Home Flash News Visita fiscale: il nuovo servizio online per comunicare il cambio indirizzo all’Inps

Visita fiscale: il nuovo servizio online per comunicare il cambio indirizzo all’Inps

Attenzione: il nuovo servizio online di cambio indirizzo di reperibilità sostituisce le vecchie modalità

Inps visita fiscale

Durante il periodo di malattia il dipendente deve essere reperibile al proprio domicilio in orari della giornata stabiliti, per ricevere la visita fiscale da parte del medico dell’Inps: una visita di controllo chiesta o dal datore di lavoro o dallo stesso Istituto, per appurarsi che il dipendente stia effettivamente male e non si trovi invece in qualche parco pubblico a fare jogging.

Ci chiediamo però: è possibile durante questo periodo di malattia modificare il proprio indirizzo di reperibilità rispetto a quello indicato dal certificato medico?

La risposta è certamente sì. La comunicazione del cambio indirizzo è sempre stata possibile. Ora però l’Inps ha emanato una circolare, comunicando l’avvio di un nuovo servizio online che il cittadino può utilizzare per dare comunicazione di aver cambiato indirizzo di reperibilità.

La circolare è la numero 106 del 23 settembre 2020 e specifica tutte le istruzioni sulle “Visite Mediche di Controllo domiciliare in caso di malattia comune. Comunicazione della variazione dell’indirizzo di reperibilità”.

Vediamo di seguito come è stato possibile fino a oggi comunicare eventuali cambi e come sarà possibile farlo invece da ora in poi, grazie all’attivazione dello strumento online sul portale Inps Sportello al cittadino per le VMC”.

>> “Visita fiscale: fasce orarie da rispettare ed esenzioni”

Visita fiscale: le vecchie modalità di comunicazione cambio indirizzo

La modifica dell’indirizzo di reperibilità finora poteva essere effettuata comunicandola direttamente all’Inps scegliendo una delle 3 modalità disponibili:

  • contattando il numero verde 803164 del Contact Center e comunicandolo all’operatore che girerà l’informazione alla sede di competenza. È importante ricordarsi di chiedere il numero di protocollo della segnalazione,
  • comunicando via fax o a mezzo raccomandata qualche giorno prima del cambio di indirizzo alla sede Inps di competenza,
  • inviando una email alla sede Inps di competenza per le visite fiscali comunicando la variazione di indirizzo.

Nel caso il cambio di indirizzo fosse stato all’estero il dipendente avrebbe dovuto fare un’apposita richiesta alla propria sede Inps prima della partenza.

Ricordiamo che l’obbligo di reperibilità vige tutti i giorni, inclusi la domenica e i giorni festivi, e nelle seguenti fasce orarie:

  • dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00 se è uno statale o un dipendente degli Enti Locali;
  • dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 19.00 se è un dipendente del settore privato.

Visita fiscale: le nuove modalità online di cambio indirizzo di reperibilità

Come anticipato, la circolare 106 del 23 settembre ha comunicato a tutti i cittadini e le cittadine l’attivazione del servizio online “Sportello al cittadino per le VMC”.

Come specificato dalla stessa Inps: “in caso di malattia comune, è stato rilasciato, sul portale web dell’Istituto, un nuovo servizio per la comunicazione, da parte dei lavoratori dei settori privato e pubblico, della variazione dell’indirizzo di reperibilità, rispetto a quello precedentemente indicato”.

Il nuovo canale di comunicazione online tra lavoratore e Istituto sostituisce totalmente le modalità sino ad oggi in uso.

Niente più quindi email nella casella medioc-legale della struttura Inps competente e niente più telefonate al contact center Inps.

Da oggi in poi si accede direttamente al servizio online e si mette al corrente l’Inps della variazione. Come? Eccolo spiegato qui.

Visita fiscale: come comunicare il cambio indirizzo online tramite “Sportello al cittadino per le VMC”

l cittadino lavoratore, previa autenticazione tramite le credenziali necessarie per l’utilizzo dei servizi telematici INPS, può accedere, dal portale web dell’Istituto, attraverso la sezione dedicata ai “Servizi Online”, allo “Sportello al cittadino per le VMC”.

Il servizio consente la comunicazione e la gestione, nell’ambito di un evento di malattia, di una diversa reperibilità, rispetto a quella comunicata precedentemente con il certificato di malattia in corso di prognosi o anche con altra comunicazione.

Selezionando la funzione “Indirizzo reperibilità ai fini delle visite mediche di controllo” viene consentito di comunicare il cambio, inserendo il nuovo indirizzo di reperibilità per un’eventuale visita di controllo domiciliare. Per uno stesso certificato di malattia il cittadino può comunicare più reperibilità successive. Sul punto si precisa quanto segue:

  • ogni nuova reperibilità comunicata, nell’ambito dello stesso certificato di malattia in corso di validità, implica l’annullamento automatico dell’eventuale precedente reperibilità limitatamente al periodo di sovrapposizione tra i periodi delle due variazioni comunicate;
  • ogni reperibilità è storicizzata, onde evitare che si perda traccia degli indirizzi che possono essere stati utilizzati per eventuali visite mediche di controllo.

Il cittadino, dopo essersi autenticato, dispone di due differenti funzioni da esercitare, esclusivamente in riferimento ad un preciso certificato di malattia in corso di prognosi, mediante i seguenti campi:

  • Comunica indirizzo reperibilità, per indicare una nuova reperibilità che viene considerata utile a decorrere almeno dal giorno successivo a quello dell’avvenuta comunicazione;
  • Indirizzi comunicati, per consultare tutti i propri indirizzi di reperibilità comunicati all’Istituto.

Fonte Inps

Scarica la circolare Inps 106 del 23 settembre 2020

Volume consigliato

Il nuovo Testo Unico del Pubblico Impiego

Il nuovo Testo Unico del Pubblico Impiego

Pasquale Monea, Sylvia Kranz, Domenico Gaglioti, 2017, Maggioli Editore

In attuazione della Legge 124/2015 – legge delega “Madia”, dal nome del Ministro della Funzione Pubblica dell’epoca – sono stati emanati il nuovo Testo Unico del Pubblico Impiego (D.Lgs. 75/2017, recante modifiche e integrazioni al T.U. del pubblico impiego di cui...





© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

6 COMMENTI

  1. Buongiorno, io lavoro a 130 km dalla mia residenza, torno a casa a fine settimana, ma non ho un contratto di affitto in quanto sono ospite in una villetta di una mia amica , per comodita mi sono recato all’asl di dove lavoro io per effettuare il cambio del medico, l’addetto mi ha risposto che non potevo fare il cambio del medico perche non ho un contratto di affitto. ho ripetuto che non ho il lavoro al mio paese, per forza devo spostarmi, e non mi senti pscofisicamente di viaggiare tutti i giorni, non mi ha voluto fare il cambio del medico, .
    ce qualcuno che mi potrebbe informare cosa devo fare se sto male? grazie

  2. Vorrei sapere perche il medico NON rieace a inserire un indirizzo tedesco tedesco sul certificato medico telemativo e cosa bisogna fare in questo caso?

    • Salve può contattare la sede Inps di competenza del Suo territorio per avere i contatti specifici, in questo caso il numero fax. Cordiali saluti.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome