(Foto Ansa/Angelo Carconi) Vertice di centrodestra tra Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Un’intesa che allarma il M5s, tanto che la Lega deve confermare l’alleanza per il governo. “Il governo Lega-5Stelle lavorerà, e bene, per tutti i cinque anni previsti, rispettando punto per punto il contratto di governo e la voglia di cambiamento degli Italiani”, scrive in una nota il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti.

Intanto Silvio Berlusconi è uscito sorridente dal vertice, e ai microfoni dei cronisti ha voluto fare la sua premonizione: la destra tornerà al Governo nel Paese.

La riunione Salvini, Giorgetti, Berlusconi e Meloni – fanno sapere fonti della Lega al termine dell’incontro – è servita a chiarire alcune questioni in vista delle regionali. Sul territorio, dove le alleanze con gli esponenti locali di Fi e Fdi funzionano e hanno portato buoni risultati sarà riproposta la formula.

A livello nazionale resta tutto come sta però. Resta l’accordo con il Movimento 5 stelle per realizzare il programma di governo nei prossimi 5 anni a partire dalla manovra economica e dai prossimi provvedimenti che il consiglio dei ministri approverà lunedì prossimo”.

“Da questa riunione esce la garanzia che il centrodestra è unito, funziona e non solo esiste ma anche resiste”, ha detto Silvio Berlusconi all’uscita da Palazzo Grazioli al termine del vertice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome