Il 30 settembre 2018 scade il termine per l’approvazione del Bilancio Consolidato. La data di scadenza per l’approvazione è tassativa per tutti gli Enti con densità demografica superiore ai 5mila abitanti, già interessati lo scorso anno, oggi estesa anche ai Comuni con densità demografica inferiore ai 5mila abitanti. Questi ultimi tuttavia possono rinviare al 30 settembre 2019 la redazione del Bilancio Consolidato solo qualora si siano avvalsi nel 2018 del rinvio del Conto Economico e Stato Patrimoniale 2017.

Il termine del 30 settembre viene stabilito nel’articolo 151 del Decreto legislativo n. 267 del 2000, che al comma 8 afferma: “entro il 30 settembre l’ente approva il bilancio consolidato con i bilanci dei propri organismi ed enti strumentali e delle società controllate e partecipate, secondo il principio applicato n. 4/4 di cui al decreto legislativo 23 giugno n.118”.

Il bilancio consolidato è quel documento consuntivo d’esercizio che descrive la situazione economica, finanziaria e patrimoniale di un gruppo o un ente. Si deve comporre degli stessi documenti previsti per il bilancio d’esercizio e deve essere approvato per legge dalle società di capitali che controllano altre imprese, alle società cooperative, mutue assicuratrici ed enti pubblici commerciali che controllano una società di capitali, ed è obbligatorio anche per gli enti locali italiani.

La data di scadenza per l’approvazione è tassativa per tutti gli Enti con densità demografica superiore ai 5.000 abitanti, già interessati lo scorso anno, oggi estesa anche ai Comuni con densità demografica inferiore ai 5.000 abitanti.

Per adempiere a questo obbligo è a disposizione il Software “Consolidato Enti”, fruibile in modalità cloud che offre all’Ente, attraverso una formula a canone annuale una serie di servizi:

  • accesso al software via web per un numero illimitato di utenti;
  • nessun limite al numero di Enti/Società da consolidare con l’Ente capogruppo;
  • utilizzo completo di tutte le funzioni applicative offerte dal software;
  • sicurezza, privacy e accesso al sistema, mantenimento dei dati archiviati senza limiti di spazio;
  • formazione all’utilizzo del software;
  • manutenzione e aggiornamento;
  • servizi di help-desk.

Viene messa a disposizione una tipologia di offerta chiavi in mano che aiuta l’ente nella stesura del Bilancio Consolidato, con consegna all’Ente tutti i documenti conformi alla normativa (Bilancio consolidato, nota integrativa e schemi xbrl per la BDAP). Oltre agli strumenti informatici, l’Ente potrà avvalersi di un supporto esterno di professionisti qualificati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome