“Se parliamo di rimettere a gara le autostrade ci sono due possibilità: o tornano ad Autostrade ed è l’arte dei pazzi o ci facciamo colonizzare da un concessionario straniero. Quindi necessariamente devono tornare allo Stato, vogliamo chiamarla gestione pubblica e non nazionalizzazione?”.
Così il vicepremier, Luigi Di Maio, ha commentato, intervistato a L’aria che tira. Alla domanda se sulla questione si sia messo d’accordo con Matteo Salvini, Di Maio ha risposto: “assolutamente. Anche nella mozione che abbiamo votato in Parlamento è prevista una gestione pubblica nel futuro”.

Di Maio ha garantito che l’accordo con la Lega c’è tanto è vero che “anche la mozione parlamentare dice questo”.

L’iter di revoca della concessione intanto continua.

Leggi anche: “Concessioni pubbliche: cosa sono e come si revocano”

Potrebbe interessarti:

Le concessioni di lavori e di servizi nel Codice dei contratti pubblici

Le concessioni di lavori e di servizi nel Codice dei contratti pubblici

Alberto Costantini, 2018, Maggioli Editore

L’oramai cronico stato di crisi della finanza pubblica rende inevitabile la crescita dell’interesse verso forme contrattuali che prevedono l’intervento di capitali privati; tra queste, la concessione, tanto di lavori che di servizi, sembra l’unica ad aver raggiunto un sufficiente grado...



© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome