principio contabile OIC 31

di Andrea Sergiacomo

Il principio contabile OIC 31 ha lo scopo di definire i criteri per la rilevazione, classificazione e valutazione dei fondi per rischi ed oneri e del trattamento di fine rapporto, nonché le informazioni da presentare nella nota integrativa.

La nuova versione dell’OIC 31 recepisce le novità introdotte nell’ordinamento nazionale dal d.lgs. 139/2015, connesse principalmente all’obbligo di rilevazione del fair value negativo degli strumenti finanziari derivati e alla cancellazione della sezione straordinaria del conto economico.


TROVI TUTTO NEL SEGUENTE VOLUME

In particolar modo al punto 17 della bozza si mette in risalto l’inserimento della nuova voce B3 “strumenti finanziari derivati passivi” per l’iscrizione gli strumenti finanziari derivati con fair value negativo alla data di valutazione. Per la definizione di strumento derivato, le modalità di rilevazione e valutazione in bilancio, nonché i relativi obblighi di informativa la bozza rinvia all’OIC XX “Strumenti finanziari derivati”.

La struttura della nuova versione dell’OIC 31, è stata rivista al fine di distinguere le statuizioni di carattere generale contenute nei diversi paragrafi del principio contabile da quelle relative a fattispecie più specifiche che vengono ora trattate in apposite appendici che, sotto il profilo dispositivo, possono costituire, o meno, parte integrante del principio contabile.

Va osservato come siano stati  fatti altri interventi di revisione del principio contabile nell’ottica di incorporare nel principio alcune fattispecie di fondi rischi e oneri che erano disciplinate in altri principi contabili, come ad esempio i fondi per contratti onerosi di lungo termine in precedenza inseriti nell’OIC 13 “Rimanenze”.

Giova osservare come la bozza di principio contabile OIC 31 messa in consultazione non apporta alcuna modifica al testo del paragrafo 26 della precedente versione del principio  in base al quale i “fondi per rischi e oneri non sono oggetto di attualizzazione”.

Il d.lgs. 139/2015 ha introdotto la disciplina dell’attualizzazione espressamente per i debiti, mentre non è stata apportata analoga modifica al trattamento contabile dei fondi rischi ed oneri.
PER APPROFONDIMENTI SI CONSIGLIA ANCHE

CHIUSURA DEI CONTI E REDAZIONE DEL BILANCIO 2014

CHIUSURA DEI CONTI E REDAZIONE DEL BILANCIO 2014

Gianluca Marcheselli - Stefano Kirchmayr, 2015, Maggioli Editore

Di taglio operativo, questo nuovissimo Manuale fornisce il quadro completo di tutti gli aspetti teorici e pratici che interessano la procedura di formazione e di approvazione del bilancio d'esercizio, tenuto conto delle più recenti novità su: - tassonomia XBRL, applicabile per il...




CONDIVIDI
Articolo precedenteUnione Europea: Islamofobia e avversione per i migranti in crescita nel 2015
Articolo successivoLa rivoluzione digitale che sta trasformando la nostra vita

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here