Home Fisco 730 precompilato 2017: oggi scadenza invio dati Tessera Sanitaria, ecco il modulo

730 precompilato 2017: oggi scadenza invio dati Tessera Sanitaria, ecco il modulo

Sistema Tessera Sanitaria

Agenzia delle Entrate: scade oggi il termine per l’invio al Sistema Tessera Sanitaria dei dati relativi alle spese sanitarie sostenute dai contribuenti nell’anno 2016. La data era stata posticipata dalla Agenzia delle Entrate dal 31 gennaio ad oggi (provvedimento AdE n. 17731).

Sistema Tessera Sanitaria 2016: chi è tenuto ad adempiere?

Sono tenuti alla trasmissione dei dati sanitari al Sistema Tessera Sanitaria (c.d. STS)  tutti i soggetti che erogano servizi di prestazioni sanitarie ex articolo 3 del D.lgs. 175/2014.

Come inviare i dati sanitari? Ecco i nostri Software

Cosa bisogna trasmettere?

I dati da trasmettere al Sistema Tessera Sanitaria riguardano: le ricevute di pagamento, gli scontrini fiscali e gli eventuali rimborsi relativi alle spese sanitarie sostenute da ciascun assistito, come indicato dal DM 31/7/2015.

Elenco Aggiornato dei contribuenti

Rispetto allo anno 2015, i soggetti tenuti all’adempimento sono più numerosi. Oltre agli iscritti all’Albo dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, le farmacie (pubbliche e private), le strutture accreditate al Servizio Sanitario Nazionale, rientrano tra i contribuenti tenuti, anche:

  • le strutture autorizzate per l’erogazione dei servizi sanitari e non accreditate con il SSN
  • gli psicologi,
  • gli infermieri,
  • le ostetriche,
  • le parafarmacie,
  • i tecnici di radiologia medica,
  • gli ottici,
  • gli iscritti agli albi professionali dei veterinari.

La proroga della scadenza era stata concessa proprio per far fronte alle esigenze di questi operatori – tenuti per la prima volta alla trasmissione dei dati – onde facilitare l’invio più possibile corretto e completo delle informazioni che saranno utilizzate per la predisposizione della dichiarazione precompilata.

Sistema Tessera Sanitaria 2016:opposizione o consenso? Scadenza il 9 marzo

L’Agenzia delle Entrate ha specificato che non ci sarà nessun cambiamento in termini di scadenze sul calendario della campagna dichiarativa 2017. Tuttavia, per non alterare il sistema di tutela della privacy, è stata posticipata al prossimo 9 marzo anche la data entro la quale i contribuenti potranno comunicare la propria opposizione all’utilizzo delle spese sanitarie sostenute nell’anno 2016 per l’elaborazione del 730 precompilato: questi dovranno accedere direttamente all’area autenticata del sito web del Sistema Tessera Sanitaria.

Scarica qui il Modulo di Opposizione o Consenso

Pertanto, il Sistema Tessera Sanitaria metterà a disposizione dell’Agenzia delle Entrate i dati dei contribuenti che non abbiano esercitato l’opposizione a partire dal prossimo 10 marzo 2017.

Le sanzioni

L’omessa, tardiva o errata trasmissione telematica dei dati, ex art. 23 d.lgs. 158/2015, farà scattare una sanzione pari a 100 euro per ogni comunicazione, con un tetto massimo di 50mila euro. 
La trasmissione corretta dei dati, effettuata entro 5 giorni dalla scadenza oppure dalla segnalazione da parte dell’Agenzia delle entrata, comporterà l’esonero da ogni sanzione. Sarà invece ridotta a un terzo con tetto massimo a 20mila euro, se la trasmissione corretta avverrà entro 60 giorni dalla scadenza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome