Home Welfare Famiglie Calendario pagamenti bonus 600 euro, voucher baby sitter, cassa integrazione

Calendario pagamenti bonus 600 euro, voucher baby sitter, cassa integrazione

I primi pagamenti sono già iniziati. Soldi nei conti correnti dal 15 al 17 aprile. Ecco i termini di pagamento dei vari bonus covid-19

Chiara Arroi
calendario pagamenti bonus covid

“#Inpscomunica Uffici Inps al lavoro nel weekend pasquale. Un grande sforzo a sostegno del paese. Accreditato già 1 milione di bonus 600 euro con valuta 15 aprile. I pagamenti proseguiranno per tutta la settimana decreto cura Italia bonus600euro”.

Con questo Tweet l’Inps ha annunciato nel weekend pasquale di aver mantenuti gli uffici aperti, per gestire le pratiche di pagamento dei vari bonus 600 euro e voucher baby sitter, che verranno erogati secondo un calendario pagamenti stabilito.

In sostanza entro il mese di aprile dovrebbero essere ultimati tutti gli accrediti dei bonus richiesti e spettanti nel mese di marzo 2020. Spetterà all’Inps erogare la maggior parte delle agevolazioni contemplate dal Decreto cura Italia.

In una nota stampa l’istituto ha specificato che “sta continuando a lavorare con costanza e assiduità per dare risposta a oltre 8 milioni fra lavoratori dipendenti e autonomi, verso i quali ribadisce il proprio impegno a erogare le prestazioni a partire dal prossimo 15 aprile”.

Ecco un calendario dei pagamenti per bonus 100 euro autonomi, voucher baby sitting e cassa integrazione.

Bonus 600 euro: pagamento dal 15 aprile

Dei 4 milioni di domande per il bonus 100 euro autonomi, l’Inps ne ha già liquidate più di 1 milione, con valuta 15 aprile.

Si tratta del bonus richiesto dai lavoratori autonomi che hanno dovuto interrompere o ridurre l’attività. Un sussidio di importo pari a 600 euro per il mese di marzo 2020, che ad aprile e maggio aumenterà a 800 euro con il prossimo decreto in arrivo.

Il pagamento del mese di marzo avverrà tra il 15 e il 17 aprile. Entro queste date tutti coloro che hanno richiesto il bonus lo vedranno accreditato sul proprio conto bancario.

“L’Inps ne ha già liquidate oltre 1 milione e continuerà fino a martedì: verranno pagate nei conti correnti con valuta dal 15 aprile al 17 – si legge in una nota del governo – anche grazie alla collaborazione del mondo bancario», con accredito in un solo giorno lavorativo”.

Bonus 600 euro autonomi e Partite Iva: calcola qui se hai i requisiti per ottenerlo

I beneficiari quindi riceveranno il bonus direttamente sul conto corrente bancario o ufficio postale indicato nel momento in cui hanno effettuato la domanda. L’avvenuto accredito sarà comunicato tramite sms o email dall’Inps.

Bonus baby sitter: pagamento dal 15 aprile

“#InpsComunica Il #Bonusbabysitting arriverà il 15. Pervenute circa 40mila richieste. 200mila, invece, le domande di congedo parentale, per la maggior parte già pagate dalle aziende #decretocuraitalia #congedostraordinario”. 

In questo secondo tweet l’Istituto, impegnato anche sul fronte dei sussidi ai lavoratori dipendenti e famiglie, ha annunciato che il bonus baby sitter sarà pagato il 15 aprile.

Dei 200 mila congedi parentali richiesti “sono stati retribuiti per la grande maggioranza direttamente dalle aziende ai dipendenti – si legge anche in una nota del Governo – mentre le oltre 40 mila domande per il bonus baby sitting sono al vaglio dell’Inps per andare in pagamento (nel libretto famiglia) il 15 aprile anch’esse”.

Ricordiamo che il bonus baby sitter 2020 può essere richiesto in alternativa al congedo parentale speciale, per un importo massimo di 600 euro e 1.000 euro per i sanitari.

Cassa integrazione: pagata entro 30 giorni

C’è una data sul calendario pagamenti anche per la Cassa integrazione. Sono arrivate domande da circa 300 mila aziende, per un totale di circa 4,5 milioni di lavoratori e lavoratrici italiane, che ora si aspettano di essere pagati. Quando arriveranno i soldi della Cig?

> Cassa integrazione: quanto si perde di stipendio <

Circa la metà degli importi destinati ai lavoratori è già stata anticipata dalle aziende e un’altra metà sarà pagata entro 30 giorni dalla ricezione della domanda.

L’Inps sta raccogliendo le domande che iniziano ad arrivare dalle Regioni per quanto riguarda la cassa integrazione in deroga. Al momento sono 11 le Regioni che stanno provvedendo all’invio dei dati. È già in corso il pagamento da parte dell’Inps della cassa in deroga delle prime regioni. “E’ in piena operatività la convenzione siglata da Abi, Inps e organizzazioni sindacali che consente ai lavoratori sospesi dal lavoro a causa dell’emergenza Covid-19 di ricevere un anticipo della cassa integrazione ordinaria e in deroga, pari a 1.400 euro”.

Come aveva spiegato anche su Facebook la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo: “anche per quanto riguarda la cassa integrazione in deroga, mentre sta ancora ricevendo dalle singole Regioni le domande (11 al momento quelle che le hanno inviate), l’Istituto di previdenza ha già predisposto i primi versamenti sui conti correnti dei beneficiari.

E-book consigliato: Coronavirus. Misure per imprese lavoro e professionisti 

Potrebbero interessarti anche:

I CANONI DI LOCAZIONE AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

I CANONI DI LOCAZIONE AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Saverio Luppino, 2020, Maggioli Editore

L’opera misura l’impatto dell’evento pandemia e delle misure assunte dallo Stato sui contratti di locazione e si pone come una prima guida, utile ad affrontare le tematiche che coinvolgono e coinvolgeranno la materia locatizia, in ordine all’impatto conseguente al lock down, specie in...



COVID-19: le novità sul lavoro

COVID-19: le novità sul lavoro

Rocchina Staiano, 2020, Maggioli Editore

A causa della comparsa di casi di trasmissione di COVID-19, il Governo ha emanato una serie di provvedimenti per la gestione ed il contenimento dell’emergenza sanitaria in atto e per il sostegno economico alle famiglie, ai lavoratori ed alle imprese; in particolare, possiamo qui così...



CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI E CONTRATTI DI SOLIDARIETÀ - e-Book

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI E CONTRATTI DI SOLIDARIETÀ - e-Book

Sara di Ninno, Massimiliano Matteucci, Lorenzo Sagulo, a cura di Paolo Stern , 2020, Maggioli Editore

Mai come in questo periodo il tema degli ammortizzatori sociali è stato così sentito dall’intero sistema produttivo. In occasione della pandemia Covid19 ed alle conseguenti chiusure degli esercizi commerciali e dei siti produttivi il ricorso agli ammortizzatori sociali ha coinvolto...



 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome