Da domani 15 marzo la dichiarazione di successione si potrà presentare online. Con il provvedimento del 28 dicembre scorso l’Agenzia delle Entrate ha diffuso il nuovo modello e le relative istruzioni (Scarica il nuovo modello di dichiarazione di successioneIstruzioni fasc. 1 e Istruzioni fasc. 2).

La procedura telematica rilascia un documento con un contrassegno, un codice identificativo del documento e un Codice di Verifica del Documento (CVD), che attesta l’originalità del documento e può essere presentata alle banche e agli altri intermediari finanziari per incassare i beni in successione.

Quando presentare la dichiarazione di successione

La dichiarazione di successione non è obbligatoria se gli eredi sono il coniuge e i figli, non ci sono immobili e l’eredità non supera i 100mila euro. In tutti gli altri casi deve essere presentata dagli eredi entro 12 mesi, è obbligatoria e, in presenza di immobili, deve essere presentata anche la voltura catastale.

Per quest’ultima è dovuta l’imposta ipotecaria e quella catastale che vanno pagate al momento della presentazione, mentre le imposte di successione sono calcolate dall’Agenzia delle entrate sulla base del valore dell’eredità indicato nella dichiarazione.

L’imposta di successione è pari a:

  • 4% per i fratelli e per genitori e figli per l’eventuale quota che supera il milione di euro;
  • 6% se si ereditano beni da altri familiari,
  • 8% in caso di estranei.

Procedura online per la dichiarazione di successione

La procedura online prevede la presentazione di una unica dichiarazione per tutti gli eredi e permette di completare anche la voltura degli immobili e richiedere le agevolazioni fiscali.

Il nuovo modello di dichiarazione 2018 dovrà essere utilizzato per le successioni aperte a partire dal 3 ottobre 2006, mentre per quelle precedenti a tale data e per le integrazioni, modifiche o sostituzioni di una dichiarazione presentata con il modello approvato con il d.m. del 10 gennaio 1992, si dovrà utilizzare il medesimo modello secondo le sue modalità di presentazione.

Ricordiamo che fino al prossimo 31 dicembre è ancora possibile presentare la dichiarazione di successione in formato cartaceo, consegnandolo all’Agenzia di competenza del defunto e entro i successivi 30 giorni è necessario presentare la domanda di voltura.

Sull’argomento consigliamo la lettura di

Dichiarazione di successione dei beni ereditari e voltura catastale degli immobili

Dichiarazione di successione dei beni ereditari e voltura catastale degli immobili

Virginio Panecaldo, 2015, Maggioli Editore

Il volume – realizzato da uno dei più autorevoli esperti in materia successoria e catastale – è un’accurata guida di taglio pratico, che fornisce un approfondito commento ai vari adempimenti della dichiarazione di successione e della voltura catastale. La...



© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome