Home Lavoro Lavorare online: vantaggi e svantaggi dello smart working

Lavorare online: vantaggi e svantaggi dello smart working

Se lavori come freelance o se la tua azienda ti dà la possibilità di lavorare da casa fai parte di quella nicchia di persone che in Italia fanno smart working, l’ultima frontiera per i lavoratori nell’era digitale.
Lavorare da casa utilizzando Internet offrirebbe non solo una maggiore libertà e flessibilità riguardanti gli orari e il posto di lavoro ma incrementerebbe anche la soddisfazione e di conseguenza la produttività dei lavoratori.

A questo proposito, infatti, l’ Università dell’Illinois ha analizzato le performance lavorative di lavorare da remoto, notando un incremento della qualità del lavoro, una maggior tranquillità e serenità per chi aveva problemi col capo. Insomma, meno stress e più profitto. Per questo è cresciuto anche il numero di società, che offrono servizi online per lo smart working come TeamViewer.
Ma è sempre veramente così? Oppure lavorare al computer dal divano porta con sé anche degli svantaggi?
Di seguito analizzeremo i 3 principali vantaggi dello smart working elencando per ciascuno anche il “rovescio della medaglia”.

  1. Meno stress e più confort. Chi lavora da casa sa quanto è bello poter svolgere la propria attività lavorativa tra le mura domestiche vivendo con più tranquillità molti aspetti. Ad esempio si riducono drasticamente alcuni fattori esterni di stress come il traffico, i colleghi fastidiosi e/o il capo snervante, gli orari e cartellini da timbrare, le mille regole da rispettare, ecc. Avere i propri spazi, sistemare le carte dove si preferisce, concepire l’ambiente di lavoro secondo i propri principi, aiuta a tenere la mente (ed oserei dire anche il cuore) più predisposto e propenso a fare, agire, volere.
    Può sembrare banale ma i vantaggi sono davvero tanti per la psiche.

Contro: lavorare dal divano in pigiama tutti i giorni potrebbe nel lungo periodo demotivarvi. Dato che non sei in ufficio, il tuo lavoro te lo organizzi tu al 100% quindi devi darti delle regole per non chiuderti in casa sul divano. Un altro consiglio potrebbe riguardare la scrivania. Anche se è capitato a tutti di scrivere dal divano o dal letto, per concentrarsi in modo serio ci si deve sedere e assicurarsi che la propria postazione sia un luogo adibito solo al lavoro nel quale regni l’ordine o quasi.

2. Libertà e flessibilità. Il lavoro da casa oltre a causare meno stress non vincola il lavoratore a recarsi in ufficio per svolgere le sue mansioni. Lo smart working, infatti, permette di lavorare da qualsiasi luogo, ammesso che ci sia una connessione internet veloce. Potrete lavorare dal vostro bar/caffè preferito, da casa di amici e parenti, durante i viaggi in treno o addirittura dalla spiaggia se desiderate viaggiare e lavorare allo stesso tempo!

Contro: non c’è un luogo fisico che costringe a restare concentrati e a svolgere i propri compiti con diligenza. Dentro e fuori casa le distrazioni sono molte e si rischia di allungare i tempi di consegna dei lavori o addirittura di compromettere gravemente la redditività. Inoltre lavorare da soli in casa può portare ad isolarsi e penalizza le relazioni sociali con i colleghi che nel bene o nel male aiutano a rendere le giornate lavorative meno noiose e più interessanti.

3. Autonomia: il tuo tempo lo gestisci tu. Questo va a vantaggio soprattutto di chi odia alzarsi presto in quanto si può decidere iniziare quando si vuole. Dovendo premere solo il tasto di accensione del computer per iniziare a lavorare le ore destinate al sonno aumentano e la routine mattutina si fa più lenta e rilassata. Al contrario, se riuscite a svegliarvi di buon’ora e amate godervi la giornata basterà iniziare prima per avere il pomeriggio a disposizione. Naturalmente non dovendo andare a lavoro “alzarsi presto” per accendere il computer e bere una tazza di caffè renderà il tutto più piacevole.

Contro: lavori di più e non stacchi mai. Si tende a lavorare di più perché la mancanza di orari non ti mette dei limiti, giorno e notte e/o festivi e feriali è lo stesso. Sei sempre lì con il tuo pc e c’è il rischio di controllare la posta come Whatsapp.

In conclusione il lavoro online ha davvero migliorato lo stile di vita dei lavoratori? Sì, basta darsi degli orari, fissare gli obiettivi da raggiungere ogni giorno e capire quando staccare la spina per uscire a godere della giornata. Insomma, il freelance o il lavoratore da remoto non sarà fisicamente in sede, ma la giornata lavorativa è piena e intensa allo stesso modo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome