giovedì 8 aprile.

Contributi fondo perduto 2021: a chi spetta e quanto

Il nuovo provvedimento stabilito dal Decreto Sostegni 2021 al fine di garantire alle imprese e alle partite Iva che hanno subito ingenti perdite economiche a causa dell’emergenza di Covid un sostegno economico, che può essere richiesto a determinate condizioni.

I Contributi fondo perduto 2021 sono infatti rivolti ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte e professione e di reddito agrario e titolari di partita Iva che presentino due requisiti indispensabili per poter usufruire del bonus:

  • aver conseguito nel 2019 ricavi o compensi non superiori a 10 milioni di euro;
  • l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2020 sia inferiore almeno del 30% dell’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del 2019.

Soddisfatte tali condizioni, i richiedenti possono procedere (a partire dal 30 marzo scorso) all’inoltro della domanda sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Gli importi messi a disposizione dal nuovo Decreto Sostegni consistono in significativi aiuti alle imprese fino a 10 milioni di ricavi con 5 fasce e percentuali che vanno dal 60% per le più piccole al 20% per le più grandi:

  • indennizzo del 60% per le imprese fino a 100mila euro,
  • del 50% tra 100mila e 400mila euro,
  • del 40% tra 400mila e un milione,
  • del 30% tra uno e 5 milioni,
  • del 20% tra 5 e 10 milioni.

Gli importi erogati a titolo di indennizzo vanno da 1.000 euro a 150 mila euro.

Contributi a fondo perduto 2021: esempi pratici di indennizzo

Contributi fondo perduto 2021: primi pagamenti

L’Agenzia delle Entrate ha rilasciato un comunicato stampa in cui segnala l’avvio dell’erogazione dei Contributi fondo perduto 2021 a partire dalla giornata di ieri, giovedì 8 aprile: “sono partiti gli ordinativi di pagamento delle prime 600mila istanze presentate sulla
piattaforma dell’Agenzia delle Entrate per un importo complessivo di 1.907.992.796 euro a
favore delle imprese destinatarie dei sostegni che hanno presentato la domanda entro la
mezzanotte del 5 aprile 2021.”

L’Agenzia comunica che sono state più di 600 mila le istanze elaborate dal sistema in questi primi giorni di apertura della procedura di domanda, per le quali è stato già predisposto il mandato di pagamento oppure riconosciuto il credito d’imposta.

I primi pagamenti partiti l’8 aprile sono rivolti esclusivamente ai lavoratori che hanno presentato la domanda nei primissimi giorni successivi alla data di apertura da parte dell’Agenzia delle Entrate della procedura di richiesta, ovvero dal 30 marzo al 5 aprile 2021, con l’intenzione di completarli entro il 30 aprile.

Contributi a fondo perduto: chi resta escluso e non può fare domanda

Contributi fondo perduto 2021: calendario domande e pagamenti

Importante ricordare che per richiedere i Contributi a fondo perduto i lavoratori interessati dovranno necessariamente inoltrare il modulo di domanda, in prima persona o tramite un intermediario, a partire dal 30 marzo ed entro e non oltre il 28 maggio 2021.

Per quanto riguarda il calendario dei pagamenti, per il momento è noto solo che i primi bonifici stanno arrivando nei conti corrente dei beneficiari proprio in questi giorni:

  • dall’8 aprile pagamenti a chi ha inoltrato la domanda dal 30 marzo al 5 aprile 2021.

Contributi fondo perduto 2021: controllare esito domanda

Per controllare l’edito della domanda che il lavoratore interessato ha inviato attraverso la nota procedura, basterà accedere alla propria Area Riservata sul sito dell’Agenzia delle Entrate e cliccare sulla voce “Contributi a fondo perduto – Consultazione esito” del portale Fatture e corrispettivi e verificare se la richiesta viene considerata come “sospesa” o “in lavorazione”.

L’Agenzia delle Entrate si occuperà poi ad applicare le opportune verifiche e, in caso la domanda venisse accettata, ad erogare i contributi all’utente, che dovrà scegliere tra due metodi di pagamento:

  • bonifico;
  • credito d’imposta.

Inoltre, nel caso in cui il contribuente scelga il bonifico come metodo di pagamento, nelle istruzioni aggiornate al 29 marzo 2021 l’Agenzia raccomanda: “di porre la massima attenzione nel riportare l’IBAN del conto corrente intestato o cointestato al soggetto richiedente e di verificare preventivamente con il proprio istituto di credito la correttezza dell’IBAN stesso: errori su tale valore possono provocare lo scarto della richiesta e l’impossibilità di ottenere il contributo”.

Contributi a fondo perduto 2021: consulta, scarica e compila il modulo

 

Ebook utile:

Decreto Sostegni (eBook 2021)

Commento analitico di tutte le misure fiscali e sul lavoro del Decreto Sostegni, per aiutare imprese, lavoratori autonomi e famiglie in difficoltà.

 

(Fonte: Agenzia delle Entrate)



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome