canone rai 2016

Tra le nuove domande emerse circa l’addebito in bolletta del canone Rai, chiarite con le ultime FAQ dell’Agenzia delle Entrate, si chiedono chiarimenti anche su quale sia giudice al quale rivolgersi per tutelarsi da pagamenti non dovuti o errati.

Per approfondire vai allo speciale su Canone Rai 2016: cosa sapere

Come difendersi dal canone Rai: il giudice competente

Mediante il nuovo sistema, di addebito del canone tv, sarà più alta la probabilità per il contribuente non tenuto al pagamento d’incappare in errore a suo danno. In modo particolare, spetterà proprio al cittadino rivolgersi al giudice per chiedere tutela.


Fatta eccezione per il caso in cui l’interessato presenti una falsa autocertificazione di non possesso della tv, infatti, la prima mossa non spetta all’Agenzia delle Entrate, che si occupa dell’accertamento e dell’applicazione delle sanzioni.

E’ importante, quindi, sapere quale sia il giudice competente a decidere sul canone Rai e su tutte le contestazioni che potrebbero sorgere.

Il ruolo del giudice tributario

La natura della riscossione del canone Rai in bolletta è rimasta immutata: si tratta comunque di un’imposta. Il fatto che il pagamento sia gestito materialmente dalle società dell’energia elettrica, quindi, non ne muove la competenza, sempre in capo al giudice tributario.

Per qualsiasi contestazione, pertanto, il contribuente non deve rivolgersi al Tribunale ordinario o al Tribunale amministrativo (TAR), ma piuttosto alla Commissione Tributaria Provinciale, come sempre fatto.

La giurisdizione sulle questioni attinenti al canone Rai, dal momento che si tratta comunque di un’imposta, è rimessa in capo alla magistratura tributaria, così come le decisioni in merito all’esatta individuazione del soggetto nei cui confronti deve essere promossa l’azione giudiziaria (sia esso la Rai o l’Agenzia delle Entrate), nonché in merito alla regolarità della notifica delle cartelle esattoriali eventualmente emesse nei confronti del contribuente.

Contro il canone Rai? Come funziona l’autotutela

Per tutti quelli che vorrebbero evitare la carta del ricorso al giudice, esiste sempre la possibilità di affidarsi alla cosiddetta autotutela, cioè l’invio all’Agenzia delle Entrate – Sportello Sat di una richiesta tramite raccomandata a.r. o posta elettronica certificata. Una volta verificati i presupposti della richiesta, richiesta, lo sportello suddetto s’interfaccerà con la società che fornisce e garantisce la fornitura elettrica alle famiglie e alle piccole imprese, alias la società Acquirente Unico S.p.a. al fine di disporre l’eventuale riaccredito (sempre nella bolletta elettrica) delle somme dovute.

Lo prevede il Regolamento attuativo della legge di Stabilità 2016 che stabilisce le modalità con cui il cliente può presentare istanza di rimborso. Bisogna però fare presente che il ricorso in autotutela non interrompe i termini per impugnare l’atto e che quindi sarebbe meglio per il contribuente di proporre anche il ricorso al giudice in maniera cautelativa.


CONDIVIDI
Articolo precedenteCon un Pokémon vicino a casa aumenta il valore dell’immobile
Articolo successivoBollo Auto: quando non si è più tenuti a pagare. I casi in cui fare ricorso

12 COMMENTI

  1. Io non voglio usufruire della rai e conseguentemente non pagare il canone. La RAI cripti il segnale Chi guarda la RAI si faccia l’abbonamento al quale verra’ consegnata una carta da inserire nel decoder che gli aprira’ i canali.
    Questo sarebbe stato il comportamento piu’ consono.

  2. ragazzi, non so se l’avete capito, ma lo scopo del canone in bolletta è quello di raddoppiare le entrate della rai, infatti i loro governanti, cioè di quelli che hanno votato il PD, si sono seduti a tavolino a fare quattro calcoli, e si sono accorti che in tutte le seconde case è residente un membro del nucleo familiare diverso da quello che è residente nella prima casa.
    Insomma il padre è residente nella prima casa e un figlio nella seconda, per esempio, anche se non ci mette mai piede. In questo modo, la tassa che prima era sull’antenna, poi è diventata sul televisore, adesso è sulla residenza. Aspettate un poco e la convertiranno in tassa sull’esistenza in vita con presunzione di vita eterna, cioè continuerete a pagare anche dopo morti se qualcuno non produrra il vostro certificato di morte all’agenzia delle estorsioni.
    Voglio anche aggiungere che hanno messo il canone in bolletta anche a chi ha presentato nei termini la dichiarazione di non possesso del televisore.
    Il mio consiglio?
    Togliete il saluto a chi ha votato il PD e agli altri truffatori degli elettori che sostengono questo governo di abusivi e traditori.
    Lo so che è una piccola cosa, ma tante piccole cose messe insieme fanno qualcosa di grande.

  3. COME NON PAGARE IL CANONE IN BOLLETTA

    CON BOLLETTINO POSTALE
    invece di usare il bollettino prestampato, compilatene uno bianco con gli stessi dati del bollettino originale (numero utente, bimestre, etc.) e nella causale aggiungete SOLO CONSUMO o altra dicitura che chiarisca che non state pagando il canone
    CON BONIFICO BANCARIO
    trovate i conti correnti dell’Enel qui:
    https://www.enelservizioelettrico.it/it-IT/bolletta/paga
    cliccando su: pagamenti online
    nella causale mettete il codice utente, il bimestre, la dicitura SOLO CONSUMO o SENZA CANONE o quello che preferite per chiarire che avete detratto dal totale l’importo del canone
    CON PAYPAL
    se avete in precedenza pagato con Paypal, entrate nel vostro account Paypal, trovate la precedente transazione, e ripetete il pagamento cambiando l’importo e specificando nel messaggio al venditore il codice utente, il bimestre, che state pagando senza il canone
    avete molto spazio, rispetto al bollettino e al bonifico, quindi potete mettere più dati, ad esempio il numero della fattura, la scadenza, etc.
    se non avete pagato prima con Paypal, non posso aiutarvi, perchè l’indirizzo email dell’Enel è un segreto all’italiana che nessuno vi svelerà, nè google, nè Paypal, nè tantomeno l’Enel

    In tutti e tre i casi, consiglio, dopo qualche giorno dal pagamento, di fare la segnalazione di pagamento al numero verde dell’Enel
    occhio, non dimenticate mai che siamo in Italia

  4. Buongiorno vorrei sapere come comportarmi perchè mi è arrivata la bolletta dell’energia elettrica con canone rai per una cappella gentilizia e sulla bolletta è specificato domestico non residente io ho pagato solo l’utenza e non il canone c’è un modello per questa situazione? grazie

  5. Vorrei sapere dalla signora
    Cazzaniga Maria Luisa cosa ha fatto per poter recuperare i soldi?
    In quanto mi trovo nella stessa situazione.

  6. ho inviato in data 10 febbraio 2016 disdetta canone rai per decesso di mio suocero ( autocertificazione da parte di mio marito ) – ( con annesso certificato di morte )
    ovviamente … la bolletta elettrica contiene l’addebito di €. 70 per il canone
    domani ovviamente comincia l’iter per recuperare i soldi ….

  7. La richiesta di pagamento del canone Rai – dovuta e pagata per l’anno corrente – può avere effetto retroattivo- la legge prevede chiaramente la non retroattivtà per mancati pagamenti precedenti? Perché le altre TV CAMPANO SENZA CANONE E FANNO UTILI? Anche se il canone Rai è una delle tante opportunità per mantenere poltrone politiche che non servono a nulla, chi ha eletto i dirigenti di un servizio pubblico? un governo che non è stato eletto – chi ci ha importo questo Presidente della Repubblica ? un governo che non è stato eletto – potremmo continuare a non finire – ma non è possibile
    dire basta a questo sistema- forse non si ha più speranza di cambiare – cercheremo di resistere- ma i nostri
    giovani ? Sig. Renzi al mio paese chi chiacchera tanto ha sempre ragione:

  8. Perché la pubblica amministrazione, il Fisco e ora anche la Rai devono rendere difficile la vita ai contribuenti. Mi arriva la bolletta dell’acqua di una casa disabitata di 242€, della stessa casa dove non c’è nessun residente mi arriva il bollettino Rai: Mettiti in movimento, cerca di far capire come stanno le cose e nessuno è in grado di darti un suggerimento, Telefona e dopo 12 minuti di attesa ti dicono di chiamare lunedì. Ho chiamato perchè mi sono accorto di avere il contatore dell’acqua bloccato. Nessuno mi da risposta, il numero da fare è sempre un’altro. Sono stufo

  9. II penso non serva un autocertificazione l agenzia delle entrate sa benissimo tutte le nostre mosse figurarsi se non sa che due l’esonero abitano insieme pure avendo due contatori è una rapina legale messa dallo stato che non tutela nessuno invece di tutelare la gente mette anche gli anziani appresso a delle date di scadenza per dire all agenzia delle entrate che vivono insieme a me non spetta io non pago bisogna essere rispettosi della gente e non fregarla al primo tentativo posso pagarti una penale se non ti ho mandato l autocertificazione ma non l intero canone è proprio una truffa legale ladri ladri ladri

  10. E’ vero pienamente in accordo con Lorenzo e Roger. Perche’ il Governo (se cosi’ si puo’ definire) ha deciso di imporre una tassa cosi’? Cosa ci guadagnano non bastano tutti i soldi che rubano alla povera gente?
    Io sono un pensionato sociale con 450 euro al mese se pago il canone come vivo ? L’affitto lo paga lo Stato ? come mantengo la moglie ? E’ ora di madare a casa i novecentoquarantacinque sanguisughe che non servono a niente.
    Basta con gli stipendi d’oro della Rai pagati da noi ed ora anche imposti.
    In rai sono tutti figli,mogli,parenti di qualcuno potente o cosi detto VIP. VERGOGNA !!!!! Italiani ribellatevi alle sanguisughe

  11. Io sono un’altro dei tanti che ha mandato l’autocertificazione entro i termini e mi ritrovo 70 euro in bolletta.
    A mio parere, l’addebito è stato fatto a tutti. Probabilmente l’agenzia delle entrate inviterà a chiedere il rimborso… Cosi altra raccomandata, fila allo sportello dell’agenzia… Ma io non pago, brutti ladri. Pago la bolletta con bollettino e basta.

  12. Scrivere un comento ha cosa serve,io penso che in italia il canone rai e solo un imbroglio vero e proprio
    perche pagare il canone per vedere la bublicita ? in poche parole paghiamo il canone come se fosse un abbonamento sky ? se guardiamo un film ci disturbano il film con la publicita che alla fine abbiamo perso la trama del film per non parlare delle partite di calcio che stopano la Partita per una breve publicita e non hai visto chi a tirato il pallone,insoma mi sono rotto le balle,e una vera burocrazia,io propongo una Cosa che si faccia un canale apposta solo per la publicita e che se la guardino chi e interessato a vedere i i bagni pieni di merda quando stai a tavola a mangiarti un piatto di Minestra ho pannollini che asciugano di piu ho di meno per non parlare di dentiere che ti viene il voltastomaco e che devi correre al bagno a rovesciare,
    inssoma e dai un po di galateo fatte schiffooooooooooooo

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here