Non si sa quando ricapiterà, ma quel che è certo è che l’occasione che si presenta a tanti laureati è davvero una di quelle da non farsi sfuggire: sono aperte le iscrizioni per il Concorso Agenzia delle Entrate 2015, dove si dà la caccia a 892 funzionari amministrativo-tributari.

Peccato, però, che le domande di partecipazione siano già decine di migliaia e che, in previsione, si sia calcolata la stima dei 200mila iscritti alla scadenza, in programma per giovedì 26 marzo.

D’altro canto, negli ultimi anni molte volte selezioni pubbliche all’Agenzia delle Entrate erano state annunciate, ma poi erano regolarmente finite per ricorrere alla mobilità interna tra enti, al massimo a procedure di concorso per professionisti tecnici, come ingegneri o architetti, anch’essi presenti in maniera molto numerosa, ma magari meno propensi a entrare nei ranghi dell’ente diretto da Rossella Orlandi.


Le ragioni dei bandi, in realtà, sono sempre le stesse: le recenti innovazioni di contrasto all’evasione fiscale, da un lato, e dall’altro il piano di riassetto delle rendite degli immobili, che confluirà nella profonda riforma del catasto, ora alle battute iniziali.

Insomma, alle Entrate non ci sarà tempo d’annoiarsi nei prossimi anni e tanto è vero che l’ente ha lanciato questa nuova, attesissima procedura concorsuale, che il grande afflusso di richieste registrato nelle prime settimane di apertura bando ha confermato quanto fosse auspicata dai cittadini e aspiranti.

I posti a disposizione

Nel bando ufficiale pubblicato dall’Agenzia delle Entrate e confermato in Gazzetta Ufficiale, si conferma l’apertura di 892 posizioni in svariate regioni italiane, in particolare nelle regioni del nord:

Emilia Romagna, posti n. 110

Liguria, posti n. 20

Lombardia, posti n. 470

Piemonte, posti n. 110

Toscana, posti n. 42

Veneto, posti n. 140

Qui tutto quello che occorre sapere per il concorso

E’ comunque fondamentale tenere presente che ai candidati viene concesso di svolgere una sola domanda per una singola sede: dunque, non si potrà optare per più località o regioni.

La domanda si compila in pochi minuti per via telematica: qui è possibile scoprire tutto su come fare

Fondamentale, prima di inviare la propria domanda di iscrizione, capire se si è in possesso dei requisiti necessari all’iscrizione: in tal caso, è necessario verificare l’equipollenza del proprio titolo di studio con quelli richiesto, consultando le apposite tabelle ministeriali per l’accostamento delle lauree.

 

892 Funzionari Amministrativo-tributari nell’Agenzia delle Entrate Prepararsi alla prova oggettiva attitudinale

892 Funzionari Amministrativo-tributari nell’Agenzia delle Entrate Prepararsi alla prova oggettiva attitudinale

Giuseppe Cotruvo, 2015, Maggioli Editore

Una guida completa per affrontare la prova oggettiva attitudinale del concorso per 892 Funzionari amministrativo-tributari indetto dall’Agenzia delle Entrate (G.U. 24 febbraio 2015, n. 15). L’iter concorsuale prevede una prima prova che consiste nella somministrazione di una serie...



 


CONDIVIDI
Articolo precedenteCaso Proto: sfratto immobile adibito a prima abitazione familiare
Articolo successivoUn lavoro da fare all’estero: quali adempimenti per svolgerlo

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here