modello 730

Scade oggi il termine per la presentazione del Modello 730 integrativo da utilizzare per correggere la Dichiarazione dei redditi già trasmessa all’Agenzia delle Entrate. In vista della scadenza ecco una breve Guida su quando è necessario presentarlo, come compilarlo e come presentarlo.

Quando presentare il 730 integrativo

Il Modello 730 integrativo va presentato solo in caso di dimenticanza di spese detraibili e deducibili, quando si deve ricevere un maggior rimborso fiscale. Il modello va presentato entro il 25 ottobre e il rimborso delle somme avviene nella prima busta paga utile.

Per errori che comportano minor reddito oppure maggior debito è necessario invece presentare il Modello Redditi ex Unico entro il 31 ottobre.


Consulta lo Speciale Agenzia delle Entrate

Come compilare e presentare il 730 integrativo

All’interno del Modello è necessario inserire specifici codici nella casella 730 integrativo del frontespizio, legati al tipo di correzione effettuata:

  • Codice 1 per correggere dati che comportano maggior credito, minor debito o imposta invariata,
  • Codice 2 per la correzione di dati che riguardano il sostituto d’imposta e che hanno impedito il rimborso fiscale,
  • Codice 3 per correggere i dati sia del sostituto d’imposta che di altre informazioni da cui deriva un maggior credito o un minor debito.

Per la presentazione del modello 730 integrativo è sempre necessario rivolgersi ad un Caf o ad un professionista abilitato, anche se il modello 730 era stato inviato online o autonomamente all’Agenzia delle Entrate. È necessario consegnare tutta la documentazione per certificare il maggior rimborso.

Modello Redditi ex Unico

Per errori che comportano minor reddito oppure maggior debito è necessario invece presentare il Modello Redditi ex Unico entro il 31 ottobre, che a differenza del Modello 730 integrativo può essere inviato anche online, senza rivolgersi ad un intermediario.

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteLegge di Bilancio 2018, cosa cambia per professionisti e imprese
Articolo successivoSicilia, la vicenda delle ex province: può essere incostituzionale votare?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here