Home Welfare Famiglie Bonus vacanze 2020: tutte le misure per il turismo nel Decreto Maggio

Bonus vacanze 2020: tutte le misure per il turismo nel Decreto Maggio

Buono da 500 euro per soggiorni in Italia, detrazione fiscale al 50%, credito d'imposta per aziende turistiche: le novità in arrivo

Paolo Ballanti
bonus vacanze 2020 coronavirus

Bonus vacanze 2020 di 500 euro per chi prenota viaggi e soggiorni in Italia: questo uno dei provvedimenti che dovrebbe vedere la luce all’interno del Decreto Maggio all’esame del Consiglio dei ministri. Potrebbe però anche trattarsi di una sorta di voucher 500 euro o di una detrazione fiscale. E non sono gli unici aiuti in arrivo per il settore turismo, gravemente colpito dall’emergenza Coronavirus.

La misura, annunciata dal premier Conte nel corso dell’informativa alla Camera lo scorso 30 aprile, avrebbe lo scopo di supportare il settore turistico – alberghiero, pesantemente colpito dalla crisi del virus COVID-19 e il conseguente blocco delle attività produttive e commerciali.

Sul tavolo del Decreto Maggio ci sono anche misure alternative, come l’introduzione di una detrazione fiscale fino ad un massimo di 325 euro per chi prenota viaggi in Italia oltre all’idea di un “bonus Italia” con cui detrarre il 50% delle spese per i soggiorni nel Belpaese.

Previsto infine un credito d’imposta legato alle perdite subite dalle strutture ricettive.

Vediamo le misure nel dettaglio le misure pensate per il turismo e che vedranno la luce nella maxi-manovra pre-estiva di Maggio.

>> Coronavirus: tutti i bonus, aiuti e agevolazioni erogati e come chiederli

Bonus vacanze 500 euro: chi può chiederlo

Un voucher o una card turismo con un plafond di 500 euro da spendere per soggiorni in Italia. Questa l’idea che piace al Governo Conte per dare una boccata d’ossigeno al settore turistico – alberghiero.

Potranno accedere al bonus tutti coloro che prenoteranno un soggiorno presso hotel e altre strutture ricettive situate nel territorio italiano. Da non escludere il rispetto di determinate soglie reddituali in base all’ISEE del nucleo familiare. Nelle intenzioni del Governo ci sarebbe appunto quella di erogare il buono alle famiglie con reddito medio-basso e figli (da attestare con Isee).

Le somme sono inoltre destinate ad essere riproporzionate per chi viaggerà in Italia ma senza figli o familiari a carico.

Bonus Italia: detrazione 50% delle spese 

Il progetto di Unioncamere “Bonus Italia”, presentato tra gli altri al Ministro per lo sviluppo economico Stefano Patuanelli, prevede una detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute per trascorrere le vacanze in Italia fino a Dicembre 2020.

L’intento è quello di portare in detrazione le spese per alberghi e ristoranti, oltre a musei, stabilimenti balneari e termali.

Si ipotizza un limite massimo di spesa di 5 mila euro da portare in detrazione, che in questo caso toccherebbe i 2.500 euro.

I beneficiari potranno applicare il “Bonus Italia” (in misura intera o a rate) in sede di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa all’anno 2020 (730 o UNICO 2021).

Il bonus avrebbe un costo per lo Stato stimato in 6,2 miliardi di euro ma genererebbe, stando allo studio Unioncamere – Uniontrasporti, un giro d’affari di 35,2 miliardi di euro.

Non solo, lo Stato risparmierebbe 1,5 miliardi di euro in termini di mancato ricorso agli ammortizzatori sociali, da parte delle imprese interessate dalla detrazione.

>> Bonus affitto 2020 negozi: come funziona e novità Decreto Maggio

Detrazione fiscale di 325 euro: la proposta Anpit

Nel dossier sul “Decreto Maggio” figura anche una proposta di Anpit (Associazione Nazionale per l’Industria e il Terziario), alternativa al bonus vacanze di 500 euro e al “Bonus Italia”.

L’idea è quella di una detrazione fiscale per lavoratori dipendenti e autonomi con un reddito complessivo compreso tra 7.500 e 26.000 euro, a patto che abbiano prenotato un soggiorno in Italia tra il 1º giugno e il 31 dicembre 2020.

Come per il bonus 500 euro, anche la detrazione fiscale sarebbe assoggettata a diversi scaglioni di importo in relazione al numero dei componenti il nucleo familiare:

  • 100 euro per chi non ha familiari a carico;
  • 100 euro per il primo componente del nucleo familiare;
  • 75 euro per il secondo familiare a carico;
  • 50 euro per il terzo familiare a carico.

Di conseguenza, la cifra massima sarebbe di 325 euro per un costo complessivo preventivato a carico dello Stato tra 1,2 e 1,5 miliardi di euro.

A differenza del bonus vacanze, la detrazione fiscale (come il “Bonus Italia”) si applicherebbe direttamente in sede di dichiarazione dei redditi, nel corso della campagna fiscale 2021 avente ad oggetto i redditi prodotti nel 2020.

>> Bonus Colf e badanti 2020: requisiti, importo, domanda, novità dl Maggio

Credito d’imposta per imprese turistiche

Tra le misure del “Decreto Maggio” si ipotizza infine un credito d’imposta a beneficio delle imprese del settore turistico e alberghiero, comprese le agenzie di viaggio, legato alla contrazione del volume d’affari.

In sostanza si tratterebbe di un aiuto economico pari al 50% delle perdite subite se il fatturato è diminuito di almeno il 30% a seguito delle misure di contenimento del virus COVID-19. Il credito passerebbe al 70% delle perdite a fronte di una contrazione non inferiore al 50%.

Potrebbero inoltre interessarti questi volumi:

I CANONI DI LOCAZIONE AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

I CANONI DI LOCAZIONE AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Saverio Luppino, 2020, Maggioli Editore

L’opera misura l’impatto dell’evento pandemia e delle misure assunte dallo Stato sui contratti di locazione e si pone come una prima guida, utile ad affrontare le tematiche che coinvolgono e coinvolgeranno la materia locatizia, in ordine all’impatto conseguente al...



COVID-19: le novità sul lavoro

COVID-19: le novità sul lavoro

Rocchina Staiano, 2020, Maggioli Editore

A causa della comparsa di casi di trasmissione di COVID-19, il Governo ha emanato una serie di provvedimenti per la gestione ed il contenimento dell’emergenza sanitaria in atto e per il sostegno economico alle famiglie, ai lavoratori ed alle imprese; in particolare, possiamo qui...





© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome