iscrizione cassa forense

La Cassa Forense ha indetto anche per l’anno 2018 un bando per l’erogazione di prestiti a favore di avvocati sotto i 35 anni con l’obiettivo di supportarli nell’avviamento della loro attività professionale.

Il prestito concesso va da 5 a 15 mila euro rimborsabile fino a 5 anni per gli iscritti alla Cassa Forense.

“Fermo restando che la delibera di ammissione è demandata all’insindacabile giudizio della Banca Popolare di Sondrio, l’intervento dell’Ente consiste nell’abbattimento al 100% degli interessi passivi, che verranno versati dalla Cassa all’Istituto di credito, fino ad esaurimento dell’importo stanziato pari ad € 1.500.000,00 – si legge nel comunicato della Cassa -. L’Ente fornirà, inoltre, per gli iscritti con reddito professionale inferiore ad € 10.000,00, apposita garanzia fidejussoria per l’accesso al credito stesso, fino ad esaurimento dell’importo a tal fine stanziato pari ad € 2.000.000,00.

Requisiti per accedere al bando della Cassa Forense

I candidati possono essere ammessi se in possesso dei seguenti requisiti:
– essere in regola con le prescritte comunicazioni reddituali alla Cassa (modelli 5);
– aver dichiarato, nell’ultimo Modello 5, un reddito professionale non superiore ad
€ 40.000,00;
– non aver compiuto il 35° anno di età alla data di presentazione della domanda;
–  essere iscritto alla Cassa da almeno due anni, compresi eventuali periodi di
praticantato;
– non aver beneficiato delle agevolazioni previste in forza del bando indetto da
Cassa Forense per l’anno 2017.

“Il contributo sugli interessi – precisa il bando – è previsto esclusivamente in regime di iscrizione a Cassa Forense; qualora, pertanto, per qualsiasi ragione, intervenga la cancellazione dalla Cassa il contributo viene meno ed il professionista dovrà provvedere al pagamento integrale degli interessi derivanti dal prestito ottenuto a decorrere dalla prima rata non ancora corrisposta o all’immediato rimborso del credito residuo”.

Come inviare la richiesta di prestito alla Cassa Forense

È possibile inviare la richiesta di prestito solo per via telematica sul sito web della Cassa Forense accedendo con il proprio account entro il 31 ottobre 2018 o comunque prima dell’esaurimento fondi (10mln di euro).

L’Ente effettuerà il possesso dei requisiti dei candidati previsti dal bando, poi trasmetterà le istanze alla Banca Popolare di Sondrio per l’ulteriore istruttoria di competenza. Le istanze saranno evase secondo l’ordine cronologico di presentazione e fino all’esaurimento dei fondi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome