Gestione centri accoglienza immigrati. Le motivazioni del Tar Sicilia

E’ stata depositata lo scorso 19 dicembre la sentenza n. 2497/13 del Tar Sicilia riguardo l’appalto di servizio da diciotto milioni di euro per la gestione dei centri di accoglienza per immigrati in Caltanissetta con cui il Tar Sicilia ha accolto il ricorso presentato dall’impresa, assistita dagli avvocati Carmelo Giurdanella ed Elio Guarnaccia, prima aggiudicataria in via definitiva, e poi destinataria di un provvedimento di revoca dell’aggiudicazione stessa, per presunta irregolarità del DURC presentato in sede di gara.

Nelle motivazioni della sentenza si legge che il Collegio, pur ritenendo fondata la questione della violazione degli artt. 49, 56 e 101 del TFUE, poiché la nozione rigida di “violazione contributiva grave” di cui all’art. 38 del codice degli appalti, contrasterebbe con i principi comunitari di proporzionalità e ragionevolezza dagli stessi enunciati, ha rilevato che in questo caso non sia necessaria la devoluzione alla Corte di Giustizia, in virtù della fondatezza del terzo motivo di ricorso, con il quale si deduceva che non sussisterebbe il presupposto della definitività dell’accertamento della irregolarità previsto dall’art. 38 del Codice Contratti.


Infatti il DURC costituente presupposto della revoca impugnata è stato impugnato innanzi al Tribunale del lavoro di Catania, che non si è ancora pronunciato. Ad avviso del Collegio ne consegue che la controversia non è stata definita con pronuncia passata in giudicato e dunque va esclusa la definitività dell’accertamento. Così statuendo il Tar Palermo ho accolto il ricorso annulando la revoca dell’affidamento.

“Il processo amministrativo”, Giurdanella-Guarnaccia, in libreria

E’ uscita in libreria la seconda edizione del volume “Il processo amministrativo”, scritto dagli avvocati Carmelo Giurdanella ed Elio Guarnaccia, edito da Maggioli Editore. Il libro esamina la disciplina del processo amministrativo, dopo il codice del processo amministrativo, decreto legislativo 2 luglio 2010 n. 104, e dopo i due decreti correttivi, decreti legislativi 15 novembre 2011 n. 195 e 14 settembre 2012 n. 160), sino alle novità introdotte dal Decreto Trasparenza e dal Decreto del Fare.

Questa seconda edizione analizza anche le più recenti pronunce giurisdizionali, intervenute per spiegare le novità sul nuovo sistema processuale dinanzi a TAR e Consiglio di Stato.

Come spiegano gli autori nella prefazione, l’intento è “quello di fornire ai colleghi ed agli operatori del processoamministrativo, uno strumento di lavoro completo ed esaustivo, ma allo stesso tempo agile e pratico.”

DAE 2013. Le slides presentate al convegno

Sull’account slideshare di Giurdanella.it è possibile visualizzare le slides che hanno accompagnato i relatori nella decima edizione del DAE, il convegno di diritto amministrativo elettronico che si è svolto il 12 dicembre scorso a Roma, con la direzione scientifica dello studio Giurdanella & Partners, presso il Tar Lazio. Il Dae si è articolato in 4 sessioni.

La prima dedicata agli APPALTI PUBBLICI E INFORMATICA.  Le slides messe a disposizione dall’avv. Giuseppina Squillace relatrice del tema “Le piattaforme telematiche di eProcurement: norme, prassi e giurisprudenza“.

La seconda sessione riguardava il PROCESSO AMMINISTRATIVO TELEMATICO. Le slides offerte dall’ing. Stefano Santilli, relatore del tema “L’evoluzione del sistema “NSIGA” verso il processo amministrativo telematico” e dalla dott.ssa Barbara Fabbrini intervenuta nel focus “Patologie e criticità del processo telematico: verso strategie di business continuity?”.

Nella terza sessione si è parlato di PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO DIGITALE. Le slides del dott. Giovanni Manca, per la relazione “Procedimento amministrativo e firme elettroniche: quale ruolo per la firma grafometrica?”, del prof. Enrico Carloni, per la sua relazione ”Verso la piena digitalizzazione del procedimento amministrativo: tra domicilio digitale e nuovi obblighi di comunicazione”, del dott. Benedetto Ponti e dott. Francesco Paolo Micozzi intervenuti nel Focus “L’impatto del “Decreto Trasparenza” sulla gestione digitale dei procedimenti amministrativi”.

Infine la quarta sessione era incentrata su AGENDA DIGITALE E PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Le slides della dott.ssa Fernanda Faini con la relazione “L’evoluzione del modello di amministrazione digitale verso l’open government“.


CONDIVIDI
Articolo precedenteTares e mini Imu, il 24 gennaio e poi l’addio. Le info per non sbagliare
Articolo successivoDdl Delrio, i presidenti: Se sarà legge, ridaremo fascia a Napolitano

1 COOMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here