Home Pensioni Cedolino pensione dicembre 2020: quattordicesima, conguagli, importi aggiuntivi

Cedolino pensione dicembre 2020: quattordicesima, conguagli, importi aggiuntivi

Daniele Bonaddio
cedolino pensione dicembre 2020

Cedolino pensioni dicembre 2020 con alcune novità. Infatti, oltre all’ormai consueto anticipo del pagamento della pensione per chi ritira il trattamento previdenziale direttamente allo sportello postale, il cedolino contiene – solo per alcuni – anche la cosiddetta “Quattordicesima”.

Si tratta, come noto, di una somma aggiunta che viene erogata nel mese di dicembre solamente ai pensionati con determinati requisiti contributivi e reddituali. Ma non solo: è necessario possedere anche un determinato requisito anagrafico. Inoltre, i requisiti si differenziano a seconda della gestione di appartenenza del lavoratore, ossia privato o pubblico.

Sempre nel mese di dicembre 2020, il Fisco applica anche il cosiddetto conguaglio da modello 730/2020”. Cosa significa? Semplice: se dalla dichiarazione dei redditi effettuata dal pensionato derivi un credito d’imposta, l’INPS rimborsa l’importo unitamente alla pensione mensile di dicembre. In caso contrario, ossia se dalla dichiarazione dei redditi derivi un debito d’imposta, il pensionato si vedrà applicare una decurtazione di pari importo sul cedolino pensionistico.

Ma andiamo in ordine e vediamo nello specifico tutte le novità sul cedolino pensionistico di dicembre 2020.

Cedolino pensione dicembre: pagamento anticipato

Sulla scia dei mesi passati, i pensionati hanno potuto usufruire anche per dicembre 2020 del pagamento anticipato delle pensioni. Come noto, a causa della pandemia da Coronavirus in atto nel nostro Paese, l’INPS ha concesso ai pensionati di poter ritirare la propria pensione presso lo sportelo postale con qualche giorno di anticipo. Naturalmente il ritiro della pensione avverrà in maniera scaglionata in ordine alfabetico su più giorni. Questo per evitare inutili assembramenti e scongiurare l’aumento della curva dei contagi.

Si ricorda che l’anticipo riguarda unicamente chi non richiede la pensione in via elettronica, come ad esempio bonifico bancario o postale. Per questi ultimi, infatti, il pagamento sarà effettuato il 1° dicembre, primo giorno bancabile del mese.

Nel caso di riscossione allo sportello, come anticipato, l’erogazione della pensione è avvenuta su 6 giorni dal 25 novembre al 1° dicembre 2020, in base al seguente calendario:

  • A-B: 25 novembre;
  • C-D: 26 novembre;
  • E-K: 27 novembre;
  • L-O: 28 novembre;
  • P-R: 30 novembre;
  • S-Z: 1° dicembre.

Trattandosi esclusivamente di un’anticipazione del pagamento, il diritto al rateo di pensione si matura comunque il primo giorno del mese.

Di conseguenza, nel caso in cui, dopo l’incasso, la somma dovesse risultare non dovuta, l’INPS ne richiederà la restituzione.

Cedolino pensione dicembre 2020: la quattordicesima

Oltre all’anticipo, il cedolino pensionistico di dicembre conterrà anche la seconda tranche della cd. “quattordciesima” (art. 5, co. da 1 a 4 del D.L. n. 81/2007, convertito con modificazioni in L. n. 127/2007). Essa è rivolta in favore dei pensionati ultra-sessantaquattrenni titolari di uno o più trattamenti pensionistici a carico dell’assicurazione generale obbligatoria e delle forme sostitutive, esclusive ed esonerative della medesima, gestite da Enti pubblici di previdenza obbligatoria.

>> Quattordicesima: calcolo, maturazione, data di pagamento 

In particolare, la seconda tranche è stata erogata con i seguenti criteri:

  • pensioni della Gestione privata per coloro che perfezionano il requisito anagrafico richiesto per l’accesso al beneficio (64 anni di età) dal 1° agosto al 31 dicembre 2020 e per i soggetti divenuti titolari di pensione nel corso del 2020, al ricorrere delle ulteriori condizioni richieste;
  • pensioni della Gestione pubblica per coloro che perfezionano il requisito anagrafico richiesto per l’accesso al beneficio (64 anni di età) dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 e per i soggetti divenuti titolari di pensione nel corso del 2020, al ricorrere delle ulteriori condizioni richieste.

Si ricorda, al riguardo, che il pagamento viene effettuato in via provvisoria a livello centrale, in attesa della verifica che verrà effettuata successivamente sulla base dei dati reddituali.

Cedolino pensione dicembre 2020: importo aggiuntivo

Inoltre, per tutti quei pensionati che hanno un reddito basso, ossia che non superino il trattamento minimo, pari a 515,07 euro mensili, sulla rata di dicembre 2020 è stato corrisposto anche l’importo aggiuntivo di 154,94 euro.

Anche per l’importo aggiuntivo il pagamento viene effettuato in via provvisoria a livello centrale, in attesa della verifica che verrà effettuata successivamente sulla base dei dati reddituali.

Quanto finora specificato vale per le pensioni della Gestione privata. Diversamente, per le pensioni della Gestione pubblica il pagamento non è stato gestito in via centralizzata ma verrà effettuato dalle diverse strutture territoriali sulla base della preliminare verifica dei requisiti richiesti.

Cedolino pensione dicembre 2020: conguagli da modello 730/2020

Infine, ultima novità riguarda il conguaglio sul cedolino pensionistico. Quindi anche sulla mensilità di dicembre è stato avviato l’abbinamento dei conguagli dei modelli 730 ordinari ed integrativi.

Due gli scenari possibili:

  • trattenuta sul cedolino pensionistico, se dal mod. 730 risulta un debito IRPEF (è stato versato in meno rispetto a quanto dovuto);
  • rimborso sul cedolino pensionistico, se dal mod. 730 risulta un credito IRPEF (è stato versato in più rispetto a quanto dovuto).

Laddove il contribuente, che abbia indicato l’INPS quale sostituto d’imposta, intenda verificare le operazioni di conguaglio effettuate, può eseguire un controllo mediante il servizio online “Assistenza fiscale (730/4): servizi al cittadino”, presente sul portale istituzionale e disponibile anche sull’app “INPS mobile”.

>> Rimborso 730 bloccato: come fare e a chi rivolgersi 

Si ricorda, infine, che l’accesso ai servizi INPS è possibile solamente tramite PIN, SPID, CNS (Carta nazionale dei servizi o Carta d’identità elettronica). Per dovizia d’informazione si rammenta che, a partire dal 1° ottobre 2020, l’INPS non assegna nuovi PIN agli utenti che ne siano sprovvisti.

Come visualizzare il cedolino pensione

Chi vuole può consultare tutte le informazioni riguardo i propri assegni pensionsitici nel servizio web fornito da Inps sul proprio sito: “Cedolino pensione e servizi allegati”. E’ possibile accedervi entrando nell’area riservata My Inps con le proprie credenziali.

cedolino pensione

Il servizio web Inps permette di:

  • consultare il cedolino della pensione,
  • verificare l’importo dei trattamenti liquidati dall’INPS ogni mese,
  • conoscere le ragioni per cui tale importo può variare,
  • accedere ad altri servizi di consultazione, certificazione e variazione dati.

>> Cedolino pensione Inps: guida al servizio di consultazione 

 

(Fonte Inps)



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome