concorso miur

Tra i nuovi bandi pubblici pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale c’è anche il Concorso Miur per la selezione per titoli ed esami di 253 funzionari da assumere a tempo pieno e indeterminato in diverse regioni italiane. Scarica il bando

I posti a disposizione saranno così ripartiti:

  • 50 posti in Amministrazione centrale,
  • 7 in Abruzzo,
  • 4 in Basilicata,
  • 8 in Calabria,
  • 19 in Campania,
  • 10 in Emilia Romagna,
  • 5 in Friuli Venezia Giulia,
  • 9 in Liguria,
  • 12 in Lazio,
  • 30 in Lombardia,
  • 7 nelle Marche,
  • 4 in Molise,
  • 16 in Piemonte,
  • 15 in Puglia,
  • 9 in Sardegna,
  • 17 in Sicilia,
  • 12 in Toscana,
  • 5 in Umbria,
  • 14 in Veneto.

Requisiti richiesti per il Concorso Miur

Per partecipare al Concorso Miur i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadino italiano oppure di uno stato membro dell’Unione Europea;
  • Diploma di Laurea oppure Laurea specialistica/Magistrale;
  • idoneità allo svolgimento delle mansioni richieste dal bando.

Resta aggiornato con il nostro Speciale Concorsi pubblici

Come partecipare al Concorso Miur

I candidati in possesso dei requisiti richiesti potranno presentare la propria domanda di partecipazione esclusivamente in via telematica tramite l’apposito form mediante
registrazione o utilizzo di credenziali SPID, entro il 27 aprile.

Prove di selezione del Concorso Miur

Il bando prevede lo svolgimento di 3 prove di selezione (2 prove scritte e uncolloquio interdisciplinare) e una prova preselettiva in caso di un numero elevato di partecipanti.

La prova di preselezione consisterà in un questionario a risposta multipla sugli stessi argomenti della prima prova scritta.

Nella prima prova scritta i candidati dovranno cimentarsi con un test a risposta sintetica sulle seguenti materie:

  • Diritto costituzionale,
  • Diritto dell’Unione Europea;
  • Diritto amministrativo;
  • Diritto civile;
  • contabilità pubblica;
  • diritto del lavoro;
  • Elementi di organizzazione del MIUR.

La seconda prova scritta consisterà nella redazione di un elaborato sulle materie d’esame della prima prova.

Infine i candidati idonei alle prima 2 prove saranno convocati tramite mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno oppure via PEC, per sostenere la prova orale, ovvero un colloquio con la commissione esaminatrice per valutarne la preparazione in:

  • diritto penale;
  • elementi di diritto processuale civile e del lavoro e sullo stato giuridico del personale scolastico,
  • materie della prova scritta;
  • lingua Inglese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome