Entro ottobre 2019, novembre al massimo, Genova avrà un nuovo ponte sul torrente Polcevera“. Lo ha annunciato il presidente della Regione Liguria e commissario per l’emergenza Giovanni Toti alla presentazione del progetto del nuovo viadotto dell’architetto di Renzo Piano.

. Al tavolo della Regione ci sono l’architetto, il governatore Giovanni Toti, il sindaco Marco Bucci, l’amministratore delegato di Fincantieri Giovanni Bono e l’amministratore delegato di Autostrade Giovanni Castellucci

“Il nuovo Morandi non può essere un ponte normale, visto il dolore che ha provocato, vogliamo costruire un simbolo per il futuro della città. Il progetto di Piano rappresenta l’essenzialità ligure ricca di significato, sarà costruito velocemente”.

“Questo ponte dovrà durare mille anni e dovrà essere d’acciaio” ha detto l’archistar Renzo Piano presentando il suo progetto. “Certo, in questo progetto c’e’ qualcosa di una nave. Perché c’è qualcosa di Genova”.

leggi anche “Ponte Morandi, Toti: sarà demolito in 30 giorni”

I vertici di Arcelor Mittal, nuovi proprietari dell’Ilva,  “si sono detti disponibili a fornire l’acciaio indispensabile alla ricostruzione del ponte Morandi” ha annunciato Toti. L’acciaio sarà lavorato dallo stabilimento Ilva di Genova Cornigliano.

Da parte sua l’ad di Autostrade Giovanni Castellucci ha detto  che “dalla riunione di oggi è nata una squadra e noi ci saremo, siamo pronti a costruire quel ponte”. Ha poi chiarito: “Progetteranno il ponte Autostrade, Fincantieri e lo studio Piano costituendo un team dedicato”, specificando che “sarà probabile un consorzio d’imprese con Fincantieri”.

Leggi anche “Concessioni pubbliche: cosa sono e come si revocano”

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome