È la prima volta dal 2012 che il tasso di disoccupazione cala in agosto al 9,7% (abbassando la soglia del 10%), miglior dato dal gennaio di sei anni fa. Lo ha evidenziato l’Istat nel suo aggiornamento mensile sottolineando che il calo è di 0,4 punti percentuali su luglio e 1,6 punti su agosto 2017. I disoccupati sono diminuiti sul mese di 119.000 unità a 2.522.000 mentre sono calati di 438.000 unità su agosto 2017.

Nel mese di agosto si è avuto un tasso di occupazione al 59 per cento. Un record storico, con una crescita di 69 mila occupati rispetto a luglio e di 312 mila sull’agosto del 2017.

Leggi anche “Disoccupazione scende al 10,7: minimo dal 2012”

Continua alto invece il volo del lavoro a termine.  Nel mese – ha rilevato l’Istat – gli occupati a tempo determinato erano 3.143.000 con una crescita di 45.000 unità (+1,5%) su luglio e di 351.000 unità (+12,6%) su agosto 2017. E’ record dall’inizio delle serie storiche (dal 1992). Per il lavoro dipendente “permanente” si è registrata una crescita di 50.000 unità su luglio e un calo di 49.000 unità su agosto 2017.

Di Maio ha commentato i numeri sostenendo che la disoccupazione al 9,7 “è un numero che dentro ha ancora troppo precariato e sfruttamento con tanti contratti di pochi giorni. Va bene quel numero, ma c’è tanto da fare per creare lavoro stabile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome