Il governo si è riunito nel pomeriggio in un Consiglio dei ministri straordinario, e ha definito le nuove misure per l’esenzione dell’Imu agricola, dopo la decisione del Tar di non prorogare il provvedimento di sospensione sul pagamento previsto per lunedì.

 

Ecco il comunicato ufficiale del governo:

Il Consiglio ha approvato su proposta del Presidente, Matteo Renzi, e dei Ministri dell’Economia e delle Finanze, Pietro Carlo Padoan, e delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Maurizio Martina, il decreto legge contenente misure urgenti in materia di esenzione IMU che va a ridefinire i parametri precedentemente fissati, ampliandone la platea.

Il testo prevede che a decorrere dall’anno in corso, 2015, l’esenzione dall’imposta municipale propria (IMU) si applica:

  • ai terreni agricoli, nonché a quelli non coltivati, ubicati nei Comuni classificati come totalmente montani, come riportato dall’elenco dei Comuni italiani predisposto dall’Istat;
  • ai terreni agricoli, nonché a quelli non coltivati, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, di cui all’articolo 1 del decreto legislativo del 29 marzo 2004 n. 99, iscritti nella previdenza agricola, ubicati nei Comuni classificati come parzialmente montani, come riportato dall’elenco dei Comuni italiani predisposto dall’Istat.

Tali criteri si applicano anche all’anno di imposta 2014. Per l’anno 2014 non è comunque dovuta l’Imu per quei terreni che erano esenti in virtù del decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con i Ministri delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, e dell’Interno, del 28 novembre 2014 e che invece risultano imponibili per effetto dell’applicazione dei criteri sopra elencati. I contribuenti, che non rientrano nei parametri per l’esenzione, verseranno l’imposta entro il 10 febbraio 2015.

 

Scarica la circolare gratuita


CONDIVIDI
Articolo precedenteIl progresso nella giustizia e il ricorso all’arbitrato
Articolo successivoPreliminare di compravendita e conclusione del contratto

2 COMMENTI

  1. E la copertura finanziaria dove l’hanno trovata? Ricordo che quanto dovevano incassare (350 milioni di euro) è messo a bilancio per finanziare gli 80 euro che la gente sta percependo già da maggio 2014.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here