Da oggi è possibile accedere a tutti i servizi web del Fisco tramite il proprio account Spid (Sistema pubblico dell’identità digitale), ovvero la password unica attivabile gratuitamente per accedere a tutti servizi online della Pubblica amministrazione. Il direttore dell’Agenzia delle Entrate ha firmato un provvedimento che prevede l’estensione dell’utilizzo dell’account Spid a tutti i servizi online offerti dall’Amministrazione finanziaria, come registrare un contratto di locazione, consultare i dati catastali o visualizzare la propria posizione nel cassetto fiscale.

Attualmente sono 7,3 i milioni di utenti che accedono ai servizi online dell’Agenzia, di questi 6,7 milioni sono utenti Fisconline.

Cos’è Spid

Il Sistema pubblico di identità digitale (Spid) permette ai cittadini di utilizzare un unico utente e password, per accedere a tutti i servizi erogati online da oltre 4mila Pubbliche Amministrazioni. Con un account unico si può quindi iscrivere i figli a scuola, prenotare una visita medica, richiedere una prestazione Inps e presentare la dichiarazione precompilata.

Il sistema non profila l’utente per garantire la protezione dei dati personali, è utilizzato attualmente da 2,3 milioni di utenti, di questi il 61% è costituito da donne, il 39% da uomini.

Come ottenere le credenziali Spid

Per ottenere le credenziali Spid è necessario:

  • aver compiuto 18 anni,
  • avere un documento di riconoscimento, la tessera sanitaria con codice fiscale,
  • un indirizzo e-mail valido
  • un numero di telefono.

È necessario registrarsi sul sito di uno degli 8 gestori di identità digitale (Aruba, Infocert, Poste, Sielte, Tim, Register.it, Namirial, Intesa) e seguire la procedura per l’identificazione.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dedicato allo Spid.

Ricordiamo che per accedere ai servizi della Dichiarazione precompilata e Fatture e Corrispettivi (Spesometro), è necessario il livello di sicurezza 2 ovvero un’autenticazione  a due fattori (password e PIN “dinamico”, ossia che cambia sempre ad ogni accesso).

Leggi anche 730, tutte le novità 2018 sulle scadenze e le detrazioni

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome